Prosegue la prepazione degli azzurri in vista della sfida di sabato prossimo al “Tombolato” di Cittadella. Esame importante per gli azzurri, non per dimostrare qualcosa in particolare ma, in caso di buon esito, per poter iniziare a pensare un po’ più in grande senza doversi nascondere più di tanto.

Nella giornata di ieri, martedi 17, la squadra ha lavorato scendendo in campo due volte. Mattinata dedicata prevalentemente alla parte atletica, pomeriggio a quella tattica. Si lavora con il 4-3-1-2 ed arrivano le prime indicazioni su quelle che potrebbero essere le scelte del tecnico in vista della non semplice sfida. Come già detto nei giorni passati non ci sono speranze di recupero per Moreo in vista della prossima sfida, si attende il rientro a regime di Bajrami (oggi) per alcune prove ma sarà lo svizzero ad andare dietro le punte. A proprosito di punte, Oliveri e Matos scalpitano e stanno bene, non ci si attendono sorprese davanti ma i due titolari hanno una concorrenza molto agguerrita. In mezzo dovrebbe esserci spazio per Haas al posto di Ricci, anche perchè l’ex Primavera fino a domani non sarà ad Empoli. Attenzione a Zurkowski, il polacco sta bene ed ha voglia ma difficilmente si farà a meno di Bandinelli in partenza. Dietro Casale spera nella sua prima maglia da titolare. Out anche Damiani, da registrare poi che si è fermato Zappella.

La squadra tornerà in campo nel pomeriggio di oggi.

9 Commenti

  1. È un Empoli che mi piace molto quello di quest’anno anche proprio nella lettura degli interpreti durante gli allenamenti… tanti giovani insieme ad un’ossatura di calciatori più esperti.

    E poi anche ragazzi del vivaio Azzurro inseriti appieno dentro al progetto: sempre una cosa positiva e che ci piace tanto.

    Avanti Azzurro 🎽

  2. E’ un Empoli … giovane. L’età media della rosa credo sia la più bassa della serie B. Spesso in B, SE NON SEMPRE, CI SON GIOCATORI ESPERTI CHE SUPERANO ABBONDANTEMENTE I 30 ANNI … Ammesso e concesso che la nostra formazione titolare sia composta da Brignoli, Fiamozzi, Terzic, Stulac, Bandinelli, Nikolaou, Romagnoli, Zurkowski, Mancuso, Moreo e La Mantia … gia si nota che il più vecchio è Romagnoli con 30 anni … poi tutti al di sotto di questa soglia. Non parliamo poi della eventuale panchina o comunque della rimanenza della rosa in riferimento alla formazione titolare che ho scritto appena sopra … tutti ragazzini … o quasi. Partita non facile contro il Cittadella, ma non esistono partite semplici …. su nessun campo. E’ però una partita importante perchè se riusciamo a dare un’altra volta, (dopo Venezia) continuità ai risultati e portare a casa punti, vorrebbe dire che davvero possiamo puntare ad obiettivi importanti e addirittura con una vittoria mi sembra che sarebbe chiaro che …………………………..

    • Beh caro Claudio se vinci anche con il Cittadella, saranno passate anche solo 8 giornate, ma il segnale che darebbe la squadra azzurra sarebbe un segnale forte. Sia per le altre squadre, sia per la convinzione da parte dei giocatori che si può puntare davvero in alto. Pericolo che succeda come l’anno scorso e che la squadra risenta psicologicamente del fatto di esser considerata una delle favorite per fare il salto di categoria? Non credo proprio perché in panchina c’è un allenatore che sa il fatto suo. Tra l’altro chi è rimasto ha sicuramente voglia di rivalsa e lo sta dimostrando sul campo. Quindi nessun condizionamento, piedi per terra e niente voli pindarici, ma tranquillo che anche se tutti i giocatori (allenatore e società compresi) mettono le mani avanti, dentro le loro teste c’è di arrivare in uno dei due posti che valgono la serie A. Poi se ci arrivi o meno è tutto da vedere e da dimostrare perché ci sono altre 4 o 5 squadre che possono puntare all’obiettivo, ma sarebbe riduttivo, almeno per il tifoso, non esaltare una squadra che è prima in classifica, che ha vinto a Frosinone, non ha perso con il Monza e ha fatto fuori anche la Spal e che ha vinto con il Cittadella (se questo accadrà o comunque se prendo anche un punto). Insomma, se sono ultimo in classifica è chiaro che ci son problemi e che dovrò prima di tutto pensare a salvarmi, ma se son primo è più che lampante che di problemi ce ne sono pochi e che quindi l’unico pensiero, deve essere quello di impegnarmi al massimo, ma anche di cercare mantenermi in classifica nella stessa posizione. E comunque Claudio, nessuno può negare che… ci siamo nella parte sinistra della classifica!

  3. Claudio ha ragione, al momento solo parte sinistra, quando siamo a metà campionato si vede, troppo facile scivolare sulla buccia di banana.
    Il Cittadella è come il Venezia: aggressivi e ripartenza….. gioco che fanno da anni.

  4. Brignoli,fiamozzi casale romagnoli terzic, Bandinelli zurkoswki haas bajrami mancuso la mantia

    Sostituzioni olivieri,matos, Parisi da vedere in corso di partita come son messi i titolari che ne pensate di questa formazione sicuro vincente

    • Fatevene una ragione
      Nikolaou sempre titolare….L assetto difensivo è rodato e certo non lo cambia ed ha ragione , ci sono poche rotazioni per 1 mezzala , per il trequartiste e per 1 punta Stop

  5. io con un campionato cosi’ non mi riesce ad entusiasmarmi non ce la faccio neanche a guardare la partita in tv….boh sara’ la vecchiaia che avanza?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.