allenamentoLa stagione di Marco Giampaolo volge al termine e con questa il rapporto con l’Empoli. Il mister, e su questo non ci sono dubbi, in questo momento ha testa soltanto per la gara con il Torino e del suo futuro se ne prenderà cura da lunedi prossimo, dove capirà quelle che potranno essere le possibilità che il “circus” offrirà. Di certo pero’ questa è stata la stagione del rilancio per un tecnico che aveva dovuto fare diversi passi indietro negli ultimi anni dopo essere stato davvero vicino a toccare il cielo con un dito.

Le attenzioni intorno a Giampaolo non sono nate certo oggi, perchè non è certo da oggi che si era capito che il matrimonio con l’Empoli non sarebbe andato avanti, ma adesso si stanno iniziando a stringere intorno a quelle che potrebbero realmente concretizzarsi.

 

La squadra forse più vicina a lui, nel corso della stagione, è stata il Sassuolo, che avrebbe affidato a Giampaolo la sua panchina senza se e senza ma se Di Francesco non avesse rinnovato, cosa che di fatto ha poi chiuso ad altri pensieri. In questo momento sono due le squadre che potrebbero fare davvero sul serio per convincere l’attuale nostro mister: Samp e Milan.

Dei blucerchiati abbiamo già parlato nei giorni passati, una scelta pero’ questa che sarebbe davvero azzardata viste le acque in cui naviga il club blucerchiato. Quella del Milan, oltre ad essere anche più suggestiva, potrebbe invece essere la scelta della vita.

 

Stando alle ultime arrivate, la società rossonera avrebbe mosso passi importanti in questi giorni, dopo che Arrigo Sacchi pubblicamente ha sponsorizzato Giampaolo verso i dirigenti del Milan tanto da iniziare a fare serie valutazione e, secondo i colleghi di Mediaset, arrivare anche a fare una pre-proposta da 2 milioni di euro a stagione. Quello del Milan potrebbe essere il treno che passa una volta, quello in cui se non ci sali potresti anche rimanere a terra per sempre.

La settimana prossima potrebbero esserci già dei colloqui tra le parti, anche se in casa Milan adesso ci sono da risolvere beghe forse ben più grandi capendo se verrà ceduta o meno la maggioranza della società alla cordata cinese.

 

Chiaro che da domenica sera, lunedi mattina al massimo, ognuno poi dovrà pensare per il proprio futuro ma seguiremo con attenzione anche gli sviluppi della storia di questo allenatore che, anche se per poco, ci ha dato molto.

 

Alessio Cocchi

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteVincere per non arrivare ultimi
Articolo successivoLa storia di Empoli-Torino
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

15 Commenti

  1. Mi immagino un Giampaolo che va al Milan (con ancora Berlusconi) e inizia a giocare col 3-5-2 e i risultati non arrivono subito, lo mette subito alla gogna!

  2. Ragazzi..lui sarebbe anche rimasto..anzi se cambia idea il Corsi secondo me rimane pure..Il prob è che a Corsi nn piace.Ricordate Del Neri?Si durò all’inizio a capire icchè poteva essere successo dopo 15 gg ci preparazione…

  3. a Milano non l’hanno capito che l’allenatore dovevano prenderlo si dall’empoli ma la primavera scorsa?ormai non ne azzeccano più una poracci

  4. E invece stavolta secondo me ci hanno azzeccato. Per ridare un gioco e un’identità al Milan, Giampaolo è l’ideale.

    Stando a quanto riporta stamane il Corriere della Sera, la società rossonera avrebbe già bloccato Marco Giampaolo, attuale allenatore dell’Empoli che a breve si separerà dal club toscano. Per lui sarebbe pronto un biennale da 2 milioni di euro più bonus a stagione. Giampaolo è sponsorizzato da Sacchi, anche se resta in corsa anche il nome di Vincenzo Montella, ormai in procinto di divorziarsi dalla Samp dopo la rottura col d.s. Osti.

    http://www.europacalcio.it/milan-sacchi-sponsorizza-larrivo-giampaolo-100911

  5. Sicuramente il Milan per un allenatore è una piazza da sogno , tuttavia bisogna anche essere realisti e vedere come si è mossa la società rossonera negli ultimi anni… Di fatto ha bruciato ben 4 allenatori in 3 anni (Allegri , Seedorf, Inzaghi , Mijalovic ed ora facilmente Brocchi ). Da anni la società – vera responsabile del disastro – allestisce una rosa non competitiva e scarica puntualmente le colpe sugli allenatori, vittime innocenti sacrificate per spostare su di loro un problema che è evidentemente societario. Consiglierei a Giampaolo quindi di stare attento ed avere garanzie su giocatori e intenzioni della società AC Milan per non finire pure lui “bruciato dal diavolo”.

  6. Hanno mandato via Zaccheroni,che con una squadra complessivamente modesta,aveva vinto uno scudetto perche per gli adoratori del nano di Arcore era un comunista,Zac che votava il pds…..ora,Giampaolo di cui si conoscono le simpatie per Rifondazione dovrebbe diventare l’allenatore del milan?…..non ci credo neppure se lo vedessi seduto su quella panca 8 giorni su 7….

  7. Secondo me Galliani ha finalmente convinto il nano di Arcore a mettere da parte la politica, per scegliere la guida tecnica. Anche sottolineando quel che ha costruito Sarri a Napoli. Sarri che era la prima scelta di Galliani anche l’anno scorso. Poi, per via della politica, il nano lo scartò.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here