Campionato Giovanissimi Nazionali

Girone  E – 5° giornata rirorno

EMPOLI – Roma      2 – 3

 

 

TABELLINO

 

EMPOLI

Bolognesi, Gemignani, Agrifogli, Prezioso, Scalbi, Di Nardo, Fontanelli, Sacco,  Piu, Santi, Cappelli

A disp.: Biggeri, Tiso,, Perrella, Faraoni, D’Apolito, Rinaldi

Allenatore: Mario CECCHI

 

Sostituzioni:

al 52’ entra Albano esce Cappelli
al 60’ entra D’Apolito esce Santi
al 68’ entra Perrella esce Prezioso

 

 

ROMA

Marchegiani, Ravot, Steri, Pellegrini, Caprodossi, Ferrari, Verde, Adamo, Ortenzi, Ansini, Damiani

A disposizione: Romano, Montesi, Masciangelo, Condemi, Serrone, Taviani, Musto

Allenatore: LONDI

 

Sostituzioni:

al 44’ entra Montesi esce Ferrari
al 46’ entra Serrone esce Ortenzi
al 50’ entra Condemi esce Ansini
al 52’ entra Masciangelo esce Ravot
al 56’ entra Musto esce Damiani
al 70’ entra Taviani esce Verde

 

Arbitro:       Delgadillo (Pontedera)

 

 

I GOL

34’ Damiani (R) – 35’+1 Sacco (E) – 37’ Verde (R) – 45’ Ortenzi (R) – 65’ Fontanelli (E)

 

AMMONITI

35’ Ferrari (R) – 52’ Cappelli (E) – 68’ Prezioso (E)

 

ESPULSI

Nessuno

 

 

 

 

 

LA GARA

 

Una grande, grandissima, prova non basta agli azzurrini a strappare almeno un punto (che sarebbe stato strameritato!) alla capolista schiacciasassi della capitale, arriva ad Empoli dall’alto delle sue 18 vittorie su 18 gare disputate. La differenza, lo diciamo subito, l’ha fatta la maggiore stazza fisica dei giallorossi e, di conseguenza, la maggiore forza fisica che ha consentito ai ragazzi di Montella di averla spesso vinta negli anticipi e nei contrasti, nelle mischie non infrequenti che (pure semroe nei limite della correttezza sportiva) si sono a volte viste in alcune situazioni di gioco, specie in area capitolina. I ragazzi di mister Cecchio hanno giocato meglio. Ben disposti in campo con l’avanzatissimo Piu supportato dai tre dietro Fontanelli, Cappelli e Santi che si sono dannati l’anima per ricucire con i due mediani Prezioso e Sacco. L’Empoli ha cercato di giocare e lo ha fatto sempre, soprattutto nel primo tempo, quando è arrivato spesso in area romanista con azioni veloci e ficcanti, con una manovra ariosa e precise geometrie. Abbiamo visto una squadra nettamente migliore di quella dell’inizio stagione e ritengo che ci siano ancora margini di miglioramento sufficienti e poter sperare concretamente nei play off. La squadra è ben messa in campo, ciascuno s cosa deve fare (e lo fa al meglio), si vedono corsa grinta. Bravi! La Roma ha opposto la sua maggiore forza fisica che garantisce cinismo in zona gol e muscoli in mezzo al campo, per interrompere le trame avversarie ed affodarsi a veloci ripartenze o lanci lunghi per le punte Verde, Ortenzi e Damiani-

Si gioca in un caldo pomeriggio alla presenza di un folto pubblico tra cui si nota Totò Di Natale, fresco del suo 100 gol in maglia bianconera (quella dell’Udinese però, dopo il “gran rifiuto” estivo alla Signora) con il figlio.

Gli azzurrini scendono in campo senza alcun timore reverenziale e già al 1’ si rendono pericolosi con una punizione dal limite di Cappelli che va di poco alta sulla traversa. Tre minuti dopo Agrifogli vola sulla destra, rimette al centro dove Piu sfiora di testa e manda verso l’angolo di sinistra: Marchegiani ci arriva e con la punta delle dita manda in angolo. Roma pericolosa all’8’ con Adamo che dal limite manda un rasoterra a sfiorare la base del palo destro della porta di Bolognesi. Al 16’ c’è un contropiede azzurro fermato da Ferrai (con il braccio??), ultimo uomo prima che Piu potesse raggiungere il pallone e volare verso la porta giallorossa. Al 20’ è Santi che in area giallolorossa difende un pallone, lo porta avanti di testa ma quando sta per calciare a colpo sicuro la difesa della Roma manda in angolo. La supremazia è azzurra ma il primo gol è giallorosso.Verde intercetta un pallone a centrocampo e manda in porta Damiani: controllo e tiro di destro liftato ad insaccarsi nel “sette” di Bolognesi. Pareggio azzurro nel 1’ di recupero. Punizione dalla tre quarti e spiovente in area sul quale Piu di testa manda  a rete. Marchegiani respinge ma non trattiene e Sacco manda in rete in tap in. La ripresa inizia con la seconda, fortunata, rete della Roma. Su una respinta della difesa azzurra c’è un rimpallo al limte dell’area empolese sul quale sui avventa Verde che indovina un tiro diagonale non forte ma angolato sul quale Bolognesi non può che stare a guardare. Tripletta romanista al 45’: punizione quasi dal calcio d’angolo e palla che arriva nell’area piccola. Ortenzi ci arriva prima di tutti e schiaccia in rete.Al 46’ è Damiani che sulla sinistra si porta sul fondo da dove tenta la conclusione a rete: la difesa azzurra respinge. Ancora Damiani 5’ dopo vola in contropiede verso Bolognesi ma il numero uno azzurro intercetta. Al 52’ Agrifoglio dai 25 metri spara un rasoterra che si spenge di poco a lato. Al 53’ Rinaldi, ancora su rimpallo, si ritrova il pallone tra i piedi al limite dell’area empolese: il suo tiro va a lato di poco. Il gold del 2 -3 dell’Empoli è bellissimo. Sacco intercetta un pallone a centrocampo ed appoggia a Fontanelli. Il numero 7 azzurro va via velocissimo in slalom nella difesa romanista e dal limite dell’area manda un preciso rasoterra nell’angolino di sinistra di Marchegiani. I minuti finali sono un assalto azzurro ma purtroppo il pareggio non arriva. Resta comunque per mister Cecchi ed i suoi ragazzi di aver disputato una gara bellissima. Applausi!

 

 

A cura di Fabrizio Fioravanti

CONDIVIDI
Articolo precedenteDal campo…a lavoro verso l'Ascoli
Articolo successivoAgli Allievi azzurri il derby con il Pisa
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here