La maledizione del ramarro: Al Castellani passa di misura il Pordenone

    62
    EMPOLI0
    PORDENONE1

    32′ Bocalon

    Cosi come all’andata l’Empoli si deve arrendere al Pordenone ma, a differenza di quella gara, la squadra azzurra ha dato diversi segnali positivi durante la partita ed avrebbe ampiamente meritato di trovare il pareggio. Certo, rispetto alle ultime uscite c’è stato un mezzo passo indietro con una squadra che ha mosso la palla con minor velocità ed intensità ed in fase di non possesso non ha fatto cose buone. Il gol arriva arriva da una disattenzione di Antonelli che permette a Bocalon di battere di testa a rete ma sono sicuramente di marca azzurra le azioni più pericolose come la traversa di Mancuso nel finale. Qualche piccolo passo indietro da parte di alcuni singoli ma, fisiologicamente ci può stare, è semmai la gara di La Mantia che lascia qualche perplessità. Un girone fa furono proprio i friulani ha dare il “la” al momento negativo dei nostri, oggi le sensazioni sono diverse. Uno stop che sicuramente deve far riflette e far capire che – come Marino predica da quando è arrivato – non sarà semplice puntare in alto,ma è una parentesi e già dalla prossima la musica tornerà ad essere quella delle ultime settimane.

    EMPOLI (4-3-3) : Brignoli; Fiamozzi, Sierralta, Nikolaou, Antonelli (73′ Bandinelli); Frattesi, Ricci, Henderson (83′ Bajrami); Tutino, La Mantia (65′ Mancuso), Ciciretti.

    A Disp: Branduani, Perucchini, Stulac, Moreo, Zurkowski, Fantacci, Viti.

    Allenatore: Pasquale Marino

    PORDENONE (4-3-1-2) : Di Gregorio; Semenzato, Camporese, Bassoli, Gasbarro; Misuraca, Burrai (68′ Pasa), Pobega; Gavazzi (85′ Vogliacco); Candellone (75′ Ciurria), Bocalon.

    A Disp: Bindi, De Agostini, Stefani, Strizzolo, Chiaretti, Mazzocco, Tremolada, Almici, Zammarini.

    Allenatore: Attilio Tesser

    ARBITRO : Sig. Massimi di Termoli (CB). Assistenti: Avalos/Scatragli

    AMMONITI: 44′ Henderson (E); 55′ Tutino (E); 67′ Burrai (P); 80′ Camporese (P)

    LIVE MATCH

    95′ – Finisce con la sconfitta degli azzurri. Si interrompe dopo quattro successi consecutivi il ciclo magico e succede con la squadra che all’andata segnò un pericoloso spartiacque. Prova degli azzurri leggermente sottotono rispetto alle ultime uscite ma il pari sarebbe stato ampiamente meritato.

    93′ – Clamoroso e fortunati. Brignoli fa una mezza papera lasciando la possibilità a Bocalon di tirare ma per fortuna il tiro esce sopra la traversa. Errore anche di Bandinelli.

    91′ – Tiro cross di Ciciretti da destra che esce sul fondo.

    90′ – Saranno 5 i minuti di recupero.

    89′ – Scende sulla sinistra Bajrami, va sull’out di fondo calcia con Di Gregorio che riesce a salvarsi.

    88′ – Palla dentro per Tutino che puo’ calciare e segnare ma viene anticipato all’ultimo da un difensore. Empoli tutto avanti alla ricerca del meritato pareggio.

    86′ – Azzurri vicinissimi al gol. Cross da destra di Ciciretti, testa di Mancuso con palla che scheggia la parte superiore della traversa!!!!!

    85′ – Ultimo cambio per Tesser: Vogliacco per Gavazzi.

    84′ – Tutino prova ad entrare in area da sinistra ma Misuraca lo chiude.

    83′ – Ultimo cambio per Marino: Bajrami per Henderson.

    82′ – Ottima chiusura difensiva di Ricci su Semenzato che ha provato a sgusciare in area.

    80′ – Ammonito Camporese per fallo su Mancuso.

    77′ – Calcia Ciciciretti che colpisce la barriera ma trova un angolo. Ricci dalla bandierina, testa di un difensore ed ancora corner. Sul secondo corner consecutivo c’è un fallo in attacco dei nostri.

    76′ – Ricci guadagna una punizione interessante ai 25metri in posizione centrale.

    75′ – Secondo cambio neroverde: Ciurria per Candellone.

    73′ – Secondo cambio per l’Empoli: Bandinelli per Antonelli.

    69′ – Calcia la punizione Ciciretti direttamente sulla barriera.

    68′ – Cambio per gli ospiti: Pasa per Burrai

    67′ – Ammonito Burrai.

    67′ – Fallo su Ciciretti e punizione dal limite per gli azzurri. Occasione davvero ghiotta.

    65′ – Primo cambio per l’Empoli: Mancuso per La Mantia.

    64′ – Tutino dentro per La Mantia, l’ex Lecce è completamente fermo e viene anticipato. Sul proseguimento dell’azione gli azzurri trovano un angolo poi malamente sprecato.

    63′ – Misuraca la mette in mezzo da destra, blocca Brignoli.

    60′ – Ricci calcia l’angolo, testa di Antonelli e miracolo di Di Gregorio che devia in corner. Azzurri vicinissimi al pari.

    59′ – Tutino vince un rimpallo e prende un angolo Nel frattempo rosso ad Accardi dalla panchina.

    58′ – Contattato dubbio in area friulana su Antonelli, per l’arbitro si gioca.

    57′ – Cross di Fiamozzi da destra, la blocca facile Di Gregorio.

    55′ – Ammonito Tutino per fallo a centrocampo su Misuraca.

    53′ – Gli ospiti trovano un altro angolo. Calcia Burrai, blocca Brignoli.

    52′ – Tutino dentro per Antonelli che batte a rete, portiere battuto ma in porta c’è Bassoli che spazza.

    50′ – Semenzato a destra la mette dentro per Bocalon che spalle alla porta prova in tiro calciando sull’esterno della rete.

    49′ – Henderson prova a farla scorrere per Tutino che poteva entrare in area, chiude tutto Camporese.

    47′ – Libera agilmente la nostra difesa dal secondo angolo consecutivo.

    46′ – Nikolaou regala un corner al Pordenone. Palla a Gavazzi che tira al vola, Brignoli non trattiene e si rifugia in angolo.

    2° Tempo

    45′ – Finisce il primo tempo con gli ospiti avanti 1-0. Un Empoli leggermente sottotono rispetto alle ultime uscite e con maggiori difficoltà nella fase di non possesso. Vediamo cosa cambierà nella ripresa.

    44′ – Giallo ad Henderson per fallo a centrocampo su Gavazzi

    43′ – Henderson la scodella dentro da sinistra sperando nella testa di La Mantia ma il cross è telefonato per il portiere.

    42′ – Semenzato la mette dentro da destra, libera la nostra difesa in qualche maniera. Momento più complicato del match per noi.

    39′ – Dal limite parte il tiro di Burrai, Brignoli è sicuro nella presa a terra.

    37′ – Antonelli scende a sinistra, arriva sul fondo, cerca La Mantia ma l’ex Lecce è anticipato all’ultimo.

    35′ – Tiro debole di Burrai dal limite con palla che sorvola la traversa.

    34′ – Cross di Gavazzi da sinistra, libera Sierralta di testa.

    32′ – Pordenone in vantaggio. Da sinistra scende Gasbarro, palla poi a Gavazzi, testa di Bocalon e gol.

    30′ – Henderson conquista un corner sotto la maratona. Calcia Ricci, la toglie Camporese.

    29′ – Punizione con palla messa in area, mischia, poi la recupera Ciciretti che apre a sinistra per Henderson il quale la rimette in mezzo ma la palla esce.

    28′ – Punizione per gli azzurri ai 25metri leggermente defilati a sinistra.

    27′ – Antonelli a sinistra prova a lanciare Tutino ma il controllo è sbagliato e l’azione sfuma.

    25′ – Cross di Antonelli da sinistra, la spizza di testa Frattesi trovando una deviazione in corner. Niente dalla bandierina.

    23′ – Dai 30metri botta di Ricci, Di Gregorio la blocca.

    22′ – Attento Brignoli ad anticipare Candellone che poteva battere a rete

    21′ – Gavazzi si libera e va al tiro dal limite della nostra area: alto sopra la traversa.

    18′ – Tiro cross di Henderson da sinistra: palla fuori.

    15′ – Arriva il primo angolo per i friulani. Palla messa dentro, libera Nikolaou.

    14′ – Cross di Gasbarro da sinistra, testa di Sierralta a togliere il pallone.

    12′ – Pobega da fuori, respinge Brignoli, poi arriva Misuraca che calcia a fil di palo. Pericolo per gli azzurri.

    11′ – Palla a Tutino che entra in area ma calcia addosso ad un difensore in maglia bianca. Primo angolo del match. Calcia Ciciretti, testa di La Mantia (nettamente strattonato) con palla sul fondo.

    10′ – Ciciretti fa tutto da solo a centrocampo, poi subisce un fallo netto ma si gioca.

    7′ – Cross di Frattesi da destra, la palla scorre dentro l’area, ci arriva Henderson che prova il tiro che viene facilmente bloccato dal portiere.

    5′ – Rasoterra insidioso di Tutino dal limite, Di Gregorio blocca tuffandosi sulla sua destra.

    2′ – Burrai da distanza siderale calcia verso la porta di Brignoli con la sfera che si perde in curva,

    1′ – Frattesi calcia dal limite dell’area con palla sopra la traversa.

    0′ – Formazione con diverse novità rispetto alla presentazione. Non ci sono nè Romagnoli (ipotizzabile) nè Maietta. I centrali difensivi saranno quindi Sierralta e Nikolaou. Davanti confermato La Mantia ma dentro dal primo minuti va Ciciretti per Bajrami.

    1° Tempo

    Articolo precedenteProbabili porte chiuse a Cremona
    Articolo successivoLe pagelle di Empoli-Pordenone 0-1
    Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

    62 Commenti

    1. Scusate, non voglio fare polemica, ma secondo voi qual è il ruolo di Anderson? Oggi sicuramente è la sua peggior partita, ma non dovrebbe dare una mano a Ricci a centrocampo? Non l’ho mai visto rientrare, anzi rimane in avanti come se fosse il quarto attaccante. Boh.

    2. Sembrano contratti e un po’ distratti…La Mantia evidentemente fuori condizione e troppo isolato con questo sistema di gioco…

      • Classica partirà trappola e noi ci stiamo cascando alla grande. In avante pochissime idee oggi. Dietro non stiamo andando neanche malissimo. Sicuramente Tutino e Henderson devono trovare intesa e non battibeccarsi

    3. Nel Primo tempo siamo stati troppo leggibili… Ciciretti cambia campo in continuazione … ma siamo troppo lenti e loro ci anticipano o ci chiudono gli spazi..Tutino impreciso e . La Mantia non riesce ancora a fare reparto…
      speriamo che il Mister li svegli un po’ Nel secondo tempo !!!
      Forza Empoli

    4. Guardiamo di non rovinare con questa partita quando di buono fatto finora, Mister pensaci te!!!!
      Diversi senza idee e non bravi come di recente …. bisogna aver fiducia!!!

    5. Non sta cambiando nulla in questo secondo tempo. La squadra oggi non ha lo spirito e le forze giuste, speriamo in un sussulto. La Mantia lo vedo in difficoltà e Henderson oggi non è il solito.

    6. Formazione cervellotica…squadra che vince 4 partite non si cambia…Ciciretti meglio da subentrante che al posto di un Bajrami che da equilibrio …Tutino in calo…La Mantia ricorda il peggior Mancuso o il peggior La Gumina. Dietro se gioca Nikolau lasci Maietta…non fai esordire una coppia di difensori centrali che non hanno mai giocato insieme.

    7. Secondo me invece Ciciretti migliore in campo. L’unico con fantasie e che salta uomo. La catena sx Henderson Tutino da 4 oggi. La Mantia deludente. Più che altro spesso c’era un vuoto assurdo tra centrocampo e lui. In aria non abbiamo punte

      • Stesse cose viste me.
        Sempre un buco a centrocampo, quando loro recuperavano palla, la giravano con estrema facilità a centrocampo, che spesso era in mano loro durante il match.
        Ciciretti anche per me il migliore in campo.

    8. Si é fatto caca
      Il greco imbarazzante, tutino peggiore in campo e Frattesi un fantasma

      Oltretutto il ragazzino ogni tanto lasciamolo in panchina che é in fase calante

    9. Perdere con una squadra senza gioco e da comedianti mi ricordano le squadre di bisoli, tanto il Pordenone se non retrocede questo anno retrocede il prossimo anno sempre e solo forza Empoli

      • Antonio, riguardati bene la partita.
        Hanno invece ottime trame di gioco, verticalizzano palla a terra, avevano sempre gli uomini liberi a cui girare la palla.
        Sono anni che giocano assieme e si vede che hanno meccanismi ben oliati.

    10. Oggi obiettivamente partita penosa da parte di tutta la squadra, non salverei nessuno, tutti pessimi. Forse solo Mancuso quando è entrato con la traversa colpita si può salvare. Speriamo sia solo un’abbaglio ma anche a Perugia non si era giocato bene.

