La squadra tornerà in giornata da Benevento e nel pomeriggio sosterrà subito il primo allenamento della settimana in vista della sfida che si giocherà sabato pomeriggio contro il Pescara. Una sfida che a questo punto diventa campale; gli azzurri arrivano da cinque gare senza vittorie, cinque gare in cui sono arrivati soltanto tre punti con la squadra scivolata al settimo posto.

Alla ripresa dei lavori saranno da capire le condizioni di Nino La Gumina, ieri nuovamente assente per via del problema alla caviglia. L’ex Palermo dovrebbe essere in grado di recuperare per la sfida con gli abruzzesi. Più difficile invece che si riveda Moreo ormai lungodegente. Il ritorno o meno di La Gumina sarà indicativo anche per il modulo, da capire infatti se in caso di assenza si riproporrà quel 4-3-2-1 visto ieri o si tornerà alle due punte con un’altro elemento (Piscopo o Merola). Una settimana importante per mister Bucchi ad oggi sulla graticola con una buona fetta della tifoseria a chiederne l’esonero. Sicuramente il mister ha le sue belle responsabilità, su tutte quelle di non essere riuscito a trasmettere a questo gruppo quella cattiveri sportiva fondamentale, quel sangue negli occhi che lui per primo non riesce a vedere nel suo gruppo. Responsabilità però importanti anche da parte della società; la speranza è quella di una pronta inversione di marcia, ma la sensazione è che non ci sia quella formulina che come due anni fa possa andare a cambiare in corsa le cose in maniera importante.

Ieri a Benevento la squadra si è dovuta piegare ad un avversario più forte, giocando un primo tempo davvero pessimo che anche al netto della forza dell’avversario non è accettabile per una squadra che ha le ambizioni di questo Empoli. Qualcosa in più è arrivato nel secondo tempo, complice anche un calo dei padroni di casa, ma anche in quel secondo tempo leggermente più brioso, la squadra non ha mai impensierito le streghe, con il pericolo più grande arrivato senza dubbio da parte dei giallorossi con una super parata di Brignoli su Coda. Indicativo anche che il migliore in campo tra gli elementi di movimento sia stato alla fine il giovane Ricci. Gli spunti di riflessioni sono e devono essere tanti, e non è escluso che la società ed il mister debbano fare una bella chiacchierata per capire quello che è il cammino comune. Se si dovesse decidere, come crediamo, di andare avanti con Bucchi la settimana dovrà essere di quelle perfette perchè sabato in tanti si poi si andranno a giocare qualcosa di importante. Anche chi magari dietro la scrivania non rischia un esonero.

25 Commenti

  1. Vedo molto grigia la situazione. Ci sono giocatori che non hanno ancora cominciato a giocare (Stulac-Mancuso-Laribi), altri non lo faranno mai (La Gumina-Veseli-Antonelli), altri ancora sfiduciati (Dezi-Frattesi). Insomma, sicuramente non abbiamo rosa da primi due posti come già avevo detto il 31 Agosto, ma adesso si stanno intravedendo anche le colpe di un mister che non sta riuscendo a dare gioco a dei giocatori che comunque tra gli 11 titolari hanno molte presenze in serie a e b. Quindi ahimè darei ancora un paio di partite per invertire tendenza, altrimenti non vedo alternativa al cambio di allenatore.

  2. Analizziamo reparto x reparto. In difesa ci sono 3 giocatori che sono ormai inadeguati fisicamente per la serie B e soggetti ad infortuni a ripetizione. A centrocampo perlomeno 2 dei 4 che si sono comprati (Frattesi non lo conto perchè è prestito secco) sono quantomeno discutibili. In attacco abbiamo un pacco da 9 milioni che ci resterà sul gozzo parecchio, a meno di regalarlo, e l’attaccante che doveva fare i gol che per ora non ha fatto nulla, e le alternative sono uno che più di 6 gol a campionato non ha mai fatto e 2 primavera. Sbagliare un acquisto ci può stare, ma qui mi pare che, tranne Frattesi, che non è nostro, poi non se ne sia indovinato neanche uno. E per completare l’opera, s’è preso un allenatore che quando è andato via, sia a Perugia che a Benevento, hanno fatto la ola. Se resta questa la situazione riponiamo alla svelta i sogni di gloria e tiriamo a fare i punti per salvarci che è meglio.

  3. Però sulla rosa io la penso un po’ diversamente, o almeno sull’11 titolare. Non è scarsa in termini assoluti. L’intensità della partita col Pisa, la quasi perfezione di quella col Perugia testimoniano di una squadra che ci potrebbe anche arrivare, tra le primissime. Certo poteva essere costruita meglio ancora, le lacune ci sono e la società è responsabile. Ma qui il problema mi pare quasi esclusivamente di “palle” e di spirito di gruppo, cose che il mister deve inculcare altrimenti va cacciato. Questo è un branco di mezze seghe viziate che il massimo che provano a fare è l’azione personale per farsi notare. Il fatto che la rosa sia “scarsa” rischia di diventare una scusa, questi hanno bisogno di un mister che li appiccichi al muro, o sennò di un pubblico che li rincorra un po’. Se si conferma Bucchi non mi pare un buon segno, forse il Pres per quest’anno si accontenta di non retrocedere (e badate che con una squadra di senza palle così, se ci risucchiano in zona bassa si rischia tantissimo). Almeno ci faccia vedere Ricci titolare per Stulac, per cortesia

  4. Il problema e’ la fiducia iincondizionata che il presidente ha dato ad accardi il peggiore dei 3 tenori eppure e’ rimasto……chissa’ perche’ ….. con questo entourage senza investimenti a gennaio si va di sotto anche perche’ da ora in avanti tutti giocheranno x vincere con noi senza piu timori reverenziali. Un segnale forte sarebbe via bucchi ed accardi subito.

  5. Bisogna esser sinceri di gioco non se ne vede,ma siamo sicuri che tutto dipenda da Bucchi o da dei giocatori che non sanno saltare l’uomo perdendo palla,che sbagliano passaggi elementari e che vanno a 2 all’ora.Non ho mai visto giocare le squadre di Bucchi ma da quello che si legge qua e là,le sue squadre hanno sempre giocato un calcio di attacco notevole.Adesso sta al presidente chiamare tutti a rapporto e capire da cosa dipende tutto ciò.Una cosa è sicura questa squadra è in caduta libera e certo non sta evidenziando nessun miglioramento sotto nessun aspetto,a partire dalla determinazione e a finire con un gioco inesistente.Se il tutto dipende dall’allenatore sarà giusto esonerato,se dipende dai giocatori la soluzione è sempre la stessa perché a quel punto prendi un allenatore che li prenda uno ad uno e li tratti a muso duro.Insomma all’orizzonte non vedo altre soluzioni(oltre naturalmente a rinforzare la squadra a gennaio).
    .

  6. Ma Accardi una parolina la potrebbe dire?! Prendersi almeno la responsabilità di aver costruito male la rosa, non tanto da un punto di vista della qualità, ma anche della quantità. Difesa assortita male, centrocampo senza cambi di qualità e attacco sterile e infortunato.
    Rimpiango Pecini…

  7. Io Ho come l’impressione che quando la squadra dagli spogliatoi entra in campo non ha assolutamente idea di come deve giocare…. Nell UISP ho visto squadre più organizzate… Intanto a Brescia cellino a esonerato corini a prescindere dall affare Balotelli….. E il Brescia a giocatori di un certo livello tipo Tonali Bisoli Balotelli e Donnarumma…. E pure stasera rischia di essere ultimo….. Ho letto di un Benevento che praticamente sarebbe la nuova Juventus della serie B Io invece credo che col giusto manico e con un minimo di tattica non siamo una cattiva squadra……ieri sera spero di aver toccato il fondo ma sabato arriva il Pescara che non è quello di Coppa Italia…….

  8. Ancora non avete esonerato bucchi…masochisti di primo acchito…cosa aspettare la sconfitta con il pescara? La meglio sarebbe non andare nessuno sabato allo stadio..lo spettacolo dato fino a ora è stato indecente..fate altamente pena

  9. Ho paura che ci voglia un’altra sconfitta, e per questo non si deve aspettare troppo. La prossima c’è il Pescara che ci potrebbe “risolvere” il problema. Il punto è che poi anche se l’allenatore va , poi il ds resta…….

  10. Visto che quest’anno non si sale, potremmo far crescere la bella nidiata di giovani che abbiamo, così da trovarli pronti l’anno prossimo e riprovarci: Ricci, Nikolaou, Merola, Cannavò, Pirrello, Piscopo, Zelenkovs, potrebbero giocare a turno e farsi le ossa. L’allenatore? L’ideale sarebbe Calzona, ex vice di Sarri. Il guaio è che non ha mai fatto il primo, ma sempre il secondo. Sarebbe un rischio anche lui.

  11. Con il pescara aspetto una sonora sconfitta salutare..così anderemo piu vicini alla retrocessione…ma perché non diamo una scossa a questi pseudo calciatori..che a benevento dovevano pagare la trasferta a quei tifosi azzurri che si sono fatti prendere per il c…lo da tutto lo staff presente..giocatori allenatori direttori magazzinieri…tabula rasa di questi personaggi

  12. Due semplici considerazioni:
    1) il 90% parla di esonero e di questi la maggior parte non fa nomi e se li fa non li motiva (facile dire “esonerate Bucchi” senza poi fare proposte concrete da un punto di vista tecnico/tattico). Pensate bene agli allenatori che eventualmente proponete e guardate al loro passato…
    2) io sono convinto che siano gli errori tecnici dei calciatori alla base di tutto, quindi il Mister deve migliorarli e responsabilizzarli da questo punto di vista (molte azioni non vengono concretizzate per errori nei passaggi, negli stop, ecc…)
    3) anni fa Berlusconi assunse Sacchi come allenatore del Milan e nonostante gli scarsi risultati di inizio campionato, fece un bel discorso ai calciatori del tipo:”cari ragazzi, il sig. Sacchi gode della nostra massima fiducia, quindi chi non lo segue….si può accomodare”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.