Due anticipi per il campionato di Serie A. Nel pomeriggio un rigore di Ibrahimovic (17′ del primo tempo) e un gol di Emanuelsonn (10′ della ripresa), nonostante un generoso Parma, spianano la strada del successo ad un cinico quanto spietato Milan che così vola momentaneamente a +7 dalla Juventus accarezzando il brivido di un distacco da scudetto… considerando l’insidiosa trasferta dei bianconeri sul campo della Fiorentina.

.

Ma nell’altro anticipo, quello dell’ora di cena, la Juventus vince 5-0 al Franchi di Firenze gremito da oltre 35mila spettatori con i tifosi viola a spingere la propria squadra nella partita salva-stagione. La Juve, illuminata da uno strepitoso e mastodontico Pirlo, passa in vantaggio con Vucinic, poi i viola restano in dieci per una stupida espulsione di Cerci… calcetto a Caceres. Prima della fine del primo tempo i bianconeri raddoppiano con Vidal (28′). I bianconeri sembrano accontentarsi dello 0-2 anche perchè la Fiorentina in dieci è davvero in grossa difficoltà. Nella ripresa le due squadre sembrano ad una partita di allenamento settimanale, tanto sono compassate soprattutto la Juventus conscia del doppio vantaggio e delle evidenti lacune viola. Invece al 10′ l’ex empolese Marchisio cala il tris. La Juventus allora tiene il piede sull’acceleratore la squadra viola crolla psicologicamente e i bianconeri prima calano il poker con Pirlo (22′), poi addirittura la cinquina con Padoin (27′).

.

Lo sportivo pubblico di Firenze perde la pazienza e inizia a fischiare e urlare tutta la propria delusione, e non solo, a squadra e società. Eloquente quando a cinque minuti dalla fine la Juventus smette di giocare e la Fiorentina anzichè provare a segnare il gol della bandiera cerca il possesso palla come un pugile che scappa al confronto sul ring; così i viola si esercitano in una lunghissima melina che il pubblico fiorentino sottolinea con degli ironici “olè olè” come se la propria squadra vincesse… ma che la pazienza è finita e il Franchi stia per esplodere ormai è chiaro. Con qualche secondo di anticipo rispetto al 90′ il direttore di gara manda le due squadre negli spogliatoi e lo stadio diventa un catino assordante tanti sono i fischi che piovono in campo. Il coro più gettonato, e meno offensivo, è “fate ridere…”… i giocatori viola escono dal campo tutti a testa bassa. Resta come ghiacciato davanti alla propria panchina il tecnico Delio Rossi che, inquadrato dalle telecamere di Sky, viene sorpreso mentre osserva immobile la curva Fiesole alzare al cielo con grande senso civico la propria disapprovazione. Un immagine che dice tutto sulla situazione della Fiorentina e che, per il tecnico Delio Rossi, vale molto di più di una quantità infinita di interviste dopogara.

.

Soddisfazione in casa Juventus, con i bianconeri che restano in scia del Milan e che, quantomeno, tengono vivo il campionato italiano, sempre più in mano ai grandi club e sempre meno intrigante e ormai avviato a lasciare anche il quarto posto nel ranking europeo. Il campionato francese ci sta per superare e il nostro livello si avvia ad avvicinarsi a quello del Portogallo… sigh!

.

Gabriele Guastella

5 Commenti

  1. Dopo queste due vittorie Dell Empoli una bella corbellata di goal alla viola proprio dalla Juve mi ha fatto rigustare la goduria calcistica che non ricordavo nemmeno piu cosa fosse ….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here