Queste le pagelle redatte dallo staff di PianetaEmpoli.it inerenti i calciatori azzurri dopo la bella ed importante vittoria di Bergamo.

 

PELAGOTTI 8 – Strepitoso in almento tre occasioni dove nega la gioia del gol ai locali. Nel complesso gioca una gara da veterano dove non sbaglia niente e da grande sicurezza a tutta la squadra.

 

VINCI 6 – A tratti soffre Bonaventura, ma Alessandro tiene sempre bene la posizione. Stremato nel finale stringe i denti.

 

MORI 6,5 – Rientrato dalla nazionale gioca una gara importante dimostrando di meritare l’altra maglia azzurra. Scaltro nella situazione dove prende il giallo placcando Ruopolo che sarebbe andato in porta.

 

STOVINI 6,5 – La solita esperienza al servizio della squadra. Centralmente non si passa mai.

 

GORZEGNO 6 – Non è semplice la marcatura su Ferreira Pinto, ma è bravo a contenere ogni sua possibile iniziativa. E’ semmai lui a regalare un paio di corner evitabili. Nella ripresa cala alla distanza ma fa sentire molto ai più giovani la sua grinta nella resistenza finale.

 

MORO 6,5 – Bravo nel fare le due fasi di gioco. E’ dai suoi piedi che partono i gol azzurri.

 

VALDIFIORI 7 -Buone giocate nel cuore del campo: chiude, fa ripartire l’azione e si fa vedere in avanti. Commette un’ingenuità in chiusura di primo tempo, perdendo un pallone che Padoin non sfrutta.

 

SORIANO 7 – E’ l’uomo partita, la sua gara meriterebbe anche mezzo voto in più che dobbiamo togliergli perchè la sua espulsione lascia in nove gli azzurri “regalando” minuti davvero al cardiopalma.

 

SAPONARA 6,5 – Entra molto bene in partita giocando un primo tempo molto vivace. Visibilmente stanco viene giustamente sostituito.

 

NARDINI 4 – Pochi minuti utili solo per fare un bel arakiri. Stende Ceravolo dando ai locali la possibilità di tornare in partita lasciando i suoi in dieci.

 

FORESTIERI 5,5 – Oggi “El Topa” è più fumo che arrosto. Si fa notare più per come fa innervosire gli avversari (i fischi atalantini che lo accompagnano nel tunnel lo dimostrano) che non per delle illuminazioni che da lui ci aspettiamo. Giusto il cambio nel finale.

 

LAZZARI 6 – Svolge il suo compito nei quattordici minuti in cui è in campo. Positivo soprattutto l’averlo rivisto in partita.

 

MCHEDLIDZE 6,5 – Mezz’ora da big, segna e fa l’assist per il 2-0. Se la struttura muscolare non gli giocherà altri scherzi, la sua presenza sarà fondamentale.

 

CORALLI 5 – Dentro nel finale di primo tempo per Mchelidze, il cobra si sacrifica parecchio anche in fase difensiva, ma il contributo in attacco è praticamente nullo. Non al meglio della forma

 

AGLIETTI 7 – Il primo tempo è da manuale: la linea verde trascina l’Empoli, offrendo un calcio piacevole, aggressivo ed offensivo. Inevitabile l’arretramento nel secondo tempo ma la squadra dimostra carattere non perdendo la bussola e rimanendo sempre concentrata. Ottima la preparazione del match, è assodato ormai che gli azzurri queste partite non le sbagliano, adesso la riprova l’avremo con quelle gare difficili contro chi sarà invischiato nella lotta per non retrocedre, lotta dalla quale oggi l’Empoli  dovrebbe essersi definitivamente tolto.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRisultati finali 36a giornata serie B
Articolo successivoI gol della 36a giornata di B
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

9 Commenti

  1. Concordo pienamente.. Mezzo punto in più per mchedlidze che nella mezzora giocata è stato determinante.. Aglietti bravo nel preparare la partita, ma come sempra la sua la deve fare.. Che cavolo insiste su nardini.. Voto: 6,5

  2. Bè se si da 8 a Pelagotti,non si puo’ fare a meno di dare 7 a Levan,troppo importante sbloccare la gara e ancora piu’importante l’assist per Soriano…..nonostante abbia giocato solo mezzora.Per quel che riguarda Nardini,forse quel fallo era indispensabile in quel momento….ma dimostra sempre di essere assente col suo ritardo cronico nel contrastare l’avversario!Davvero un campionato disastroso per lui,che non ha capito che in campo c’è anche la palla e che non basta fare avanti e indietro come un centometrista!Mi dispiace dire questo anche perchè ad inizio campionato e soprattutto nelle amichevoli sembrava di aver trovato un quasi Buscè!Comunque oggi darei un voto unico per tutta la squdra e non puo’ essere che 10 e porca miseria l’altro giorno ho detto che l’EMPOLI LO DAVANO A 9 E UN DECINO CONSIGLIAVO DI GIOCARLO…..mi auguro che qualcuno l’abbia fatto…..perchè io accidenti non l’ho giocato!

  3. Visto che la tifoseria aveva ragione!!!! Questa è la dimostrazione lampante che se l’allenatore avesse avuto il timone in mano, altro che salvezza tranquilla, c’erano i presupposti per arrivare nelle prime 3 e giocarci la promozione. Direi e 3: è il terzo anno che con una buona squadra non riusciamo per evidenti motivi (allenatore) a centrare un traguardo alla nostra portata!!!

    • Intanto questo anno deve ancora finire e ai play off ci possiamo ancora arrivare. Poi l’anno scorso non eravamo certamente da promozione.

  4. Sono daccordo con te ALEX,IL MIO COMMENTO ERA SOLO RIFERITO AL FATTO CHE MCHELIZDE MERITAVA ALMENO 7,non certo che il PELA meritasse meno di 8!

  5. È sempre così… se si vince é merito dei giocatori…se si perde è colpa dell’allenatore…avrà sbagliato dei cambi in passato ma in campo ci vanno sempre i giocatori anche quando perdono…oggi invece ad Aglietti dovete fargli i complimenti perché ha preparato la partita benissimo e in questa vittoria ha grande merito anche lui!!!
    Dateci Levan Forestieri e Saponara tutto l’anno ed eravamo insieme a Novara e Varese e a quel punto non vi attaccavi a qualche cambio sbagliato di Aglietti!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here