La FIGC ufficializza una squalifica molto lunga, infatti un tessarato viene squalificato per due anni a seguito di un ripetuto schiaffeggiamento all’arbitro, una giocatrice di Merano. Eh sì, avete capito bene, la vera curiosità non sta tanto nel gesto, seppur riprovevole, ma nel fatto che a commetterlo sia stata una donna.

Si chiama Luciana Bon, bolzanina, giocatrice del Bozner, squadra che milita nel campionato di C2.

La calciatrice dopo aver volontariamente colpito con una spallata il direttore di gara, alla notifica dell’espulsione lo colpiva con due schiaffi al volto. La partita incriminata, contro l’Unterland Damen, è stata piuttosto accesa e si è conclusa 2-2.

 

Fonte: ansa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here