E’ il neo acquisto dell’Empoli Federico Dimarco (tesserato Inter, in prestito alla Società di Monteboro) che regala all’Italia di mister Vanoli la Finale del Campionato Europeo Under 19. L’Italia, per la nona volta, disputerà la gara valevole per il titolo continentale di Categoria dopo averlo vinto nel 1958, nel 1966 (ex aequo con l’URSS) e nel 2003. Ultima Finale disputata è stata quella giocata nella Repubblica Ceca nel 2008 e persa 3-1 dalla Germania.

Il difensore, che prossimamente passerà dall’azzurro Nazionale all’azzurro di casa nostra, è stato fin qui l’uomo decisivo non solo nella gara odierna ma in tutto l’Europeo. Una squadra, quella azzurra, che ha fatto del reparto difensivo il suo punto di forza: tre i gol subiti in 4 gare e 5 realizzati, tre dei quali su rigore ad opera di Dimarco e due su punizione, uno oggi con lo stesso Dimarco e realizzato da Locatelli nella seconda gara del girone con l’Austria.

Un’Italia, nella due gare che abbiamo visto (quella iniziale con la Germania e quella di oggi con l’Inghilterra) che non ha particolarmente brillato, giocando prevalentemente di rimessa e trovando in Dimarco un cecchino infallibile.

Da segnalare la buona prova di Picchi, tornato con Vanoli al suo ruolo naturale di mezzala, molto meglio oggi nella fase difensiva che in quella di offensiva. Il centrocampista empolese ha sempre giocato da titolare questo Europeo dimostrando sempre carattere e personalità. Non inficia la sua prova lo sfortunato autogol di cui è stato involontario ed assolutamente incolpevole protagonista oggi nei minuti finali e che ha ridato fiato agli inglesi.

Adesso l’Italia attenderà il risultato dell’altra semifinale di oggi (Francia-Portogallo) per conoscere la squadra che affronterà domenica prossima 24 luglio, alle ore 20.30, a Stoccarda, per una gara che vale il titolo europeo.

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here