Mercato Azzurro | La Roma libera Barba verso Empoli

Mercato Azzurro | La Roma libera Barba verso Empoli

Non la possiamo definire certo una telenovela, le circostanze sono state assai diverse rispetto ad altre situazioni di tipo “tira e molla”, ma è una faccenda che si chiacchiera comunque da diverso tempo. Ci riferiamo al famoso difensore centrale richiesto da mister Sarri, difensore che aveva un nom

Commenta per primo!

Non la possiamo definire certo una telenovela, le circostanze sono state assai diverse rispetto ad altre situazioni di tipo “tira e molla”, ma è una faccenda che si chiacchiera comunque da diverso tempo. Ci riferiamo al famoso difensore centrale richiesto da mister Sarri, difensore che aveva un nome ed un cognome e che adesso è arrivato al traguardo azzurro: Federico Barba.   Barba, giovane militante nel Grosseto, era un calciatore che sarebbe potuto arrivare ad Empoli già diverso tempo fa, se non ci fosse stato un quiproquo proprio tra la società maremmana e la Roma sulla definizione della comproprietà. I dirigenti azzurri erano già d’accordo con quelli giallorossi per avere il giocatore, ma poi, come risaputo, il Grosseto si è preso tutto il cartellino, rendendo così difficile la scalata al giovane difensore di belle speranze. Cos’è successo adesso? Cos’è cambiato?   Succede che la Roma si è andata a riprendere metà cartellino del ragazzo, metà cartellino che verrà (come promesso) girata agli azzurri, con il benestare, già dato da tempo, da parte dello stesso Barba verso la destinazione empolese. Manca praticamente soltanto la firma per mettere la scritta ufficiale, ma ci siamo, e la pedina richiesta dal mister andrà cosi a completare un organico già pronto per disputare la nuova stagione sportiva. Soltanto a titolo di cronaca sottolineiamo che questo non inficerà sul discorso Pratali.   Quello di Barba potrebbe essere anche l’ultimo colpo di mercato, almeno che, come già ripetuto fino alla noia dal DS Carli, qualcuno non chieda di andare via, lasciando cosi vacante un posto che potrebbe essere rimpiazzato.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy