La prossima sfida metterà di fronte prima contro ultima, una partita sulla carta appannaggio degli azzurri ma molto insidiosa nella pratica. Vediamo i pro e i contro del prossimo match attraverso i Più e i Meno:

I PIÙ
– La convinzione della squadra
– Il Pescara sembra in un periodo di crisi
– Le tante frecce all’arco di Dionisi

I MENO
– L’Empoli ha da perdere più del Pescara
– La necessità di punti del Pescara
– Gli ospiti hanno un buon organico

Il Pescara è reduce da una striscia di quattro sconfitte consecutive. Un periodo di crisi che sembra aver minato il morale degli uomini di Breda, che nel mercato di gennaio si sono mossi molto rafforzando la squadra. Nonostante il periodo poco brillante, le insidie sono dietro l’angolo: le necessità di fare punti potrebbe portare il Pescara a fare una gara di qualità.

Però l’Empoli sa quel che vuole e mister Dionisi ha molte frecce al suo arco, da poter sfruttare a gara in corso. Contro il Monza è arrivata la riprova che questo Empoli è abbastanza maturo per poter superare le pressioni che da qui in avanti gli si pareranno davanti.

16 Commenti

  1. Quoto Zapata. Questa si che è la prova del nove! Altro che Monza! Per ora abbiamo sofferto le “piccole” e si può cadere nella trappola. Occorre testa, testa e ancora testa. Se si vince in serenità allora sì che avremo passato la vera prova del nove!

  2. Ogni settimana, o meglio ad ogni partita, viene detto che è la prova del nove, ma a me pare, dopo aver perso 1 partita su 21 disputate, che la prova del nove debba essere associata alle squadre che ci inseguono e che poi dovranno incontrarci. Noi partita dopo partita ci siamo confermati una CERTEZZA! Viaggiare alla media di due punti a partita, non necessità di nessuna prova del nove. La prova del nove magari riguarderà il Pescara se vuole salvarsi. Noi affronteremo una partita difficile come lo saranno tutte da qui alla fine, con squadre che puntano alla A diretta, con squadre che puntano ad arrivare ai play off e con quelle che punteranno a salvarsi. Ma questo varrà per Spal, Monza, Chievo, Cittadella, Salernitana (e Lecce se recupera. Abbiamo giocato sempre per vincere ed è questo che faremo da qui alla fine.

  3. Concordo con Daniele.Vorrei capire perché in tanti scrivono che quella che andremo ad affrontare sarà la prova del nove.Una squadra che in un girone più due partite ha perso una sola volta mi pare che si sia già guadagnata una certa fiducia.Col Pescara sarà difficile come sempre in questa stagione.Specialmente nel girone di ritorno tutte le squadre pericolanti si sono rinforzate parecchio e vedendo sempre meno partite davanti aumenta il tasso d’agonismo.Non esistono partite facili quest’anno,ogni squadra porta con se insidie e difficoltà.

  4. Non è quello Daniele,credo molti interpretino quella contro il Pescara la prova del nove per testare la tenuta mentale del gruppo.
    Contro Salernitana,Frosinone e Monza,quotate concorrenti per la promozione, non c’erano problemi di cali di concentrazione che,speriamo di no, potranno verificarsi contro gli abruzzesi.
    La paura è sentirsi troppo forti,ma qui subentra la bravura del mister,ed io,personalmente,sono molto tranquillo,anche se a “tranquillo”,si sa icchè gli fecero…

    • Purtroppo Nicola è quello! Vedrai che se vinciamo contro il Pescara ci sarà chi dirà che con la Spal sarà un’altra prova del 9 e poi se non perderemo con loro andremo a Pisa e riapparirà nei commenti la famosa ormai prova del nove. Se poi vogliamo intendere con prova del nove la difficoltà che andremo ad incontrare in ogni partita(per i motivi che ho scritto appena sopra) allora ok, ma davvero è da inizio campionato che sia il mister che i ragazzi hanno pochi grilli in testa e lavorano con l’umiltà e voglia di migliorarsi. E quando il mister dice che abbiamo margini di miglioramento (lo ha detto anche riferito a lui) non si puó che credergli perché anche il tifoso vede benissimo che ogni tanto alcune “bischerate” andrebbero evitate( tipo rigore con il Vicenza o il goal assurdo subito con l’1-0 per il Cittadella o l’errore anche a Monza con quel disimpegno tra Brignoli e Nikolaou che almeno non è costato il goal. e senza pareggi regalati adesso saremmo il Benevento dell’anno scorso e senza nessuna discussione), ma mai comunque girerà tutto alla perfezione perché in campo scendono due squadre e non una sola. E credo anche che forse il tifoso azzurro si debba godere di più questo primo posto… dubbi e incertezze rimandiamole solo a quando le cose potrebbero girare (speriamo mai) meno bene, adesso solo un Consiglio per chi ci sta dietro in classifica: “Salutate la capolista! “

  5. Ripeto, con le piccole abbiamo sofferto, perchè quando le abbiamo incontrate, non avevamo sciolto alcuni dubbi fondamentali (trequartista e attacco); oggi la squadra ha la sua fisionomia e le sue certezze; certo non dobbiamo rilassarsi e dare per scontata la partita, e forse pensare che quella dopo con la Spal sia più importante; ma non credo che si faccia questo errore.

  6. Occhio che non facciamo come con L Ascoli ,…. testa bassa e lavorare che è ancora lunga … non distrarsi che a loro basta segnare un golletto all’ inizio e si è in affanno per tutta la partita.

  7. Ragazzi il tifoso empolese è apprensivo, ha paura che perdendo gli altri ci rimontino in classifica,tutte le partite son difficili,però noi siamo l’Empoli capolista,quindi il Pescara avendo fatto 6 gol fuori casa, non sò come potranno fare a batterci, oddio la palla è tonda e senza cervello, però i punti fatti qualcosa valgono oppure no.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here