Mercato, curiosando tra gli ex…

Mercato, curiosando tra gli ex…

A cura di Gabriele Guastella   L’Empoli ha tanti “big” o meno big tra gli ex, sintomo che negli ultimi anni la società azzurra è rimasta ai vertici del calcio nazionale. Ma vediamo qualcuno dei più importanti, e qualche altro che pensavamo si fosse perso per strada, cosa ha “combinato”, o sta c

A cura di Gabriele Guastella

 

L’Empoli ha tanti “big” o meno big tra gli ex, sintomo che negli ultimi anni la società azzurra è rimasta ai vertici del calcio nazionale. Ma vediamo qualcuno dei più importanti, e qualche altro che pensavamo si fosse perso per strada, cosa ha “combinato”, o sta combinando, in questa sessione di calciomercato estivo.

 

Sergio Bernardo Almiròn – Trentuno anni, il centrocampista all’Empoli dal 2004 al 2007 (Leone d’Argento nel 2006, ndr) era in comproprietà tra il Bari e la Juventus. I bianconeri lo hanno riscattato ma lui dovrebbe andare, sempre in comproprietà al neopromosso Siena. Data la vicinanza con la città del palio lo rivedremo passeggiare per Empoli… o mangiarsi una pizza dal mitico Fausto in quel del Meeting Pub di Sovigliana. Ma attenzione perchè sulle sue tracce c’è anche il Parma.

 

Jorge Vargas – Vi ricordate il centrale difensivo cileno? Anche lui, come Almiròn, ha vinto il “Leone d’Argento”, precisamente nel 2004. Dopo l’ultima esperienza italiana nello Spezia è tornato in patria e adesso gioca nella Primera Division in forza al La Serena, dopo una breve esperienza nel San Luis de Quillota.

 

Massimo Maccarone – Centravanti della Sampdoria, compagno dell’altro ex attaccante Nicola Pozzi, potrebbe tornare a giocare subito in serie A… nel Novara. E’ solo un’ipotesi, non certa ma possibile visto che l’attuale attaccante del Novara Bertani è uno degli obiettivi blucerchiati.

 

Ighli Vannucchi – Lo scorso autunno lo Spezia gli aveva sottoscritto un contratto con scadenza giugno 2011. Lui è entrato subito nel vivo della squadra e nel cuore dei tifosi. Poi il brutto infortunio e la stagione che si è chiusa prematuramente… ma per Ighli ci dovrebbe essere il giusto premio con la proposta di un nuovo contratto con lo Spezia. Anche lui vincitore del Leone d’Argento 2010.

 

Daniele Corvia – Leone d’Argento nel 2009, dovrebbe essere un punto fermo del Lecce.

 

Sebastian Giovinco – La formica atomica, Leone d’Argento nel 2008, è diventato un punto fermo del nuovo Parma. I gialloblù hanno esercitato il diritto di riscatto nei confronti della Juventus e ora il tesserino di Giovinco è perfettamente a metà tra ducali e bianconeri.

 

Tommaso Rocchi – Colui che vinse la prima edizione del Leone d’Argento, nel 2003, è diventato negli anni il capitano della Lazio ed una vera e propria bandiera. Spesso chiaccherato per i possibili approdi con Inter, Napoli e Fiorentina è sempre rimasto in biancoceleste. Anche in questa fase di calciomercato si è parlato molto di lui. Il suo nome è stato nuovamente accostato alla Fiorentina. resterà ancora alla Lazio?

 

Alessandro Budel – Riscattato dal Brescia, saluta definitivamente Parma… destinazione serie B.

 

Francesco Pratali – Leone d’Argento nel 2007, lo stesso anno della chiacchieratissima estate calda del “Pampa”, che poi dopo settimane di battaglia tornò a vestire la maglia azzurra in una stagione disgraziata che vide la retrocessione in B dell’Empoli. Oggi centrale difensivo del Torino, dovrebbe restare in granata.

 

Andrea Raggi – Il suo cartellino è del Palermo che lo ha ripreso dal Bologna dopo il prestito. Lui vorrebbe rimanere in Emilia ma il Palermo non intende più “regalarlo”. Può darsi che finisca in comproprietà tra felsinei e siciliani. Il Bari sembra stia ripensando a lui come difensore titolare, ma vorrebbe significare scivolare in serie B. La sensazione è che alla fine Raggi possa rimanere al Bologna.

 

Andrea Coda – Faceva coppia con Raggi in quasi tutte le difese dell’Empoli, dalle giovanili alla prima squadra, il cammino è stato spalla a spalla. Oggi Coda è nell’Udinese e ci resterà ancora.

