Dal campo allentato e pesante di Bergamo gli azzurri escono con un punto che cambia poco la classifica, visti i contemporanei pareggi delle squadre vicine. Ma che serve a mettere da parte un altro mattoncino prezioso per la costruzione del grande obiettivo, la permanenza in A. La gara contro i ataemp1bergamaschi non era facile, vuoi perché era la terza in appena una settimana, vuoi perché i padroni di casa sono una squadra ben strutturata sia fisicamente che tecnicamente. Si chiude un ciclo di tre partite che hanno visto l’Empoli mettere da parte due punti e che permettono di guardare al futuro con il solito ottimismo.  La prossima partita, quella col Frosinone, saggerà le condizioni dei ragazzi e, forse, potrà dirci qualcosa in più sulle aspettative da riporre nei loro confronti, da qui alla fine del campionato. Vale la pena ricordare che l’Empoli, pur non vincendo, ha guadagnato un ulteriore punto nei confronti della terzultima e che una eventuale vittoria contro i ciociari consegnerebbe la (quasi) matematica salvezza.

 

La partita di Bergamo ha visto esordire dal primo minuto il nuovo acquisto Lorenzo Ariaudo: il centrale difensivo scuola Juve ed ex Sassuolo ha impressionato per l’attenta lettura dei momenti topici dell’incontro e per il suo immediato inserimento nel gruppo. Sarà una freccia importante all’arco di Giampaolo, che potrà guardare al recupero di Costa con minore preoccupazione. L’affiatamento con Tonelli sembra già essere buono e, non a caso, i due difensori sono stati tra i migliori. Eppure avevano un compito scomodo, vista la fisicità delle prime punte atalantine (Pinilla prima, Borriello poi). Un altro plauso va a Lukasz Skorupski, che si sta rivelando uno dei migliori portieri in circolazione: il polacco ha avuto il merito non solo di aver disinnescato tutte le conclusioni dei nerazzurri, ma anche di aver infuso al reparto una grande sicurezza. Può ancora migliorare tanto e, se continuerà su questa strada, avrà davanti a sè un futuro roseo. Nel complesso gli azzurri non hanno giocato la loro miglior partita, ma l’impressione è che il campo e la stanchezza abbiamo influito non poco. Per una squadra che ama il fraseggio e gioca palla a terra, essere costretta a giocare in un campo così viscido e pesante è un handicap non indifferente: Maccarone e compagni sono stati bravi a tenere botta, soprattutto nel primo tempo, quando la spinta atalantina era più intensa. Nel secondo tempo l’Empoli è sembrato più propositivo, anche se di vere e proprie occasioni non ce ne sono state, palo di Saponara a parte.

 

Come dicevamo prima, adesso ci attende una settimana di preparazione al prossimo match, che ci vedrà opposti al Frosinone. I ciociari stanno giocandosi le ultime carte per salvarsi e verranno a Empoli con la fame di chi non ha quasi più nulla da perdere. Ecco perché la gara è più insidiosa che mai: sulla carta gli azzurri sono più forti, ma a volte il campo dice cose completamente diverse. Occorrerà un Empoli più incisivo sottoporta e soprattutto paziente: potrebbe volerci un po’ di tempo per scardinare il muro difensivo degli ospiti. La vittoria in questo girone di ritorno non è ancora arrivata, ma la prossima gara potrebbe regalarci, oltre alla prima gioia del 2016, anche la salvezza. Avanti tutta!

 

Simone Galli

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedente68a VIAREGGIO CUP | Sorteggiati i gironi
Articolo successivoTV | L'ultimo match dei prossimi avversari
Empolese DOC e da sempre tifoso azzurro, è un amante delle tattiche e delle statistiche sportive. Entrato a far parte della redazione di PianetaEmpoli.it nel 2013, ritiene che gli approfondimenti siano fondamentali per un sito calcistico. Cura molte rubriche, tra cui i "Più e Meno" e "Meteore Azzurre.

19 Commenti

  1. …il frosinone,pioggia o non pioggia,verrà per vincere….il pareggio ormai non servirebbe…questo dovrebbe essere un grosso vantaggio per noi,avremo la situazione classica di poter agire negli spazi.vedremo se davvero la mancanza di vittorie è dovuta alle squadre arcigne e chiuse che abbiamo incontrato nelle ultime 2 partite.

