Nella settimana appena trascorsa sono stati giocati i ritorni delle gare di qualificazione ai gironi di Champions League ed Europa League (ex Coppa Uefa, ndr). Il bilancio è negativo.

 

In Champions l’Udinese è stata eliminata dall’Arsenal. I bianconeri dovevano ribaltare lo 0-1 patito in Inghilterra la settimana precedente; la missione non era facile ma gli uomini di Guidolin avevano iniziato con il piede giusto segnando, al 39′ del primo tempo, il gol del vantaggio con Di Natale e riequilibrando nel contesto generale la situazione. Nella ripresa poi hanno subito la reazione degli anglosassoni che hanno trovato il gol dell’1-1. Un errore inaspettato dal dischetto di Di Natale non ha permesso alle zebre di riportarsi di nuovo in vantaggio e nel finale è arrivato anche l’1-2 dell’Arsenal.

Udinese “retrocessa” in Europa League e Italia che avrà così “solo” tre club (Inter, Milan e Napoli, ndr) nella fase a gironi.

 

Le due romane Lazio e Roma dovevano invece conquistarsi l’accesso alla fase a gironi dell’Europa League. La Lazio vince 3-1 in Macedonia contro il Rabotnicki e, in virtù anche del successo dell’andata, è riuscita nell’impresa; male, malissimo la Roma, fuori dall’Europa. Dopo la sconfitta dell’andata con lo Slovan Bratislava (0-1) la Roma all’Olimpico non va oltre l’1-1 ed è fuori dalla competizione continentale. Inizia davvero male l’avventura dello spagnolo Luis Enrique sulla panchina giallorossa. E l’Italia perde subito il primo mattone europeo.

 

Poi ad evidenziare il distacco dalle più importanti espressioni calcistiche del continente ci si è messo anche il Napoli che, invitato al torneo Gamper dal Barcellona, ha cercato di giocare alla pari con gli spagnoli. E’ finita così: Barcellona-Napoli 5-0! Il distacco del calcio spagnolo su quello italiano resta enorme…

 

M. B.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here