L´Empoli Fc comunica che la preparazione alla stagione 2012-13 inizierà mercoledì 11 luglio con il ritrovo presso lo stadio Carlo Castellani alle ore 10,30 per i saluti, la comunicazione del programma di lavoro e la consegna del materiale tecnico.
Alle ore 12,30 ci sarà il pranzo al Centro Sportivo di Monteboro e nel pomeriggio squadra e staff raggiungeranno l´ Hotel Da Vinci a Sovigliana, sede del ritiro.
I primi giorni saranno dedicati a test e visite mediche, mentre il lavoro tecnico (allo stadio Castellani, campo sussidiario) inizierà il 14 luglio. Le date delle gare amichevoli saranno comunicate in seguito.

.

Fonte: empolifc.com

5 Commenti

  1. Negli ultimi anni la crisi economica prodotta dal sistema capitalista e le politiche antisociali della maggior parte dei partiti e dei sindacati italiani hanno gradualmente, ma molto rapidamente, impoverito le classi popolari di questo paese. Ed è sotto gli occhi di tutti che sono i giovani a pagarne il prezzo più alto.

    La disoccupazione giovanile ed il precariato diffuso stanno distruggendo il futuro di un’intera generazione che si trova a fare i conti con una situazione economica drammatica.

    In questo momento anche andare allo stadio per incitare la propria squadra è diventato un lusso.

    In maratona -settore cosiddetto ‘popolare’- ci sono decine e decine di ragazzi che fanno i salti mortali per fare il biglietto per la partita e per sostenere gli azzurri, ma che non accettano l’imposizione della Tessera del Tifoso, vedendosi così negata la possibilità di sottoscrivere l’abbonamento, e di risparmiare un po’ di soldi.

    Come tifosi e come ultras non rinunceremo mai ne alla nostra passione per il calcio, ne all’amore per la nostra città e per la nostra maglia; e al tempo stesso continueremo a rifiutare quella maledetta tessera che ha come unica finalità l’allontanamento dagli stadi di chi non è disposto a piegarsi alle logiche commerciali e repressive del nuovo calcio-business.

    Dato che -come è noto- coi nostri soldi non “ci comprano nemmeno i palloni”, chiediamo alla Società Empoli FC di venirci incontro, di valutare esperienze come i Voucher Elettronici introdotti per prima dall’AS Roma Calcio (e tra l’altro disciplinati senza restrizioni dal Ministero) in modo da poter garantire una sorta di abbonamento anche per i tifosi non tesserati.

    E nel caso non fosse tecnicamente possibile, cosa che ci sembrerebbe strana vista la semplicità delle disposizioni in materia, chiediamo che il prezzo per il settore popolare non sia maggiore di 5 euro, che moltiplicato per le 19 partite di un campionato, vi assicuriamo essere già una somma di tutto rispetto per un precario o un disoccupato.

    Siamo certi che l’Empoli FC vorrà dimostrare di essere vicina ai propri tifosi ed ultras in questi momenti drammatici, come noi lo siamo stati, e lo saremo, nei momenti calcisticamente bui, pagando anche col sangue quando è stato necessario.

  2. La tessera mi ha sempre fatto pietà.
    Tutto quà.

    C’è già il biglietto con nome e cognome.
    Se vogliono beccare chi fa casino allo stadio
    confrontano nominativi con video telecamere.
    E trovano chi è stato.

    La tessera serve a monitoranre gli spostamenti tramite gli acquisti dei biglietti per le trasferte.
    E’ un modo per conoscere più approfonditamente quello che per lo stato è un ultras e quindi un potenziale teppista sportivo (sia in casa che fuori).

    Io comunque rimango contrario alla tessera.
    e aggiungo che se uno fa casino fuori dallo stadio
    (e quindi in ottica ultras ha le palle per menare) è anche giusto che si renda responsabile di ciò che ha fatto (e quindi si pensa che oltre le palle per menare abbia anche le palle per sostenere la pena quindi il daspo).

    Come è giusto che sia non c’è nessuno sopra la legge.
    Solo quando la Legge è ingiusta allora è giustificata la forza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here