carli 2Marcello Carli è al mare, si gode qualche giorno di relax dopo l’importante lavoro fatto fino ad adesso ed in attesa del rush finale che sarà sicuramente dispendioso a livello di energie. Ma soprattutto, lo diciamo con il sorriso stampato in faccia, non pensa alle dimissioni ma a come completare la rosa azzurra per essere competitiva al massimo in questo difficile campionato.

Ed allora cosa potremmo aspettarci di qui alla fine? I nomi e le situazioni crediamo che ormai tutti le sappiate a memoria, anche se potrebbero non mancare le sorprese come è stata sicuramente quella di Zambelli, arrivato in sordina e che è già agli ordini di mister Giampaolo.

 

La difesa dovrebbe essere apposto. C’è sempre un pensiero per Biraghi che se arrivasse in prestito potrebbe essere sicuramente ben accolto per dare un’alternativa in più sulla fascia sinistra, ma di certo questa è una di quelle cose che non rientra nell’ordine delle priorità. Sono più avanti i nodi cruciali, a centrocampo ed in attacco.

Idee chiare, nomi già fatti. In mezzo, per il ruolo di interno, piace molto Memushaj del Pescara. Ci sono i presupposti per lavorarci e per trattare anche se al momento la distanza tra domanda ed offerta sembra distante ma, la cosa positiva, è che il cartellino del nazionale albanese non è inarrivabile ed il risparmio ottenuto dal prestito di Maiello (L’Empoli ci avrebbe investito 850 mila euro) potrebbe essere rigirato per Memushaj che a quella cifra li, ma anche qualcosa meno, potrebbe essere tranquillamente portato a casa. Il nome di Galloppa, che poteva essere l’alternativa, sembra essere definitivamente tramontato, mentre per Dezi il discorso è sempre aperto con il giocatore che potrebbe arrivare in prestito dal Napoli.

In avanti c’è una prima fila che vede appaiati due profili. Il primo, per storicità cronologica, è Falcinelli del Sassuolo, con i neroverdi che da tempo sostengono di voler girare in prestito il giocatore ma ancora non hanno loro per primi le idee chiare sul da farsi, ma con l’Empoli che si è messo da tempo alla finestra in cerca di un segnale. Anche per questa attesa è spuntato fuori il nome di Marilungo, attaccante di proprietà dell’Atalanta in cerca di riscatto dopo un’esperienza a Cesena non da incorniciare ma giocatore con indubbie qualità dimostrate nel tempo. Tra l’altro, forse qualcuno lo ricorderà, l’Empoli si era già avvicinato a Guido Marilungo diversi anni fa, quando ancora le fila le tirava Pino Vitale, poi il giocatore andò alla Samp. Questi i nomi su cui si dovrebbe lavorare certi che di qui a fine mese potremmo anche vederne un paio ad Empoli.

 

Altro lavoro importante sarà quello dello “sfoltimento” della rosa. I nomi che dovrebbero essere sulla lista dei partenti sono Brillante, Dermaku e Piu. Gli ultimi due sono giocatori sui quali si crede molto ed un prestito in B o Lega Pro sarà unicamente indirizzato per la formazione e la fortificazione. Da capire poi anche la situazione di Signorelli che potrebbe (per quanto la società non vorrebbe questo) valutare situazioni alternative qual’ora dovesse sentirsi chiuso da troppi uomini.

 

Alessio Cocchi

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteNews mercato serie A
Articolo successivoTV | Da Vicenza parla il tecnico Marino.
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

13 Commenti

  1. Marilingo va’ preso e gli va’ fatto anche un contratto di piu anni per garantire all empoli un buon livello anche se dovesse andare male (facciamo corna)

  2. Se voi avete il sorriso
    Perché Carli è saldamente al timone
    Anch’io ho il sorriso e il resto mi interessa meno, perché tutto quello che farà … dico solo che lo fare per il meglio il bene dell Empoli fc … punto.

    non c’entra nulla essere filo societario ma capire che persone x bene abbiamo e quanto siamo fortunati

  3. Marcello non fa parte del progetto, e’ lui stesso il progetto da 4 anni, cioe’ da quando Sigarino s’e’ levato di culo

  4. Scusate. Capisco che di qualcosa si deve parlare….ma si continua a fare il nome di Falcinelli . Non capisco. Le caratteristiche del Perugino sono riconducibili a quelle di Levan. Cioè parliamo di un ragazzone di 186 cm, mancino, moderatamente tecnico e , nonostante un fisico imponente, molto mobile e portato al fraseggio. Bel calciatore per carità….ma sinceramente mi tengo Levan tutta la vita .

  5. Se i’Sassuolo ce lo dà, pigliamolo! S’avrebbe 2 punte mobili (Maccarone e Pucciarelli) e 2 torri (Mchedlidze e Falcinelli)

  6. Ma Falcinelli con Levan nn centra nulla… Falcinelli e uno d aria di rigore mobile e veloce col senso del gol…. Levan fortissimo tecnicamente e potente ma gli piace più giocare lontano dalla porta…

    Quindi prendiamo Falcinelli e un ragazzo giovane di prospettiva cn qualche campionato di serie B/C alle spalle…

  7. E cmq nn ce lo danno…i regali nn li fa nessuno e l’Empoli se gli attaccanti nn glieli regalano non li prendono

  8. Cocchi ma il sorriso stampato in faccia ce l’hai perché hai parlato con Carli e avuto rassicurazioni o solo per il comunicato stampa dell’Empoli?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here