Trofeo Rocco: trionfo azzurro!!!

Trofeo Rocco: trionfo azzurro!!!

A cura di Fabrizio Fioravanti – Trionfo degli Allievi Nazionali al prestigioso Trofeo “N.Rocco”. I ragazzi di mister Melis hanno schiantato in Finale i messicani dell’Atlas Guadalajara col punteggio di 3 – 0. L’EMPOLI scrive così per la prima volta il proprio nome nell’albo d’oro del “

Commenta per primo!

A cura di Fabrizio Fioravanti

Trionfo degli Allievi Nazionali al prestigioso Trofeo “N.Rocco”. I ragazzi di mister Melis hanno schiantato in Finale i messicani dell’Atlas Guadalajara col punteggio di 3 – 0. L’EMPOLI scrive così per la prima volta il proprio nome nell’albo d’oro del “Nereo Rocco”, Torneo che è ritenuto un vero e proprio Mundialito per la categoria.

Agli azzurri anche due importanti riconoscimenti:

–          Il premio al Miglior Portiere dato a Matteo RICCI

–          Il premio al Milgior Allenatore a Martino MELIS

Le cronache da www.trofeorocco.com ci dicono:

“……… Troppo scarichi, i centramericani, per impensierire la squadra dell’ex centrocampista di Verona, Chievo e Venezia Martino Melis. Una macchina perfetta, ben guidata dietro dal solido Rugani, e accesa in avanti dalla rapidità di Bencini e Frugoli, che innescano il terminale Tempesti. Sfida fra due formazioni che hanno già assaporato il brivido di una finale: l’Atlas nel 1997, sconfitta dai ghanesi del Goldfields; i toscani due anni or sono, quando furono piegati dal Milan. Schieramenti tattici votati ad offendere: i centramericani si affidano a un’unica punta, Delgadillo, con De La Cruz suggeritore e gli agili esterni Lopez Castro e Caballero. L’Empoli si presenta con uno schermo davanti alla difesa (Altieri), e le due punte Tempesti-Frugoli, con il coloured Kabangu (2 reti pesanti nelle eliminatorie) inizialmente in panchina. Prima emozione al 6′: cross dalla sinistra dell’agile Caballero, Lopez Castro gira fuori di testa. Risponde l’Empoli al 13′: ottima triangolazione sulla trequarti fra Tempesti e Frugoli, con quest’ultimo che all’ingresso in area sbaglia completamente misura nella conclusione pressato da un avversario. E 2′ più tardi gli azzurri passano: Frugoli trova la profondità per Tempesti, che con gesto da vero cannoniere protegge la sfera al limite dell’area e si gira in maniera fulminea freddando Gonzales Rios. Uscito prepotentemente dal guscio, l’Empoli continua ad attaccare: al 23′ a provarci è Ghelardoni con uno spiovente che si abbassa all’improvviso costringendo Gonzales Rios alla deviazione sulla traversa. L’Empoli ormai è in controllo: Frugoli trova ancora nello spazio Tempesti, che con un pallonetto anticipa l’uscita di Gonzales Rios, col portiere che stende il centravanti toscano: è rigore che lo stesso Tempesti trasforma centralmente. L’Atlas, ferito, si scuote: suona la carica Esparza con una rasoiata da fuori: Ricci para in due tempi, anticipando anche Delgadillo. Nella ripresa il copione non cambia: i messicani appaiono visibilmente in riserva e faticano a prendere velocità. Per contro, i ragazzi di Melis fanno male quando riescono a partire in contropiede. E così, attorno al quarto d’ora, avrebbero per due volte la chance di chiudere definitivamente la contesa: dapprima quando Bencini, piede raffinato, pesca in area la testa di Frugoli che alza non di molto la mira. E quindi poco dopo con lo stesso Frugoli che entra in area dalla destra centrando un velenoso tiro-cross rasoterra che attraversa tutto lo specchio senza incontrare la deviazione vincente di un compagno. Ci prova allora su palla inattiva, l’Atlas, come al 17′: Diaz fa suo il pallone dopo una corta ribattuta dell’area empolese e scalda un sino a quel momento inoperoso Ricci. Vuole partecipare alla festa anche Diarra, che al 23′ prova la soluzione di giro: alta non di molto. Inizia a diluviare e anche i residui bollori dell’Atlas – escluse due mischie poco fortunate per lo spento Delgadillo e una punizione a due in area sprecata malamente – finiscono annacquati, mentre il neoentrato Kabangu si dimostra subito caldo con un gran destro alto sulla traversa. Fissa il risultato il meraviglioso gol di Saccà che con un gran destro a rientrare infila Gonzales nell’angolino basso: è il tris, l’Empoli di Melis è campione del Mundialito.”


ATLAS GUADALAJARA: (4-2-3-1): 1 Gonzales Rios; 8 Esparza, 3 Diaz (2 Aguirre), 4 Ortega, 6 Contreras (17 Munoz Sanchez); 5 Solis (18 Villa Velazco), 14 Velazquez; 10 Lopez Castro, 13 De La Cruz (7 Rodriguez Aguilera), 11 Caballero (19 Perez); 9 Delgadillo. All. Marquez Rubio.

EMPOLI: (4-1-3-2) 1 Ricci; 13 Bellavigna, 6 Rugani, 5 Bachini, 3 Mattiello; 8 Altieri; 15 Ghelardoni (14 Gatto), 10 Bencini (16 Kabangu), 7 Diarra; 9 Tempesti, 11 Frugoli (17 Saccà). All. Melis


ARBITRO: Giacomelli di Trieste

GOL


pt 14′ e 31′ (rig.) Tempesti -st 36′ Saccà.


In settimana contiamo di ascoltare dalla viva voce di mister Melis un commento su questa prestigiosa vittoria. Adesso, per lui e per i suoi collaboratori, per i ragazzi è il momento della gioia. Un’ importante spinta per affrontare i Sedicesimi di Finale del Campionato che vedranno gli azzurri debuttare in casa della Lazio il prossimo 8 maggio (ritorno a Monteboro il 15).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy