Non ci siamo. L’Empoli torna con le ossa rotte dalla trasferta campana, in una gara che si presentava difficoltosa e che ha finito per essere un vero e proprio disastro. Certamente il Benevento ha dimostrato di essere nettamente superiore a questo Empoli e non è un caso che sia in vetta alla classifica, in solitaria. Ma gli azzurri hanno deluso sotto ogni aspetto. A rammaricare di più è stato l’atteggiamento, non da squadra che vuole andare dritta in Serie A. È mancata la cosa basilare, quella verve agonistica che fa la differenza in un campionato così livellato come la B di quest’anno.

Ma procediamo con ordine. Bucchi si presentava al Vigorito, il suo ex stadio, con una formazione un po’ diversa rispetto al recente passato, abbandonando il 4-3-1-2 puro. Con Moreo e La Gumina ai box il tecnico decideva di rinunciare a una punta, lasciando il solo Mancuso a formare il reparto avanzato. Dietro di lui due trequartisti, Dezi e Laribi, che avevano il compito di inserirsi tra le linee e mettere in difficoltà centrocampo e difesa del Benevento. A centrocampo tornava Bandinelli, la cui assenza si era fatta sentire molto nelle precedenti gare, mentre in difesa la novità era l’utilizzo di Gazzola, finora oggetto abbastanza misterioso, per Veseli.

Gli stati d’animo delle due squadre erano diversissimi, se non propriamente opposti. E si è visto fin dai primi minuti. Il Benevento ha preso coraggio e ha trovato il gol al 15′, grazie alla zuccata solitaria di Tuia sugli sviluppi di un corner. Purtroppo la reazione dell’Empoli è stata minima, quasi impercettibile. E la squadra ha finito per perdere distanze e fiducia in se stessa, permettendo ai giocatori di casa – soprattutto gli esterni – di fare ciò che volevano. Non a caso il raddoppio è arrivato grazie a un’azione personale di Kragl, che col sinistro ha fulminato un non perfetto Brignoli.

Chi si aspettava un secondo tempo più gagliardo è rimasto deluso. Nella ripresa l’Empoli ha provato a riordinare le idee e a proporre qualcosa di più, ma lo ha fatto in maniera confusionaria. I tre cambi voluti da Bucchi sono arrivati entro l’ora di gioco e rappresentano una rarità, oltre che un segno di insoddisfazione da parte dell’allenatore. Con l’inserimento del giovanissimo Ricci in mediana al posto di un deludente Stulac gli azzurri hanno acquistato un minimo di freschezza in più (il centrocampista classe 2001 è stato nettamente il migliore), ma non si sono resi quasi mai pericolosi dalle parti di Montipò. Anzi, è stato il Benevento a confezionare la palla-gol più nitida con Coda, ipnotizzato da Brignoli.

Ieri male la difesa, in seria difficoltà in più di una circostanza. Si è visto, ad esempio, che il problema principale non era Veseli. L’albanese, pur avendo limiti tecnici evidenti, è stato sostituito da un Gazzola ancora in ritardo di condizione che non ha fatto meglio di lui. I due centrali, a differenza di altre gare, hanno compiuto diversi errori e hanno permesso al Benevento di costruire azioni pericolose. Ma il reparto che ha deluso maggiormente è stato il centrocampo: non solo il già citato Stulac, pure Frattesi, nelle ultime gare sempre tra i migliori, è incappato in una serata negativa.

Adesso l’Empoli è sceso al settimo posto. Chiaro, la classifica è molto corta: ma attenzione, è corta sia in alto che in basso e ci vuole un attimo per ritrovarsi in situazioni difficili. Molti chiedono la testa dell’allenatore, reo di non aver dato alla squadra il carattere di cui necessita chi vuole ambire a certi palcoscenici. E probabilmente è vero. Il mister ha dichiarato di volere di più da questa squadra, ma la grinta e la cazzimma sono due condizioni necessarie. Vedremo cosa succederà, la società sembra intenzionata a confermarlo, ma il passato ci ha dimostrato che ogni opzione è possibile.

I processi sono già iniziati e investono anche chi questa squadra l’ha allestita. Probabilmente sono stati fatti errori di valutazione, sia in senso tecnico che numerico. Forse questa squadra è stata sopravvalutata, ma una cosa è certa: prestazioni come quella di Benevento non si devono più vedere, perché a questo punto non basta più l’impegno. L’Empoli deve prima di tutto dimostrare di volerle vincere certe partite. Un tifoso può perdonare qualsiasi errore, ma non che la sua squadra non ci metta furore e rabbia agonistica. Questo è semplicemente inaccettabile.

72 Commenti

  1. Visto che quest’anno non si sale, potremmo far crescere la bella nidiata di giovani che abbiamo, così da trovarli pronti l’anno prossimo e riprovarci: Ricci, Nikolaou, Merola, Cannavò, Pirrello, Piscopo, Zelenkovs, potrebbero giocare a turno e farsi le ossa.

  2. Squadra senza mordente e senza grinta.
    Quando siamo partiti con grandi ambizioni ci siamo trovati con la me..da fino al collo.
    Attenzione che i playout distano solo 7pt.

  3. Quando CHI IMPOSTA L’AZIONE è LENTO…..tutta la manovra per forza di cose diventa lenta…..tanto che se ci fate caso la squadra corre solo quando cerca di difendersi…..Ciò vuol dire che non è vero che non si possa accelerare quando si attacca…..Certo vedere Stulac giocare ti fa rimpiangere anche Dioussè e uno come Castagnetti diventa un centrale alla Pjanic…..Dovrebbe ormai esser chiaro all’allenatore che in B SI DEVE CORRERE….E PARECCHIO e questa squadra quando attacca son più le volte che passa il pallone indietro di quelle che verticalizza in avanti…..con una manovra compassata e comunque senza un uomo che riesce mai a smarcarsi per ricevere il pallone.Non so quante volte Dezi ha perso palla ieri sera con dribbling mai riusciti e con lui Frattesi…..Si danno colpe alla difesa e all’attacco,ma qui quello che non funziona e il centrocampo……non è bastato l’ingresso di un ragazzino di 18 per capirlo?Bravo Ricci….ma gia si sapeva delle sue qualità….ma ha fatto vedere come si deve giocare in quella posizione….nonostante l’importanza dell’avversario e il risultato nettamente sfavorevole ha tenuto il campo con grande bravura.Per esempio in primavera spesso vedo un altro centrocampista molto bravo(Belardinelli) che sicuramente farebbe la sua bella figura anche in prima squadra al posto di qualche giocatore che chiamarlo svogliato è il minimo.Troppe le scuse che ha tirato fuori per l’ennesima volta Bucchi…..non è che può parlare ogni volta dei nazionali,degli infortuni,del fatto che la squadra è nuova…..5 partite hanno dimostrato che invece di andare a migliorare questa squadra ha fatto l’opposto e davvero non so come possano migliorare le cose quando sabato andremo ad incontrare il Pescara.Veramente in certi momenti della partita sembra che giochiamo con 6/7 giocatori contro 11.Non so se Cagni allena sempre….ma uno come lui saprebbe tirar fuori il meglio da questi giocatori…..giocatori che non credo che siano scadenti come in diversi li dipingono…..Le parole di Brignoli nel dopo partita risultano piuttosto significative……Poi ad ogni partita si vede benissimo che nessuno gioca in funzione del compagno,ma spesso lo lascia in balia dell’avversario….insomma nessun si aiuta l’un l’altro e si va avanti spesso con azioni individuali da cui poi perdi palla e subisci le ripartenze……..Ieri era una partita in cui dovevi far vedere di che pasta eri fatto….ma credo che di grano duro se ne sia visto 0,ma di mozzarella tanta!

  4. Già depositato le armi? Non ci crediamo? Non credo che non si possa trovare una soluzione, il campionato per salire è buono questo visto i valori delle altre.

  5. Devo dire articolo molto onesto da parte di una redazione che invece troppo spesso si tiene il prosciutto sugli occhi per non inimicarsi la società. Ma quando è troppo è troppo. L’unica cosa che noi tifosi non vogliamo mai vedere è una squadra che non lotta. Preferirei di gran lunga una squadra di scarponi presi dalla C che sputano sangue per 90 minuti, anche se magari poi perdono. Ma di questi viziati leziosi non se ne può più. Mosci nelle azioni offensive, non rincorrono l’uomo quando il possesso è degli altri, non si lanciano a recuperare il pallone, non si aiutano tra di loro. Il mister è solo uno dei problemi, ma nel calcio si sa che in questi casi a pagare è lui, i giocatori li puoi cambiare solo l’anno dopo o in parte a gennaio. Mi stupisco che dopo ieri sera Bucchi sia ancora in sella. Sabato non vedo come possiamo far meglio. Ma in casa nostra, se quanto meno l’atteggiamento caratteriale non cambierà, credo meritino fischi e insulti a profusione

  6. Guardiamo in faccia la realtà.
    Questo è stato preso SOLO per arrivare ai playoff non certo per vincere il campionato e non credo nemmeno che a questi, vista la situazione stadio, interessi tornare in serie A che qui non giocheresti più sicuro al 200%. Questo non lo mandano via solo perché x ora sei sempre attaccato alla griglia playoff ma voglio ridere dopo domenica… Comunque vorrei sapere cosa è successo dopo il Perugia, non è possibile una involuzione simile… Ma tanto NESSUNO PARLA (e ovvio)….

