Prendere il posto di Paredes. L’imperativo del nuovo regista titolare dell’Empoli sarà quello di sostituire l’argentino nel miglior modo possibile. E la squadra azzurra, in quel ruolo, di giocatori ne ha due. Due che la scorsa stagione hanno subìto l’ascesa del calciatore in prestito dalla Roma, ma che quest’anno avranno la possibilità di ritagliarsi un posto di primo piano. Maiello e Dioussè si contenderanno la cabina di regia, con il primo leggermente favorito nelle gerarchie, almeno stando alle ultime uscite.

Crisetig è un calciatore seguito, ma non è mai stata fatta alcuna offerta. Lo stesso Paredes, per il quale rimane un piccolo lumicino di speranza, sembra irraggiungibile visto che la Roma lo cede solo per fare cassa. In mediana quindi – vuoi perché si ha fiducia sulle qualità di Maiello e Dioussè, vuoi perché non ci sono alternative valide, senza spendere troppo, sul mercato – potrebbe rimanere tutto inalterato. Semmai è sul piano delle uscite che si potranno verificare dei cambiamenti: Picchi è sempre nel mirino della SPAL, mentre Signorelli potrebbe tornare in cadetteria all’Avellino.

Il mercato terminerà il 31 agosto e fino a quella data Carli potrà piazzare un colpo in entrata anche a centrocampo. Ma via via che passa il tempo, la sensazione è sempre più quella che l’Empoli rimarrà così, con Maiello e Dioussè a giocarsi il posto da titolare in azzurro.

1 commento

  1. Ci deve essere l’ offerta sul vino rosso alla Coop…perché qui o sono tutti ubriachi o di restare in A non interessa a nessuno. Lo hanno capito anche i sassi che se non arrivano un regista ed un interno di centrocampo di categoria a Carnevale siamo già retrocessi.
    Temo che Martusciello sia troppo amico dei giocatori…finché fa il secondo va bene…ma, da allenatore in prima, deve avere il coraggio di bocciare chi, o non ha le qualità per stare in A (Maiello), o non è ancora pronto (Diusse).

    Per ora mercato deludente, confusionario e soprattutto molto pericoloso. Ed ho la convinzione che l’ acquisto di Gilardino, oltre che essere una decisione imposta dal Corsi e non condivisa con lo staff tecnico e societario, possa creare problemi nel gruppo, non tanto x questione di ingaggio, ma perché è evidente che Gilardino ad oggi è la riserva di Maccarone…e se Gilardino è ancora motivato non credo lo accetterà (soprattutto se ha avuto qualche rassicurazione).

    • Mi sembra invece che tu abbia esagerato te con il vino. Manca un centrocampista e forse siamo troppo leggeri nel mezzo … ma da qui a dire che il mercato è stato scadente ce ne passa e ce ne corre …. Siamo migliori di un anno fa con la pecca che dicevo sopra. Il grande acquisto è stato confermare Sapo e Puccia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here