Ecco tutte le decisioni del Giudice Sportivo, Gianfranco Valente, al termine delle gare della 33^ giornata di Serie B.

SOCIETA’

TRIESTINA: ammenda di € 8.000,00 per avere suoi sostenitori, nel corso del secondo tempo, rivolto ad un calciatore avversario reiterati cori di discriminazione razziale.

 

CALCIATORI

1 GIORNATA

CARTERI Davide (Cittadella): ammenda di € 1.500,00 oltre all’espulsione frutto di una doppia ammonizione comminata per avere simulato di essere stato sottoposto ad intervento falloso in area di rigore avversaria e per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.

GIRELLI Sebastiano (Sassuolo): per avere commesso un intervento falloso su un avversario in possesso di una chiara occasione da rete.

DELVECCHIO Gennaro (Atalanta): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).

DIAGOURAGA Mahamet (Modena): per comportamento non regolamentare in campo; già diffidato (Ottava sanzione).

DJURIC Milan (Crotone): per comportamento non regolamentare in campo; già diffidato (Ottava sanzione).

GERVASONI Carlo (Piacenza): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).

MARCHI Ettore (Triestina): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).

PERNA Raffaele (Cittadella): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).

SBAFFO Alessandro (Piacenza): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).

TONELLI Lorenzo (Empoli): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).

VITIELLO Leandro (Grosseto): per comportamento non regolamentare in campo; già diffidato (Ottava sanzione).

ZANON Damiano (Pescara): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Ottava sanzione).

 

ALLENATORI

1 GIORNATA

CASTORI Fabrizio (Ascoli): perché, al 23° del primo tempo, censurava una decisione arbitrale, entrava indebitamente sul terreno di giuoco e ingiuriava i calciatori della squadra avversaria.

 

DIRIGENTI

INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA’ IN SENO ALLA F.I.G.C. A RICOPRIRE CARICHE FEDERALI ED A RAPPRESENTARE LA SOCIETA’ NELL’AMBITO FEDERALE A TUTTO L’11 APRILE 2011

SPECCHIA Gianmario (Portogruaro): perchè, al termine della gara, si introduceva indebitamente sul terreno di giuoco, censurava platealmente l’operato degli Ufficiali di gara con espressioni ingiuriose, e proferiva ripetute locuzioni blasfeme. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteDal campo….a lavoro verso il Padova
Articolo successivoSotto inchiesta Padova-Atalanta
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here