    11. È tornato il vecchio Empoli. Sempre contro questa squadraccie che è il Pordenone. Speriamo ci faccia solo bene. Mister davanti giocano troppo larghi gli attaccanti. La punta centrale si trova sempre sola. Se non fa inserimento frattesi non c’è nessuno mai in area. Forza ragazzi

    12. dopo 10 minuti si era capito che aria tirava.un sussulto nel secondo tempo…ma arruffone disordinato e con pochi risultati.un appiattimento generale del gioco……oggi tanti 5 e tanti 5,5…nessuna sufficienza.Pordenone squadra odiosa da incontrare…6 punti portati via.

    13. La mantia e Mancuso veramente scarsi. Non fanno i movimenti giusti senza palla. Ricci non apporta nulla in fase di possesso. Quando si attacca non c’è nessuno che tagli e aggredisca gli spazi. Ciciretti è stato il migliore dei nostri. Oggi Marino non n c’ha capito una mazza, pareva di avere muzzi in panchina.

        • Ma Bajramj e Mancuso giocano. Meglio dire Stulac deve giocare, perché è l’unico dei tre che non ha giocato. Non capisco perché metterlo tra Bajramj e Mancuso.

            • Stulac cosa ha fatto di male?
              Ha vinto tutto in Italia tra serie B e serie C.
              Vorrà dire qualcosa!

            • Caro Scwantz, da come parli sembra che Stulac sia Maradona. Basta con Stulac, commenta con obiettività. Può essere utile come tanti altri, ma non è il fenomeno, l’abbiamo anche visto giocare. Da come ti accanisci sembra che sia un suo parente, una fidanzata o qualcosa del genere. Non sono credibili i tuoi commenti!

        • Stulac è imbarazzante.
          Ricci anche oggi tra i migliori.
          Ripulisce un sacco di palloni.
          Piuttosto Henderson regista e dentro bandinelli.

    14. Menomale che contro il Pordenone non ci dobbiamo giocare più. Ci hanno imbavagliato e contenuto impedendoci di giocare, bravi a loro ….. oggi giornata storta.
      Il 2º posto era impossibile, ora lo sanno anche i muri.

      • Chi pensava al 2° posto faceva male i conti. Il nostro può solo essere un campionato da play off. Dobbiamo lottare per quell’obiettivo. La sola salvezza mi sembra un tantino stretta.

    15. Io mi accontenterei di una salvezza tranquilla e di mettere le basi per l’anno prossimo, confermando in blocco la squadra di quest’anno… La serie A lasciamola per l’anno prossimo, una societa’ che vuole salire non prende muzzi e lo lascia li 3 mesi. Un grazie ai ragazzi e al mister

      • Ma come si fa a giocare per una salvezza tranquilla con una classifica così corta. Qui si corre il rischio di passare dall’una all’altra parte del fosso in un paio di incontri. Si deve giocare per la A.

    16. Niente drammi, sono d’accordo con Claudio. Solo un campanello d’allarme perché sia a Perugia che contro il Pordenone è mancato un po’ il gioco. Sono altresì d’accordo con chi ha scritto che bisogna far riposare Ricci; cambierei poi a partita in corso Frattesi (io lo farei entrare al 60°). La Mantia non sembra proprio in pallone perora. Anche Tutino oggi un po’ in ombra. Passo falso. Meno male che c’è il Benevento che uccide tutte le partite e ha fermato una delle dirette concorrenti. Martedì sarà un’altra finale ancor più della partita odierna. Più andiamo avanti e meno si può svariare.

    17. Peccato perché al netto delle occasioni non si sarebbe meritato di perdere. Niente allarmismi e andare avanti su questa strada. Forse senza alcune assenze dietro si poteva anche vincerla ma come detto non si possono vincerle tutte.
      Le prossime due sono invece da vincere visti gli avversari. Se si doveva perderne una meglio questa almeno si può lavorare e migliorare anche dopo la sconfitta.

    18. Parlare sempre di Serie A mette soltanto inutili pressioni ai ragazzi. Siamo a metà del guado fra playoff e playout. Meglio guardare una partita alla volta.

    19. A volte ci sono sconfitte che fanno bene. Sia perché sgonfiano gli eccessivi trionfalismi riportando alla realtà delle cose e sia perché, se esaminate con calma e senso critico ma costruttivo, possono insegnare qualcosa e contribuire al miglioramento.

    20. Maledetti pordenonesi. Spero di non doverli incontrare nei play off. Sono la nostra pecora nera. Tutti al santuario di Loreto dovesse succedere di incontrarli ancora una volta.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here