Corsi-Ferrero

Situazione davvero mutevole ed anche surreale in casa Samp. Ci avevano dato per scontato l’incontro tra il Presidente della Samp, Ferrero, e Patrick Vieira per discutere della panchina doriana, ma per la seconda volta questo incontro (doveva essere a Milano) non si terrà. Ed a darne conferma è stato l’agente dell’ex allenatore del Nizza interpellato da alcuni colleghi della stampa nazionale. Non arriva nessuna motivazione ufficiale od ufficiosa al perché di questa nuova “buca”, se non la sensazione di chi è vicino alla Samp sul fatto che il profilo non piaccia più di tanto nemmeno come piano B, con in questo senso le quote di Iachini in rialzo.

Ferrero oggi sarà comunque a Milano, e nel capoluogo lombardo potrebbe incontrare Fabrizio Corsi visto che è in programma l’assemblea di Lega per lo spacchettamento dei diritti tv. Stando a quanto riporta “Repubblica”, anche se non c’è nessun appuntamento in agenda, potrebbe essere però questa l’occasione per un confronto diretto tra i due massimi dirigenti per capire qualcosa in più rispetto alla situazione legata ad Alessio Dionisi. Rispetto al precedente pezzo confermiamo che in terra ligure adesso prevale maggiormente la sensazione che non sarà Dionisi il loro allenatore per quanto questi sia ciò’ che la Samp vorrebbe. Il nodo si scioglierà definitivamente soltanto a metà settimana con il nuovo incontro, stavolta agendato, tra Dionisi e l’Empoli

25 Commenti

  1. facciamoci dare un giocatore e leviamocelo dai piedi, oramai non può più essere l allenatore per la prossima stagione, e speriamo che il Presidente lo abbia capito altrimenti son dolori il prossimo anno

  2. Secondo me le “buche” al povero Vieira sono dovute alla scarsa liquidità del portafogli del Viperetta per pagargli la cena.

  3. Secondo me dopo l’ultimo rifiuto non è già più l’allenatore dell’Empoli. Dateci l’ufficialità e pensiamo al successore.

  4. Continuo veramente a fare fatica a pensare con la testa di Dionisi….ho pensato al prolungamento di contratto fatto da Zanetti a Venezia fino al 2025 e mi sembrano cose da pazzi anche queste…. Ma alla fine sono arrivato alla considerazione che quello più intelligente e’ Gattuso che firma contratti annuali e poi a metà campionato si vede se si continua insieme o no….

  5. Ferrero non ha un euro ,e il problema che alla fine ci tocca Dionisi che ora come ora lo vorrei lontano da Empoli ,la Sampdoria è messa proprio male.

  6. Povero furbega, con un cervellino da gallina; tutti lo volevano e nessuno l’ha preso. E ora va a chiedere l’elemosina al pre si dente; sgancia un milione e vai dove ti pare !!! oppure stai fermo un anno, per comportamento sleale nei confronti della società con cui hai ancora un contratto da rispettare.
    Oggi incontro cor si – ferrero ? Per che cosa ? Per farsi ridire che viperetta non ha una lira ?

    • Entro sei mesi, per rispettare il concordato preventivo, ferrero deve vendere tutti i cinema e la sampdoria; ma di cosa stiamo ragionando. Ma guardate questo co gione di allenatore, con chi è andato a impelagarsi !!!!!

  7. Ma se Dionisi venisse esonerato, cosa fattibile, poi potrebbe allenare nella stessa serie? Non mi pare, quindi esoneriamolo, e prendiamo un altro più serio. Sarà il male di pagargli lo stipendio per un anno ma almeno poi gli s’abbassa la cresta

      • No.Fino a che è sotto contratto con noi (ad oggi il contratto gli scade nel 2022) lui non potrebbe allenare un’altra squadra.Noi gli dovremmo comunque pagare lo stipendio.Se poi L’Empoli gli concede il pass (che significherebbe smettere di pagarlo) allora lui potrebbe allenare un ‘altra squadra in serie A, ma solo se non comincia il campionato.

        • Come annunci l allenatore nuovo lui può liberarsi come fece con il Venezia lo scorso anno. L unica cosa sarebbe far sistemare tutte le panchine in a, poi esonerarlo e poi prendere il nuovo allenatore. In quel caso lo puoi tenere fermo un anno pagandolo

  8. Ragazzi aspettiamo qualche giorno, i giornalisti (e mi riferisco molto sulla sponda Sampdoriana) in assenza di cose concrete continuano a fare articolini, tanto bla bla bla su sensazioni personali, ma in realtà nessuno sà realmente le cose, nessuno sà qual’è il contendere, le reali intenzioni e soprattutto facciamo anche tanti processi alle intenzioni e alle parole lette sui vari siti. La verità potrebbe essere un pò diversa da quella che ci dipingono.
    Aspettiamo e vediamo.

    Di sicuro vedere contratti a 800mila a Spezia o prolungamenti fino al 2025 a Venezia sono indice di un calcio che ha perso di vista la realtà.

    • Comincio anche io a farmi questa idea e che anche questo comune sollevamento della piazza contro Dionisi corra il rischio,alla lunga,di venire strumentalizzato per coprire lacune e corresponsabilità di qualche altro attore di questa faccenda…Non esiste mai una colpa sola…Venezia e Spezia fanno il loro gioco ,sono gestite da miliardari che se vanno in perdita ricapitalizzano coi proventi derivanti dalle loro altre attività…e comunque hanno una gestione aziendale che non può essere paragonata alla gestione familiare di Corsi che se non guadagna e non rientra dei costi chiude…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here