  2. Anche nell’articolo si parla di salvezza matematica (meno male che c’è il quasi); non capisco voler usare questo termine (molto rigoroso) mentre esiste la virtuale ( aggettivo di derivazione aristotelica), che è molto più declinabile. 😉

  3. Per il gioco che fa l’empoli giocare su questo tipo di campi è veramente difficile, soprattutto se ti ritrovi ad affrontare squadre più fisiche come Atalanta (a parte le punte) e Udinese.
    Ricordiamoci che NESSUNO si sarebbe aspettato questo risultato a inizio campionato, anzi. Per me la squadra si sta comportando magnificamente, il gruppo è unito e le soddisfazioni arriveranno. Col frosinone giochiamo in casa e per loro, rispetto all’andata, il periodo non è proprio positivo. Bisogna mettercela tutta e giocarsi anche la carta Piu, che sicuramente ha tanta voglia di fare e che potrebbe mettere in seria difficoltà la difesa ciociara. Ovviamente sono solo opinioni da allenatore del Lunedì, Giampaolo sta facendo un ottimo lavoro e spero continui cosi.

  4. gia’ dalla gara vinta a torino non eravamo brillanti come qualche mese fa. d’altra parte, se lo fossimo stati saremmo veramente a lottare per il 3 posto, quindi inutile lamentarsi. uscire da bergamo o dalla classica partita sfortunata con l’udinese con dei pareggi e’ buon segno.
    la gara di domenica e’ importante perché puo’ davvero chiudere il discorso salvezza. in ogni caso, visto il momento, non sputerei neppure sul pareggio. chiaro comunque che si gioca per vincere, sempre e comunque… e ancor di più in casa contro il Frosinone(che se non erro ha sempre preso gol in questo campionato)

  5. <io per rendere la squadra più aggressiva e scardinare il muro difensivo frusinate metterei il tandem Livaja-Mchedlidze così si finisce la partita in 9. A parte tutto è solo una battuta, alla formazione di penserà il Mister grande Giampaolo.
    Sempre FORZA EMPOLI.

  6. RAGAZZI STIAMO ANDANDO FORTE: ABBIAMO PAREGGIATO COL mILAN E L’uDINESE, SOLO CHE GLI ARBITRI CI HANNO NEGATO LA VITTORIA, PERCHé bACCA HA SEGNATO IN FUORIGIOCO, E QUINDI AVREMMO VINTO COL mILAN 2 A 1. cON L’UDINESE IL LORO GOAL ERA VIZIATO DA UN FALLO TREMENDO DELL’ATTACCANTE LORO, QUELLO DI COLORE CHE NON RICORDO COME SI CHIAMA . e QUINDI AVREMMO DOVUTO VINCERE ANCHE CON LORO. iN TOTALE ABBIAMO INCASSATO 2 PUNTI INVECE DI SEI!!!!!!!
    cON L’ATALANTA IL PAREGGIO è STATO GIUSTO.
    COL FROSINONE: LORO PICCHIANO A PIù NON POSSO. SONO DA TENER D’OCCHIO: DANIELE CIOFANI, BLANCHARD E GORI, UNA MEZZASEGA CHE CI FECE NERI ALL’ANDATA. E IMPARIAMO A PROTESTARE SE PICCHIANO, NON A PRENDERLE E BASTA. SIAMO LA SQUADRA CHE SUBISCE PIU’ FALLI E NE FA DI MENO, QUINDI SIAMO NEL COMPLESSO I PIù CORRETTI DELLA SERIE A. PERO’ NON CI FACCIAMO METTER SOTTO A BOTTE, SI DEVE PROSTETARE, CAPITANO IN TESTA.

  7. Redazione, sarà sicuramente colpa mia che non riesco a capire ,ma il titolo di questo articolo non mi sembra appropriato, mi sa di negativo……poi leggendo l’articolo fate capire altre cose……un po più di coerenza please!!

    • il titolo era “ironico”…empoli fermo al palo nel senso che per colpa di un palo non si è vinto!…..almeno io la vedo cosi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here