Spalletti: «Zenit come l’Empoli. San Pietroburgo come casa»

Spalletti: «Zenit come l’Empoli. San Pietroburgo come casa»

«È una società giovane, disponibile, che sa organizzare e impegnarsi» EMPOLI (FIRENZE), 15 dicembre – «Zenit San Pietroburgo ed Empoli hanno gli stessi colori sociali, il biancoazzurro. Questo è un vantaggio, mi farà sentire a casa». Lo ha detto L

«È una società giovane, disponibile, che sa organizzare e impegnarsi»
EMPOLI (FIRENZE), 15 dicembre – «Zenit San Pietroburgo ed Empoli hanno gli stessi colori sociali, il biancoazzurro. Questo è un vantaggio, mi farà sentire a casa». Lo ha detto Luciano Spalletti, nuovo tecnico del club russo ieri sera a Empoli dove ha ricevuto il premio “Amici dei vigili del fuoco” conferitogli dal distaccamento della località Terrafino nel corso della tradizionale cena di gala e di fronte, tra gli altri, a una delegazione di bambini, insegnanti e genitori del paese terremotato di Paganica, in Abruzzo. Con lui anche la moglie Tamara e il suo vice di sempre, Marco Domenichini.

LA NUOVA AVVENTURA – Poche parole sulla sua prossima avventura calcistica allo Zenit. «È una società giovane, disponibile, che sa organizzare e impegnarsi, mi sembra ci sia un progetto importante alle spalle, vedremo come andrà. Il nostro lavoro è particolarmente difficile e strano, fino a oggi ho avuto un pò di fortuna, spero di continuare ad averla per qualche altro anno».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy