La aspettavamo, e adesso è arrivata. Manca solo la ratifica del Consiglio Federale, ma si tratta di una formalità. Dalla Stagione 2017/2018 avremo un nuovo format del Campionato Primavera ma già dalla prossima stagione 2016/2017 qualcosa cambierà.

E’ quanto emerso questo pomeriggio 18 luglio 2016 a Milano dove si è svolta l’assemblea della Lega calcio di Serie A.

Tra gli argomenti in discussione c’era la riforma dei campionati Primavera.

L’Assemblea ha deliberato che nella prossima stagione 2016/2017 ci saranno i soliti 3 gironi, costruiti però su base meritocratica e non geografica; saranno preparatori alla modifica vera e propria del Campionato che avverrà nel 2017/2018 con la creazione di una Primavera 1 e una Primavera 2

A partire dalla Stagione, infatti, 2017/2018 il Campionato Primavera TIM sarà diviso su due livelli, con promozioni e retrocessioni, tra una Primavera 1 formata al primo anno da 16 formazioni di Serie A TIM (decise sulla base dei risultati della stagione 2016/2017 e di un ranking sportivo), e una Primavera 2 con le restanti 26 squadre (le 4 di A non ammesse e le 22 di B).

Il prossimo Campionato, quindi, gli azzurri del neo mister Dal Cant saranno in un girone completamente nuovo ma la posizione nella classifica finale potrà incidere non poco per la partecipazione dell’Empoli FC, nella stagione 2017/2018, al Campionato della Primavera 1 (una specie di Serie A della Categoria) o della Primavera 2 (diciamo la serie B).

 

Fabrizio Fioravanti

4 Commenti

  1. Perché l’intenzione è di portare la serie A reale a 16! Sono indizi di una riforma che ci sarà anche per le squadre maggiori. Secondo la visione distorta delle grandi meno sono più soldi si spartiscono dai diritti TV e quindi secondo loro più guadagneranno! Quando tutti i campionati europei più importanti sono a 20 noi si ragiona di diminuire perché non siamo in grado si fare un piano industriale serio

    • assolutamente sbagliato !!!! magari la serie a tornasse 16, migliorerebbe il tasso tecnico ed anche economico per tutti, tifo Empoli da 44 anni ma se ragiono in ottica economica Carpi-Empoli o Frosinone-Carpi o Crotone – Empoli, in un campionato a 20 squadre non ha alcun valore economico. Quando siamo stati la prima volta in serie a la categoria era a 16, era un altro mondo ma Empoli-Como poteva avere una valore simile ad Empoli-Torino, piuttosto che ad Empoli-Verona. Non vorrei passare per anti piccole, non lo sono assolutamente, il mio è solo un regionamento economico. Ed anche le televisioni che trasmettono le partite, credo che l’abbiano capito. Spero almeno. Oltre che ad esserci meno partite, porterebbe un miglioramento del tasso tecnico, emergerebbero solo i giocatori che valgono di più. E poi anche a livello europeo avremmo più spazio per le partite di coppa e per la Nazionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here