  7. in società sicuramente si staranno già guardando intorno.
    vedendo come sono stati silurati vivarini prima e andreazzoli (l’anno scorso)
    poi bucchi sa benissimo che la partita di sabato diventa fondamentale.
    perchè bisogna capire due cose: o la rosa è ritenuta di primissimo livello e allora
    le colpe sono tutte dell’allenatore oppure è considerata non da promozione diretta
    e a quel punto cambiare allenatore potrebbe essere pure peggio.
    il fatto è che sulla piazza non ce tanto di meglio a parte qualcuno che possa dare una
    scossa le prime partite e basta.

  8. Cosi come siamo perdiamo anche con la sughera…è pazzesco aspettare la sconfitta con il pescara per non cambiare il tecnico…ma la presa di c..lo verso i tifosi non la considerate…io per protesta non vado allo stadio a farmi prendere in giro…fate festa incompetenti

  9. io dico che per ora la panchina di bucchi è stabile ma in caso di risultato negativo con il pescara
    potrebbe iniziare a traballare o saltare direttamente

  10. C’è troppo silenzio comunque. Non parla nessuno, dopo una sconfitta brutta e dopo 5 partite in cui si è tirato 2 volte in porta.
    Almeno un’intervista in cui qualcuna dica “Abbiamo fiducia in Bucchi”.
    Nemmeno quella. Boh

  11. Chi rimpiange andreazzoli e addirittura martusciello è bene che non commenti. Situazione critica specie per il fatto che tutti avevano fatto la bocca sull’essere i favoriti… È lunga e c’è tempo per una ripresa ma ad oggi siamo messi male. Giocatori veramente testardi che giocano per l’azione personale, atteggiamento come quando c’era martusciello dove si giocava per pareggiare anche in casa contro il Pescara retrocesso due settimane prima, gente che non tira nemmeno davanti alla porta… Speriamo di uscirne presto. Ancora una volta chiedo cosa si stia aspettando a richiamare Croce svincolato che si sta allenando a Coverciano, uno che la maglia l’ha sempre onorata pur nell’annata del mago di Ischia. Croce giocherebbe anche zoppo nel centrocampo di oggi… Sveglia!

  12. L’errore più grande che ha commesso la società , è quello di aver fatto andare via Marcello Carli come DS, guardate cosa stà facendo a Cagliari,per non parlare dei giocatori presi questo anno,gente rotta a fine carriera,giocatori senza volontà senza mordente,senza voglia, e domenica per Bucchi è sicuramente l’ultima spiaggia, o vince o se ne và.

  13. Hanno pensato di essere bravi a comprare come a vendere. Sono stati bravi a vendere, bravissimi poi hanno preso giocatori rivolgendosi all outlet in tempo di saldi. Ok ma diversamente da due anni fa lo spogliatoio era tutto vuoto. C’erano rimasti solo Antonelli Maietta e Veseli, Accardi con meno di 10 milioni ha comprayo tutto il meglio possibile e Bucchi ha fatto quello che poteva, chi non riconosce quanto sopra non vuole vedere ka realtà dei fatti e quando sono arrivati qualche infortunio la coperta era un po’ corta …

  14. Speriamo sia bravo, io rimango dell idea che Bucchi non è il colpevole. Credo comunque che la voce sia credibile perché per chi non lo sapesse o non lo ricorda, Calzona e l’ex vice di Sarri. Non ha ancora fatto esperienza come allenatore che io ricordi.

  15. siamo partiti con favori da tutti i media, evidentemente gli acquisti non sono da poco, quindi è sicuramente il manico che non da garanzie, occorre una svolta drastica e per questo ormai anche a Empoli non si scherza, vedi gli anni precedenti. Dobbiamo avere coraggio di rischiare con bucchi, o ancora più coraggio di provare un nuovo allenatore, prima possibile, non aspettare tanto, perchè poi se i risultati non arrivano, si crea solo malumore e abbattimento anche dei pochi giocatori rimasti a lottare.

  16. Il Benevento è una bella squadra, con giocatori singolarmente quasi tutti più forti dei nostri e con un bel gioco di squadra. Il problema non è la sconfitta di Benevento, è il comportamento delle ultime giornate che lascia preoccupati: invece di migliorare si peggiora. L’articolo finalmente dice le cose che PE dovrebbe dire più spesso.

  17. si però adesso il fatto è che per cambiare rotta serve una svolta.
    quindi o bucchi da le giuste motivazioni alla squadra oppure i giocatori tirano
    fuori gli attributi. di certo a stagione iniziata tra allenatore e giocatori non cambi
    di sicuro i giocatori.

  18. Pare che il capo sia di ritorno da Roma dove ha firmato con il Credito sportivo x l’inizio dei lavori….hanno aggiudicato lo studio di fattibilità per 75000€…..

    • Aspettiamo fiduciosi,così che il Comune di Empoli possa dare (o non dare) la dichiarazione di pubblico interesse per lo stadio.

  19. La Cremonese sta prendendo due sberle a Cosenza, segno è che hai giocato alla pari e pareggiato con squadre che sono peggio di te.
    Credo che prima di guardarci avanti ci si debba guardare dietro, parlare di A è una iettatura.

    • Non è che ci volesse tanto a capirlo(non riferito a te naturalmente)…..bastava guardare la classifica e vedere dove si trovavano e dove si trovano anche oggi Cremonese.Trapani e Spezia…….

  20. CALZONA è UNA SCOMMESSA COME LO FU ANDREAZZOLI SI SPENDE POCO SE FUNZIONA SI è FATTO BINGO ALTRIMENTI SI RICHIAMA BUCCHI CHE NEL FRATTEMPO SI PUO’ ESSER SCHIARITO LE IDEE!

  21. Cmq al momento non si puo prescindere dal 3 5 2 brignoli romagnoli maietta nikolau balkovec stulac frattesi bandinelli dezi merola mancuso . Mi sembra la miglior formazione che possiamo esprimere al momento fuori dalle palle l albanese e merola lo vedo molto propenso allo scambio poi si puo variare inserendo ricci al posto di stulac. Bandinelli puo agire anche a destra x essere peggio dell albanese ce ne vuole.

    • Anche a te l’hanno detto? Dicono che Allegri abbia rifiutato Manchester United e Paris Saint Germain perché gli stuzzica l’idea Empoli. 🤣🤣🤣

  22. Sarri indovinato
    Giampaolo indovinato
    Martusciello sbagliato
    Vivarini sbagliato
    Andreazzoli indovinato
    Iachini sbagliato
    Bucchi. Xxxxxxxx?

    • Dalle tutte le informazioni:
      Sarri voluto dal carli
      Giampaolo voluto dal carli
      Martusciello imposto dal padrone
      Vivarini scelta condivisa (lo disse il padrone in conferenza stampa) con tutti, figliola inclusa
      Andreazzoli gentilmente offerto dalla ditta spalletti
      Iachini portato dal ds
      Bucchi portato dal ds

  23. State tranquilli che i padroncini hanno pronto il balocchino di distrazione di massa: si ricomincia a parlare di stadio a breve e giù tutti contenti a battere le mani! Poi ci si lamenta perchè ci prendono per ilcxlo, fanno bene.

  24. Ma richiamare Iachini che è sempre a libro paga, vi farebbe proprio schifo, io sono convinto che con questa squadra farebbe bene e ci porterebbe in serie A.

    • Iachini non è a libro paga, il contratto si rinnovava al rialzo solo in caso di salvezza.
      E infatti com’è andata a finire?

  25. Tanti bei discorsi…..ma qualcuno mi dovrebbe spiegare qual’è il senso della conferma di Bucchi fino a sabato.
    Ormai sono esattamente 4 mesi che l’allenatore ha la squadra in mano ed i risultati sono davanti agli occhi di tutti. Gli acquisti? non sono all’altezza? peggio ancora. Ma Bucchi dov’era quando sono stati fatti? non credo che siano stati fatti contro la sua volontà. Ed allora vuol dire che ha sbagliato anche in fase di campagna acquisti e poi continuato in fase di preparazione ed in fase di gestione della squadra. Quindi cosa si spera che cambi da qui a sabato? Se veramente ci fosse stata la volontà di cambiare le cose, lunedi avrebbe dovuto già esserci un nuovo allenatore. Avrebbe potuto almeno dare una scossa a giocatori fin troppo sicuri del posto e provato ad impostare una formazione per il Pescara, poi sulla base delle evidenze, lavorato sui pregi ed i difetti, durante la prossima sosta.
    Ora, Sabato, saremo di nuovo allo stadio con la certezza che la squadra sarà sempre la stessa: senza anima, fredda ,compassata, con i suoi bei lancioni lunghi con le bellurie di qualcuno che vuol mettersi in mostra e anche se il risultato sarà positivo non avremo risolto nulla.

  26. Abbiamo 2 partite in casa. Visto che tutti ci siamo illusi dopo Pisa e Perugia, forse la Società si augura che la scintilla possa scattare una volta per sempre, con Pescara e Venezia. E’ solo un’ipotesi eh….

  27. Dai che ora la società per distrarre un po’ i tifosi rilancerà la favoletta dello stadio nuovo, va a finire che Bucchi rimarrà nella sua panchina e lo stadio non lo faranno per dare la colpa al comune di Empoli.
    SVEGLIA PESCI D’ALLEVAMENTO FANS MONTEBORINI!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.