Eire-Italia 2-2: si va ai Mondiali, ma che partita

Eire-Italia 2-2: si va ai Mondiali, ma che partita

   2    2 7′ WHELAN 87′ LEDGER 26′ CAMORANESI 89′ GILARDINO   E’ finita 2-2, l’Italia di Marcello Lippi è matematicamente qualificata, con un turno di anticipo, ai Mondiali di Sudafrica.   Ma giù il cappello a Giovanni Trapattoni e al “suo” E


   2    2

7′ WHELAN

87′ LEDGER

26′ CAMORANESI

89′ GILARDINO

 

E’ finita 2-2, l’Italia di Marcello Lippi è matematicamente qualificata, con un turno di anticipo, ai Mondiali di Sudafrica.

 

Ma giù il cappello a Giovanni Trapattoni e al “suo” Eire che è passato due volte in vantaggio e che adesso si gioca l’accesso ai Mondiali agli spareggi Play Off.

 

Il colpo di testa vincente di German CamoranesiBisogna dire che quello giocato a Dublino tra Eire e Italia è stato un match spettacolare.

Nel primo tempo Eire in vantaggio dopo otto minuti con Whelan, e irlandesi scatenati spinti dai 75mila del Croke Park Stadium che mettono alle corde gli azzurri. Poi l’Italia pian piano si assesta e prende le redini del gioco fino al pareggio di Camoranesi, gran colpo di testa al minuto 26.

Quando si dice il calcio; Camoranesi è alla cinquantesima presenza con la maglia azzurra, è diventato l’oriundo “italiano” con più presenze e segna la quinta rete nella sua carriera con la maglia della Nazionale proprio contro chi lo ha fortemente voluto da CT ovvero Giovanni Trapattoni.

Il primo tempo finisce 1-1. Si va alla ripresa. L’Italia ci prova: Chiellini prolunga di testa un cross dalla destra di Zambrotta e la palla arriva a Iaquinta che da pochi passi insacca, ma il tocco di Chiellini finisce per mettere in fuorigioco l’attaccante della Juventus.

La partita continua a regalare emozioni da una parte e dall’altra. Poi arrivano gli incredibili minuti finali. L’Eire al 41′ passa in vantaggio: Ledger si inserisce bene in area sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla sinistra batte inesorabilmente Buffon.

Per l’Eire sembra fatta, Trapattoni (inquadrato dalle telecamere, sorride…) ma la squadra di Lippi non molla e si getta in avanti con la forza di chi sa di essere la squadra Campione del Mondo.

Mentre il quarto uomo mostra i 4 minuti di recupero l’Italia costruisce una formidabile azione fatta di tutti tocchi di prima finalizzata in area di rigore da Gilardino. L’attaccante della Fiorentina piazza il pallone là dove l’estremo difensore irlandese non puù arrivare: 2-2.

la gioia dei ragazzi al gol qualificazioneSiamo ai Mondiali di Sudafrica, e mercoledi con Cipro il match conterà solo per la statistica e per chiudere bene le qualificazioni.

Nel dopogara viene intervistato Marcello Lippi: “sono soddisfatto, e il pareggio credo che sia il risultato più giusto. Ma faccio i complimenti a Trapattoni e al suo Eire; si meritano la qualificazione alla fase finale”. Poi il ct viareggino aggiunge: “ci siamo qualificati ai mondiali con una giornata di anticipo. E’ successo altre due volte nella storia del calcio: nel 1982 e nel 2006…”.

Soddisfatto anche l’uomo-qualificazione dell’Italia Gilardino: “entrare e segnare il gol che qualifica la nazionale ai mondiali ti da soddisfazioni immense. Adesso ci chiudiamo nelle nostre camere e ci guardiamo in tranquillità un bel film…festeggeremo la qualificazione ai mondiali mercoledi insieme ai nostri tifosi”.

 

Gabriele Guastella

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy