Andiamo a vedere l’ultima ora dalle sedi dei ritiri di Empoli e Padova.

 

un momento del match dello scorso annoIn casa azzurra si pensa al match di sabato con un occhio ovviamente anche alla gara di Novara. Tutti gli effettivi, tranne il georgiano Mchedlidze sono a diposizione di mister Aglietti e partiranno per la lunga trasferta. Sono pochi i nodi da sciogliere per il tecnico azzurro che manderà i campo una squadra basata sul 4-4-2 ma capace di addattarsi anche a fare il rombo. Parlavamo di dubbi, il primo è lagato al ruolo di terzino destro, Vinci ha fatto una settimana non al completo con il gruppo e potrebbe essergli preferito Mori anche in ottica turn over, con però lo slittamento a centrale di quest’ultimo. Poi c’è da scegliere chi affiancherà Moro in mezzo al campo, con Valdifiori che dovrebbe essere preferito a Musacci e Soriano con lo scopo di bloccare Italiano. Gotti, anche qui in virtu’ di una gara dopo pochi giorni andrà i campo dal primo minuto. Rientra anche Marzoratti che va a destra. Gara difficile, la prima di cinque per un novembre di fuoco, è quanto dice il mister in sede di presentazione, c’è comunque ottimismo e consapevolezza di un organico forte che di sicuro non si sente inferiore all’avversario.

 

Il Padova ha concluso la rifinuta in quel di Bresseo e da parte di mister Calori non ci dovrebbero essere particolari novità, appurato il forfait forzato di Vantaggiato, nell’undici che manderà in campo alla ricerca del settimo risultato utile su sette in casa. Il sostituto del “Torello” sarà Toto Di Nardo, autore lo ricordiamo, del momentaneo pareggio nella gara dello scorso anno poi vinta dagli azzurri. Nel 4-3-1-2 sarà Di Gennaro a giocare dietro le punte anche se il vero regista sarà il solito Italiano. Agliardi, contestato in settimana per la non eccellente prova di Bergamo sarà regolarmente in porta cosi come regolarmente tra gli undici sarà Legati che in settimana aveva avuto dei piccoli problemi muscolari. Calori in conferenza ha ribadito più volte la voglia di regalare la vittoria ai tifosi per far dimenticare Bergamo, ma ha sottolineato che non si deve pensare a questa gara come a quella della vita, soffermandosi su come non sarà facile penetrare le maglie difensive azzurre.

 

Vediamo quelle che dovrebbero essere le probabili formazioni:

 

AGLIARDI HANDANOVIC
CRESPO MARZORATTI
CESAR MORI
LEGATI STOVINI
RENZETTI GOTTI
BOVO NARDINI
ITALIANO VALDIFIORI
CUFFA MORO
DI GENNARO FABBRINI
DI NARDO FOTI
SUCCI CORALLI

 

A.C.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here