emp_samp (9)La stagione di Leandro Paredes in azzurro è stata molto convincente. L’Empoli ha plasmato, grazie all’intuizione di mister Giampaolo di piazzarlo nell’inedito ruolo di play davanti alla difesa, un calciatore che ora la Roma, proprietaria del suo cartellino, può utilizzare in una posizione particolarmente ricercata. Ma dalla Capitale non giungono notizie certe di una sua permanenza. Spalletti stima il calciatore e vorrebbe testarlo nell’undici giallorosso, ma almeno attualmente l’argentino partirebbe dietro a Pjanic e De Rossi come gerarchia. Ecco perché non va scartata la possibilità di una sua cessione, magari in prestito.

 

Si è parlato di Milan, soprattutto nel caso in cui venga affidata a Giampaolo la panchina del club rossonero. Ma nelle ultime ore si parla di una forte candidatura del Genoa, alla ricerca di un regista sul quale costruire la squadra. Lo riporta il Secolo XIX, quotidiano del capoluogo ligure. La parola passa a questo punto alla Roma e al suo allenatore Spalletti, che dovranno decidere se liberare il centrocampista ex Boca oppure tenerlo in rosa per la prossima stagione.

 

Simone Galli

CONDIVIDI
Articolo precedenteMartusciello saluta l’Ischia Calcio
Articolo successivoCorsi su Saponara: "Riccardo è al 70-80% del suo potenziale"
Empolese DOC e da sempre tifoso azzurro, è un amante delle tattiche e delle statistiche sportive. Entrato a far parte della redazione di PianetaEmpoli.it nel 2013, ritiene che gli approfondimenti siano fondamentali per un sito calcistico. Cura molte rubriche, tra cui i "Più e Meno" e "Meteore Azzurre.

6 Commenti

  1. Giampaolo non andrà al Milan e Paredes se deve andare al Genoa (con tutto il rispetto) non è che faccia un passo avanti…. che ambizione ha il genoa il prossimo anno? Uefa?… seeee avoglia!!!!! al massimo si ricandida per il decimo posto.

  2. se le cose stanno così perché Paredes non resta a Empoli? Questioni di ingaggio? E alziamoglielo: i soldi ci sono. Con la Roma, anche attraverso Spalletti, abbiamo ottimi rapporti. Quindi…non si possono mandare via tutti i bravi, altrimenti davvero si retrocede.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here