 

Antonio Di Natale – Lunedi scorso, proprio mentre lo stavo intervistando, ha giurato fedeltà a Udinese ed… Empoli. Qualche stagione fa rinunciò ai miliardi degli sceicchi, la scorsa estate rigettò l’offerta della Juventus per sposare il progetto dell’Udinese trascinando poi i friulani in Champions League. Giocherà la massima competizione per club continentale con la maglia dell’Udinese, poi un’altra stagione ancora prima di chiudere la carriera nell’Empoli. Oh, sono parole sue eh…

 

Mattia Mastrolilli – Vi ricordate il giovane attaccante che segnò il primo gol nell’Empoli alla prima di campionato con la Fermana? Si stiamo parlando proprio di lui, Mastrolilli che approdò ad Empoli nell’estate del 1999 con Elio Gustinetti alla guida degli azzurri. Oggi Mastrolilli è il centravanti del Trapani e con i siciliani ha appena vinto i Play Off della Seconda Divisione Lega Pro, ottenendo un’importantissima promozione in Prima Divisione (ex serie C1, ndr).

 

Vincenzo Grella – In forza al Blackburn Rovers (Inghilterra), dovrebbe restare ancora un anno con i biancoblu.

 

Mark Bresciano – In forza alla Lazio, dopo l’esperienze con Parma e Palermo. Dovrebbe rimanere in biancoceleste.

 

Luca Antonini – Il Campione d’Italia in carica, tricolore conquistato con il Milan, già giocatore dell’Empoli nella stagione 2007-2008 potrebbe andare a giocare nella Ligue 1 francese con il Paris Saint German. Su di lui anche un sondaggio della Juventus.

 

Nicola Pozzi – Lui ha giurato di voler rimanere alla Sampdoria per tentare di riportare subito i blucerchiati in serie A, ma è finito al centro di diverse trattative. O per lo meno è richiestissimo. Il Cesena avrebbe pensato a lui per formare una grande coppia con Mutu, ma attenzione perchè i romagnoli inseguono anche l’empolese Edèr. Chi invece sembrano fare sul serio sono il Catania e la Fiorentina: Pozzi è un pallino di Lo Monaco, dirigente degli etnei, mentre i viola considerano Pozzi l’attaccante ideale per rifondare un nuovo ciclo.

 

Matteo Sereni – Portiere dell’Empoli nella stagione 1998-1999 in Serie A. Il suo contratto con il Brescia è scaduto ed è attualmente in regime di svincolo. Ma siamo certi non resterà senza squadra. Come dite? Sarebbe il portiere esperto ideale da affiancare a Pelagotti? Beh, lo avete detto voi…

 

Stefano Lucchini – Centoventisei presenze con la maglia dell’Empoli nei campionati, altre nove in Coppa Italia. Stefano Lucchini, centrale confermato della Sampdoria anche per la prossima stagione, sarà uno dei grandi ex azzurri del prossimo torneo. Con i blucerchiati Lucchini è sceso in campo centosei volte. Questo significa che per Lucchini la squadra principale della sua carriera è ancora l’Empoli. A meno di clamorose novità resterà alla Samp.

 

Mirco Gasparetto – Il suo cartellino è del Chievo, ma lui ha giocato gli ultimi sei mesi in prestito alla Cremonese… e con i grigiorossi dovrebbe giocare anche il prossimo campionato.

 

Felice Piccolo – In forza alla squadra romena del Cluj, dovrebbe rimanere ancora un’altra stagione in Romania.

 

Zlatko Dedìc – Azzurro nella stagione 2004-2005. Centravanti della nazionale slovena e della squadra tedesca del Bochum con cui milita nella Bundesliga. Ci dovrebbe rimanere anche per la prossima stagione.

 

Marcelo Zalayeta – Vi ricordate l’uruguagio che giocò nell’Empoli nella stagione 1998-99 in serie A e che lasciò la sua Bmw “parcheggiata” per settimane al Sussidiario. Ebbene Marcelo Zalayeta da pochi giorni ha sottoscritto un contratto annuale con il Penarol, chiudendo l’esperienza con i turchi del Kayserisport con cui ha segnato sette reti in quattordici partite.

 

Nazzareno Tarantino – Azzurro nella stagione 1999-2000 in serie B (38 presenze e 0 gol), attaccante in forza alla Juve Stabia con cui ha appena ottenuto la promozione in serie cadetta. Resterà alla squadra di Castellammare e nella prossima stagione lo ritroveremo da avversario.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy