Ze Eduardo si sfoga per gli insulti razzisti

Ze Eduardo si sfoga per gli insulti razzisti

Non ha parlato nel dopo gara con la stampa ma lo ha fatto attraverso twitter esprimendo tutto il suo rammarico per quanto successo nel corso della gara di sabato a Padova.   Stiamo parlando del brasiliano dell’Empoli, Ze Eduardo, che ha dovuto subire per quasi tutta la partita gli attacchi,

Commenta per primo!

Non ha parlato nel dopo gara con la stampa ma lo ha fatto attraverso twitter esprimendo tutto il suo rammarico per quanto successo nel corso della gara di sabato a Padova.   Stiamo parlando del brasiliano dell’Empoli, Ze Eduardo, che ha dovuto subire per quasi tutta la partita gli attacchi, anche di tipo razzista del pubblico dell’Euganeo. Non c’era premeditazione, questo va detto, di fatti il tutto inizia quando il brasiliano subisce fallo e rimane a terra con il Padova in possesso palla che riparte verso la porta azzurra. Nessun giocatore bianco scudato, nonostante le richieste da parte dei calciatori azzurri, ferma l’azione, lo fa però l’arbitro suscitando le ire di tutto lo stadio, ieri in quel momento prettamente sportive. Da quel momento per Ze Eduardo inizia una vera e propria sfida personale contro il pubblico locale che lo fischia ad ogni pallone da lui toccato. Fischi, di rabbia, legati all’episodio che però pian piano, aumentano d’intensità fino agli squallidi “uh uh uh”   che vorrebbero rifare il verso della scimmia come purtroppo spesso si sente fare verso i giocatori di colore. Ze Eduardo terrà però botta per tutta la sua partita fin quando il mister Aglietti non lo richiamerà in panchina.   Il giocatore però come detto ha voluto esprimere il suo dispiacere per quanto sentito e lo ha fatto attraverso la sua pagina twitter, dove in portoghese (la sua lingua) esprime questo concetto, parlando anche della partita:   Conseguimos um grande empate hj. Naum foi o resultado esperato, mais um ponto muito importante todo time de parabens. Veja sempre os torcedores do adversario. Fazer ataque racistas com os jogadores e atletas negros, hj aconteceu comigo. Muito feio.”   Anche senza traduzione il concetto è molto chiaro, il giocatore è contento per il risultato ottenuto (il pareggio) anche se non era quello sperato, poi, parlando dei fischi, dice che gli è successo di essere stato ripetutamente attaccato dai tifosi avversari con cori razzisti, i soliti che si fanno verso calciatori ed atleti di colore. Molto Brutto.   Speriamo che la giustizia sportiva non passi sopra l’accaduto e faccia qualcosa a riguardo, da parte nostra la massima solidarietà a Ze Eduardo.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy