Il Presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi, è intervenuto durante la trasmissione Azzurro Mania su Antenna 50, parlando del momento che sta vivendo la squadra azzurra.

“La società ha inviato un istanza al Giudice Sportivo spiegando tutto quello che è successo in queste settimane, compreso il provvedimento dell’Asl. Credo che ci sarà un primo giudizio a breve sulla vicenda, che se sarà avverso a noi faremo ricorso mentre se sarà sfavorevole al Chievo lo faranno loro perchè da quanto trapela il Chievo è deciso a andare fino in fondo allungando il “brodo” fino a fine stagione. Il mio pensiero è che la gara alla fine si rigiocherà.”

“Non mi sarei mai aspettato di arrivare al fatto che l’Asl potesse sospendere l’attività di una squadra ma giustamente bisogna garantire la salute di tutti. Probabilmente la gara con il Pordenone, altra squadra colpita da molti casi Covid, è stata l’origine del focolaio, tanto che poi si è estesa alla nostra prima squadra, alla Primavera e anche a alcuni ragazzi degli Allievi che erano aggregati alla Primavera. Con la Cremonese abbiamo deciso di giocare il Jolly previsto dal regolamento sul rinvio delle gare anche se in realtà potevamo usare il provvedimento dell’Asl.

Tra pochi giorni ci aspetta una gara difficilissima a Reggio Emilia contro la Reggiana, una squadra con due grandi valori che la caratterizzano che sono la volontà e la fame nel raggiungere l’obiettivo della salvezza. Attualmente partiremo con 15 giocatori di movimento, quindi con pochissime cambi a disposizione. Vediamo se entro venerdì riusciremo a recuperare qualcuno da portare in panchina. E’ normale che ci sia un pizzico di apprensione per questo finale di stagione ma dobbiamo dispensare ottimismo e serenità, ci aspettano 8 partite in 28 giorni con diverse squadre in lotta per la salvezza che in questo momento sono quelle più difficili. Il destino è nelle nostre mani, non bisogna guardare alle altre squadre ma solo a noi.

Le voci di mercato del momento potrebbero essere un altro problema che potremmo avere in questo finale di stagione ma derivano dalle cose belle che abbiamo fatto finora, compreso quelle di un interessamento del Napoli per Mister Dionisi. Dionisi ha un altro anno di contratto con noi, non credo che ci saranno problemi particolari con il Mister. Adesso tutte le nostre energie sono sulla prossima sfida.”

39 Commenti

  1. Chiaro: psicologicamente sarà fondamentale la prima partita. Se vinciamo, molte paure e apprensioni spariranno. Se perdiamo, inevitabilmente, cresceranno.

  2. Si parla tanto di sport, di lealtà sportiva e fairplay e poi si finisce a carte bollate in tribunale?
    Pagina poco edificante non solo difronte all’Italia, ma al mondo pallonaro mondiale…..
    Ovvio che il “legittimo impedimento” poteva creare un precedente, grave non averlo introdotto nel protocollo dopo Juve-Napoli …. il Chievo vince 3-0 a tavolino? allora perchè non possono fare ricorso il Brescia, la Reggina, e chi è nelle condizioni per poter ambire a un traguardo da playoff?

    • Ovvio che è così, trattasi di provocazione riflessiva…… probabilmente qualcuno riflette, altri no ….. abc permettendo!!!!!

  3. Per sfavorevole al Chievo cosa intende?3 punti a tavolino possono darli solo a loro,a meno che la lega non ritenga che quella dei clivensi sia stata una condotta antisportiva dato che si sono presentati nel campo di una squadra bloccata dall’ausl nel chiaro intento di trarne un vantaggio..
    Per sfavorevole a loro al max c’è il fatto che i 3 punti se li dovranno sudare sul campo, come sarebbe stato in condizioni normali..Non cosa altro ci possa essere di sfavorevole per loro.E sarebbe abbastanza odioso da parte loro ricorre contro un’eventuale decisione di rigiocare la partita,odioso e ancora di più antisportivo..

    • Via, il Chievo non c’entra nulla. Si è mosso seguendo il regolamento, giusto o no che sia. Antisportivo semmai è quando due squadre si mettono d’accordo fuori dal campo.

      • Cercavo di interpretare il Corsi-pensiero,già volto a tutelarsi le terga nel caso in cui dal Veneto avanzino reclami contro il rinvio..
        Anche io penso che loro abbiano fatto il loro ed ero uno dei primi a dire che si sarebbero presentati…Boh vediamo che succede..

  4. Certo adesso rimpiangiamo ancora di più tutti i punti gettati al vento o i rigori subiti a ripetizione…saremmo già in serie a,alla faccia di ricorso e mezzucci vari

  5. Vero, ma è ormai inutile e pleonastico guardare indietro: Gli eventi ci hanno portato a rimettere in discussione tutto, anche un campionato stradominato. Nervi saldi e sangue freddo. Abbiamo bisogno di questo, ora.

  6. Ragazzi ma vi rendete conto che la stessa identica situazione poteva capitare l’anno scorso con tre allenatori cambiati e una squadra che non era squadra. A quest’ora un focolaio di queste dimensioni ci poteva portare in C. Siamo realisti, e guardiamo il bicchiere mezzo pieno.

    Son convinto che uniti ce la faremo. Dentro il terreno verde e fuori nella vita.

    Non ho perso le speranze, ora che non si canta più sui balconi.

    Forza Azzurri, forza ragazzi!

  7. Il Chievo si ha fatto bene a presentarsi ma ora basta… È inutile fare ricorsi e controricorsi che costano anche parecchio, tanto poi dicono recuperano con una plusvalenza inventata, ma andate in 2 categoria dove vi tocca stare

    • Non capisco tutta questa preoccupazione …
      Abbiamo saltato due partite e la terza è ancora lontana …. Abbiamo una rosa molto forte e preparata e soprattutto un unione di squadra molto forte e come ha detto qualcuno ,non penso che quelli che sono arruolabili siano stati sul divano x 15 giorni …

  8. Per quanto riguarda il focolaio in squadra non darei la colpa alla partita con il Pordenone sicuramente c’è stata una leggerezza nel non rispettare tutte le regole sicurezza da parte di alcuni nostri giocatori il presidente non mi convince .
    Il Chievo sta facendo quello che avrebbe fatto qualsiasi squadra Empoli compreso , purtroppo ci troviamo in un periodo dove tutto è permesso pur di portare a casa i propri interessi a scapito del rispetto verso tutto e tutti.

  9. Forza Presidente, a questo punto salire in sella e pedalare con quelli che si hanno a disposizione, giocare alla morte tutte le partite di qui alla fine senza stare a lamentarsi o rimuginare. Siamo primi e dobbiamo lottare con i denti per 8 partite. Ottimismo e coraggio

  10. Anch’io credo che si siano allenati tutti, positivi e negativi. Ovviamente in forma individuale, da casa, ma volendo con un tapis roulant ed un pò di stretching si riesce a mantenere una forma decente. E’ stato questione di 10 giorni in fondo, non di 10 mesi, e siamo quasi a fine stagione, ormai erano già abbastanza allenati

  11. Nessuno pensa che la squadra sia stata inattiva per 15 giorni, ma un conto è fare allenamenti individuali, stretching, tapis roulant e un conto allenamenti veri, se è vero che 10 giorni senza allenamenti veri non fanno saltare la condizione fisica ed il fondo a questo punto della stagione è anche vero che le partite sono costituite dal ritmo e dalla reattività e quelle un pò si perdono. Un conto è quando qualche giocatore sta fuori per squalifiche più o meno lunghe, inizialmente ha bisogno di rodaggio, ma comunque si inserisce in un contesto di squadra che viaggia a regime, qui invece è tutta la squadra.

  12. Comunque si sapeva che il prezzo da pagare sarebbe stata una minore forma fisica, almeno per 2 o 3 partite. Vediamo di stringere i denti con Reggiana e Cremonese, e poi si vede.

  13. Io non vedo il problema , 10 giorni x un atleta di quelle categorie non sono niente. Il discorso è diverso se il covid è stato molto debilitante ( tipo febbre tanti giorni) .
    Certo che se poi ci dobbiamo invitare l intera difesa x due partite sarebbe tutto un altro discorso …
    Ma ricordo a tutti che a Napoli abbiamo giocato con Zampella, Viti , casale, Terzic e comunque hanno fatto bene . Conta l’unione di squadra e non i singoli ! L’abbiamo visto l’altro anno …

    • Non parlate sempre di Napoli, sono partite che non contano niente. Un conto è giocare contro una squadra di serie A zeppa di riserve una partita di Coppa Italia, un altro giocare una partita vera di campionato con una squadra di pari categoria. Con questo non voglio dire che i c.d. “rincalzi” non possano fare bene, ma non è sostenibile che l’assenza dei titolari non influirà

  14. Concordo con “Folema sul vespino”…alla fine se non hanno avuto sintomi sono solo 10 giorni…anzi forse gli ha fatto bene perche’ si sono riposati.

  15. Sotto l’aspetto fisico bisogna vedere quanto un asintomatico venga “intaccato” dal virus, perché se, pur allenandosi per conto proprio, non ha nessuna defaillance sul piano fisico, non vedo tutta questa preoccupazione perché non si è allenato in gruppo. Sotto un certo aspetto magari è anche più riposato di calciatori di altre squadre. Di solito, a quel che leggo, asintomatico, vuol dire che una persona non ha nessun problema fisico e nemmeno si accorge di essere positivo. Sbaglio? Certo che se poi passando i giorni, magari arriva una febbretta o qualche altro leggero sintomo le cose naturalmente cambiano. E ,giunti a questo punto del campionato, gli automatismi di gioco ormai son ben inculcati nelle teste dei giocatori, l’importante è che si possa mettere in campo giocatori che occupino ognuno il suo ruolo, insomma in emergenza ci si adatta e ci mancherebbe altro, ma non sarebbe il massimo, tanto per fare un esempio, che al posto di un centrale di difesa ci vada a giocare La Mantia o un centrocampista.

  16. a me quello che fa girar le balle è far giocare alle 16 per le coppe europee:smrettiamo di guardare la champions per favore e w il calcio di provincia zio boia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!111111

    • Più che altro le 16 non ha proprio senso…se proprio si deve lasciare la prima serata alle coppe, si può giocare alle 19 come faranno oggi Juve-Napoli e Inter-Sassuolo, che un po’ di gente a quell’ora almeno ha finito di lavorare. Già non si può andare allo stadio, così non te la fanno vedere nemmeno in tv, non capisco proprio il senso

  17. La reggiana mi pare la rosa più ridicola della serie B…ridicola come i tifosi e la società che ci stanno incolpando di essere scorretti e furbacchioni, sapendo in realtà che i fessi son stati loro. Credo che anche le nostre riserve in toto siano migliori della loro formazione titolare. C’è da vedere questo riposo forzato se ha giovato o no. Ma sulla carta non ho dubbi della nostra qualità. Avanti azzurri verso l’obiettivo!

  18. Con la rosa ridicola ci hanno imposto lo 0-0 all’andata e due giorni fa hanno rimontato il Brescia al 96′. Alcuni ha trasmesso loro grinta e carattere e noi le soffriamo da sempre squadre così.

    • Vero, nel corso del campionato queste squadre le abbiamo sofferte. In questo finale di campionato però potremmo avere un piccolo vantaggio, ovvero che in una corsa salvezza incandescente come questa, a qualcuna delle nostre avversarie potrebbe non servire quasi a nulla pareggiare. E quindi, mentre nel girone d’andata mettevano il pullman davanti alla porta per provare a portare via un punto, ora potrebbero, almeno alcune, esser costrette a giocare un po’ di più. E a noi così ci inviti a nozze.

    • Non dimenticare Claudio che nella partita di andata abbiamo giocato 38 minuti del secondo tempo in 10 uomini e nonostante questo in quel lasso di tempo non hanno fatto un tiro in porta. Non credo che scenderemo in campo per limitare i danni, non fa parte della mentalità che Dionisi ha dato alla squadra. Quanto a loro non hanno scelta, se si voglion salvare, o meglio, se vogliono provare a salvarsi devono giocare per vincere e questo vuol dire che non ci mancheranno gli spazi per fargli male. Nella partita di andata hanno pensato prima di tutto a non prenderle. Vediamo comunque che tipo di formazione potremo far scendere in campo perché è lampante che abbiamo una rosa comunque competitiva e di buona levatura, ma non c’è dubbio che abbiamo anche 3 o 4 elementi di cui difficilmente possiamo fare a meno se mancano tutti nella stessa partita (inutile che faccia i nomi), speriamo di potere avere la possibilità di schierarli fin dalla partita di venerdì.

  19. Alvini fino all’anno scorso non lo conoscevano manca poco neanche a Fucecchio. Ora va bene l’allenatore fa tanto in una squadra, ma all’Entella, per dire, gli puoi dare anche Guardiola, ma in campo ci vanno i giocatori, e se sono scarsi, restano scarsi.

    • Il bello dei posti dove ognuno è qualcuno e che mi fanno rimpiangere di averli lasciati per la metropoli dove non conosci chi abita al piano di sotto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here