Parla il ragazzo della tifosa azzurra aggredita ieri

Parla il ragazzo della tifosa azzurra aggredita ieri

La giornata di ieri, oltre che per l’aspetto sportivo, era sicuramente calda anche per quello dell’ordine pubblico. Un derby porta sempre con se un clima un pizzico più acceso e poi c’era la questione dei tifosi fiorentini senza biglietto, con tutti i punti interrogativi del caso. Fortunatamente,

Commenta per primo!

polizia-stadio-500x248La giornata di ieri, oltre che per l’aspetto sportivo, era sicuramente calda anche per quello dell’ordine pubblico. Un derby porta sempre con se un clima un pizzico più acceso e poi c’era la questione dei tifosi fiorentini senza biglietto, con tutti i punti interrogativi del caso. Fortunatamente, come confermatoci anche delle forze dell’ordine, la giornata è scorsa via bene, senza nessun problema, ne prima, ne durante ne dopo. Tutto o quasi tutto.   Vi abbiamo riportato ieri, sia qua su PE che durante la diretta di PEnAlty Sprint su Antenna5, una mail inviataci da un tifoso azzurro che ci ha raccontato di un brutto episodio avvenuto intorno a via Mazzini. Il racconto verte su una prima aggressione, da parte di un gruppo di tre tifosi della Fiorentina, verso una coppia di fidanzati tifosi azzurri. Il gruppo del tifoso che ci ha scritto è intervenuto per sedare la colluttazione, che stava riguardando principalmente la ragazza delle coppia, e da li, con la “messa in sicurezza” dei due, i colpi subiti dal gruppo di ragazzi azzurri con la fuga di quelli viola.   Ci ha contattato il ragazzo della coppia che ha subito (per capirci) la prima aggressione, per voler spiegare come sono andati i fatti. AP, residente proprio in via Mazzini, stava rientrando a casa, a piedi dallo stadio, come avviene ogni volta, da anni, quando l’Empoli gioca in casa, in compagnia della fidanzata, FM. I due ragazzi, come ci racconta lui, erano tranquillamente arrivati vicini alla soglia di casa, quando il corteo dei tifosi viola, scortati dalla polizia, passava di li. Alcuni sfottò pesanti da parte di questi verso la coppia e le altre persone con vessilli azzurri, ma per fortuna niente più. Tutto sembrava essere nella più normale tranquillità quando AP si è sentito offendere da un uomo, visibilmente ubriaco, il quale stava avanzando, in compagnia di altri due soggetti di età adulta verso di loro, Qualche parola di minaccia ed il gesto pugilistico per andare a colpire il volto di AP, quando la compagna, spaventata ma lucida, FM, si è messa in mezzo per cercare che non ci fosse colluttazione tra i due ragazzi. Il tifoso della Fiorentina però, avendo già carica la mano ha colpito, incurante che il bersaglio a quel punto fosse una ragazza, la quale, lo vogliamo sottolineare ancora, è stata colpita al volto. AP, come ci ha raccontato, ha a quel punto preso le difesa della compagna, con questa che, spaventata ma sempre lucida, ha iniziato a gridare, anche cercando l’aiuto di qualche persona esterna. Da li è iniziata una colluttazione con alcuni colpi arrivati anche al capo di AP mentre sopraggiungevano i quattro tifosi azzurri (tra cui quello della mail) che son subito accorsi in aiuto. La distrazione dettata dall’arrivo dei quattro empolesi e la lucidità mai venuta meno di FM, ha fatto si che la ragazza riuscisse a trovare le chiavi di casa, potendo cosi rientrare assieme al fidanzato.   I due ragazzi sono rimasti visibilmente shockati da quanto successo, tanto da non voler uscire di casa nemmeno per recarsi a sporgere denuncia. La polizia è stata contattata telefonicamente dai due ragazzi, ma sul posto non è mai arrivato nessuno. Ed è al di la del gesto fisico, che su una ragazza è sempre un qualcosa di veramente schifoso, è lo shock, la paura provata, gli attimi eterni nel quale succede un qualcosa che fino a poco prima non avresti mai ponderato e per il quale sicuramente non sei nemmeno pronto, quello che si porteranno dietro i due ragazzi. Adesso AP, con la fidanzata si recherà comunque negli uffici della polizia per sporgere una regolare denuncia.   E’ chiaro che non possiamo mai, nella vita, fare di tutto un erba un fascio, e quindi lungi da noi voler addossare colpe alla tifoserie fiorentina. L’augurio è però che questi tre soggetti possano essere identificati e condannati per quella che sarà la giusta pena.   Redazione PE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy