Con mister Melis dopo Empoli – Juventus

Con mister Melis dopo Empoli – Juventus

Monteboro, 29 ottobre 2011  (dopo Empoli – Juventus 0 – 1  – 5° G andata) Intervista di Fabrizio Fioravanti –     Mister, oggi, nonostante la sconfitta, ho visto un buon Empoli, forse il migliore della stagione E’ vero. Stiamo passando un momento difficile, di cambiamenti. Ora speriamo

Monteboro, 29 ottobre 2011  (dopo Empoli – Juventus 0 – 1  – 5° G andata)

Intervista di Fabrizio Fioravanti

 

 

Mister, oggi, nonostante la sconfitta, ho visto un buon Empoli, forse il migliore della stagione

E’ vero. Stiamo passando un momento difficile, di cambiamenti. Ora speriamo che questi cambiamenti possano essersi assestati. Abbiamo tanti ragazzi da recuperare fisicamente e probabilmente anche psicologicamente perché in questo momento non sono al 100%. L’importante però è che ci sia la disponibilità Oggi ho visto grande disponibilità. Abbiamo passato due settimane terribili nelle quali c’è stata un po’ di confusione…e probabilmente non siamo riusciti a gestire al meglio il momento..e di questo devo prendermi anche delle responsabilità. Quello però che mi interessava oggi era vedere una squadra, un gruppo, lottare, giocarsela alla pari con la Juve, che con la Fiorentina è la squadra più forte del Campionato. Sono contento, sono sicuro che se riusciremo a lavorare come dico io ci possiamo prendere delle grandi soddisfazioni,

 

La Juventus oggi più che sul piano del gioco ha vinto su quello dell’esperienza, pur essendo ragazzi giovani, ma con una media età decisamente più alta di quelli della tua squadra

Sì…anche se secondo me, a parte l’esperienza, l’aspetto più importante che ho visto è stato l’aspetto fisico superiore a noi. Noi sappiamo che ci sono delle cose sulle quali dobbiamo lavorare, sui ragazzi del ’94 ma anche su quelli del ’93. Oggi abbiamo visto che anche i ’92, avendo avuto poche possibilità di giocare, non hanno la partita sulle gambe perciò bisogna aspettare che tramite l’allenamento e tramite le partite loro ritornino ai loro livelli perché così, qualora dovessero srvire alla prima squadra, possiamo restituire un giocatore al 100%, al massimo delle sue possibilità. Penso che i ragazzi del ’92 ora devono calarsi nell’idea di trovare il loro mondo qua. Devono sentirsi giocatori al 100% QUI. Se capiscono questo penso che nel giro di poco tempo troveranno i loro benefici e sin toglieranno anche delle soddisfazioni.

Al di là dell’aspetto tecnico credo che tu stia gestendo una situazione molto difficile. Devi riuscire a mettere insieme i ragazzi del ’94, un anno più giovani di quelli della Categoria e che stanno affrontando un grosso salto dagli Allievi , e i ragazzi del ’92 che arrivano dalla prima squadra e che possono essere demotivati e delusi. Amalgamare il tutto non è facile ma mi sembra che ci stai riuscendo

Infatti…quello di cui parlavo prima era proprio questo. Ci sono un aspetto fisico ed uno psicologico su cui lavorare. L’aspetto fisico riguarda soprattutto i ’94, soprattutto quelli che non hanno ancora recuperato, per quelli che sono un po’ indietro….poi riguarda anche quelli che sono stati un anno fermi, come Della Latta…da cui pretendo molto di più perché è un giocatore su cui puntiamo. Poi ci sono un Bianchi, un Castellani, un Camano…che penso siano al 60% delle loro possibilità…Poi su tutti i ’94 che sono qui e sui quali vogliamo lavorare perché l’anno prossimo siano già pronti e trovare qui di nuovo la loro strada e di nuovo il loro modo di farsi vedere e sentirsi giocatori…al 100%. Per gli altri invece si tratta di capire che questa è una categoria difficile dove non basta lavorare ad un livello come quello dell’anno scorso ma bisogna alzare l’asticella, alzarla parecchio. Per fare questo c’è bisogno di tempo e di avere un gruppo che possa trovare i propri equilibri. Oggi la squadra ha dimostrato che questi equilibri ci possono essere ed ho visto grande disponibilità. L’importante è che la squadra abbia uno spirito ed una mentalità. Questo è l’obiettivo mio, sia sul ’94 sia sul ’92 o su chiunque venga con noi.

Un’ultima cosa. Molti lettori di PIANETAEMPOLI ce lo chiedono nel nostro sito: sono stati definiti all’interno della Società i rapporti fra prima  squadra e Primavera a livello di gestione dei ’92?Avete definito insomma un quadro più preciso rispetto a quelle che, negli ultimi tempi, ci sono sembrate improvvisazioni?

A oggi la Società dovrebbe avere deciso che questi ragazzi che si sono visti oggi in campo (Bianchi, Camano, Castellani….Menegaz c’era già) dovrebbero rimanere con noi visto che la rosa della prima squadra è già molto numerosa. A loro..ma non è ancora sicuro…dovrebbe aggiungersi Mazazanti, che sta recuperando da un infortunio. Penso che la scelta di farli venire qui  è dovuta anche alle scelte che ha fatto Pillon. Penso perciò che questi ragazzi dovrebbero essere con noi. Spero di avere la loro disponibilità e di poterli riconsegnare alla prima squadra migliori di prima.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy