Presentazione Marino

Il Presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi, ha rilasciato un intervista a Radio Sportiva.

“Siamo contenti del rendimento della squadra in un campionato all’insegna dell’equilibrio, che potrebbe rompere il Monza. La squadra di Brocchi ha mostrato qualche problema di adattamento alla categoria, ma non mi sorprenderei se alla fine facesse come il Benevento dello scorso anno. 

Mercato? Al momento non c’è niente, soprattutto per giocatori con prospettiva di Serie A. Se non succede nulla andiamo avanti così, siamo contenti della nostra squadra, la più giovane del torneo.

 Parisi? Mostra qualità e personalità da veterano, è un ragazzo che deve completarsi sotto l’aspetto fisico, ma ci sta sorprendendo in positivo.

 Se il nostro sogno del 2021 è ritrovare il derby con la Fiorentina? Il nostro obiettivo è fare un campionato ambizioso, ma soprattutto è fondamentale valorizzare i giovani. 

Sarri? Lo seguiamo con molto affetto e gratitudine, è una soddisfazione vedere un allenatore partito da Empoli che riesce a vincere titoli con Chelsea e Juventus”.

7 Commenti

  1. Per carità, ogni partita fa storia a se e quindi puoi perdere su qualsiasi campo. Ma quando leggo che il Cosenza ha una squadra più forte di quella dell’anno scorso, mi domando come mai si trovi al quartultimo posto. Forse sarà che sia stata sfortunata in alcune occasioni, forse sarà per i troppi pareggi… Domani forse potrò avere risposte più precise su questa squadra e se riuscirà a metterci in difficoltà. Le chiacchere le porta via il vento è il campo che da il giudizio definitivo.

  2. Giusto che il presidente tenga un profilo basso,sia per togliere pressioni alla squadra che per coprirsi un po’…ma sotto sotto penso che tutti sappiano quanto può dare questa squadra… comunque vista anche l’esperienza dell’anno scorso è giusto per ora far fare proclami agli altri.

    • E soprattutto nei ricambi siamo bravi ma molto giovani. Effettivamente si può ambire a tanto, però coi giovani le varianti sono molteplici.
      Se poi ci metti anche gli infortuni (vedi Bandinelli) si vede che nel calcio, come nella vita, non c’è niente di certo.
      Giusto il profilo basso, almeno fino a marzo.

  3. Parisi è ancora leggero..rimettiamo terzic che è nettamente più forte.. andiamo in a che è obiettivo..non pompiamo troppo un giovane che deve crescere tanto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here