In un orario un po’ anomalo, mercoledì mattina alle ore 10:00, Empoli-Cagliari si incontrano per la 14^ giornata di campionato. Gli azzurri partono forte, con ottimi fraseggi sulla trequarti e con Baldanzi spesso al centro del gioco. Sono però i sardi a passare avanti con il talentuoso Carboni che segna sugli sviluppi di un calcio d’angolo, difensore con il vizio del gol che vanta già tredici presenze in Serie A con la prima squadra. I toscani, passati in svantaggio immeritatamente, continuano a macinare gioco e trovano il pareggio nella ripresa con uno splendido tiro da fuori di Asllani. Il finale di partita vede giungere la stanchezza che si manifesta con molti errori tecnici, complici probabilmente i primi caldi primaverili e le numerose partite ravvicinate, così le squadre sembrano abdicare ed accontentarsi del pareggio. I sardi, che venivano da due vittorie consecutive in trasferta, conquistano un ottimo punto per la salvezza. Per gli azzurri, invece, è un pari che sta stretto in quanto, in più di un’occasione, è mancato solo il giusto cinismo sotto porta. Nel prossimo turno, l’Empoli è atteso a Ferrara dalla Spal in una partita difficilissima.

La Sampdoria vince contro la Fiorentina per 4-2 raggiungendo il sesto risultato utile consecutivo e confermandosi la rivelazione del campionato. I viola dominano ma non riescono a concretizzare le numerose occasioni create mentre, al contrario, i blucerchiati trovano il gol con molta facilità. Per la Fiorentina rimane una stagione complicata e vede avvicinarsi sempre più lo spettro della retrocessione.

Dopo la sconfitta con la Spal, anche la Juventus torna a vincere 4-2 nel derby della Mole. I bianconeri appaiono determinati fin da subito e passano in vantaggio dopo soli due minuti. L’assenza del difensore belga De Winter, sei gol subiti quando non è stato presente, ha permesso al Torino di trovare due gol che non sono bastati ad evitare la sconfitta. Da Graca, capocannoniere del campionato, ha chiuso il match ad inizio secondo tempo.

Partita rocambolesca fatta di sorpassi e controsorpassi quella tra Lazio e Genoa che finisce 3-3. Uno straordinario Kallon che segna e fa segnare è il giocatore chiave dei liguri mentre, per la Lazio, è Shehu il mattatore di giornata che trova l’incrocio dei pali con un sinistro splendido da fuori area. I biancocelesti danno un piccolo segnale di speranza in una stagione disastrata che li vede penultimi in classifica. Il Genoa si allontana invece dalla zona playoff.

Dopo due sconfitte consecutive, l’Atalanta torna alla vittoria per 3-1 contro il finalino di coda Ascoli. I piceni passano in vantaggio al 24′ ma vengono raggiunti e scavalcati allo scadere del primo tempo. Nella ripresa la Dea chiude i conti definitivamente con uno splendido gol di Vorlicky al 64′.

Il Sassuolo vince il derby emiliano 2-0 contro la Spal. I gol maturano entrambi nella ripresa, prima su rigore con Marginean, poi con Reda nel finale. I neroverdi, reduci dall’ottimo pareggio con la Roma capolista, consolidano il sesto posto avvicinandosi a solo due punti di distanza proprio agli spallini che, dopo Atalanta e Juventus, non riescono a centrare la terza vittoria consecutiva.

L’Inter vince di misura a Bologna con un gol che fa molto discutere gli opinionisti in questo periodo: i rossoblu provano ad impostare la manovra dal basso obbligando il portiere a giocare con i piedi ma, come spesso accade anche ai più bravi, incappano in un infortunio. Molla, infatti, stoppa male il pallone passatogli dal difensore e sul pressing di Bonfanti subisce il gol. Una moda, un mantra, l’impostazione dal basso o semplicemente ”il calcio moderno”, comunque lo si voglia chiamare è vietato sbagliare. In campo per il Bologna era presente anche Juwara che molti si ricorderanno per il gol all’Inter di Conte nello scorso campionato. I nerazzurri lo contengono al meglio e con questa vittoria di misura raggiungono, a pari merito, la Roma in cima alla classifica.

Finisce 0-0 la partita tra Milan e Roma. I giallorossi sprecano diverse occasioni colpendo anche due legni. Tra i rossoneri era presente anche il giovane norvegese Hauge, che tanto bene ha fatto nella prima parte di stagione nel Milan di Pioli ma contro la Roma non ha brillato particolarmente. I rossoneri portano comunque a casa un buon pareggio contro la capolista ma continuano a vagare nel limbo di metà classifica.

I Gol della Giornata

  • Il tiro di mancino da fuori area di Shehu (Lazio) che trova l’incrocio dei pali
  • La rovesciata in area di Italeng (Atalanta) che si insacca all’angolino basso
  • Il tiro dal limite di Vorlicky (Atalanta) che salta l’avversario con una veronica prima di calciare
  • Stop a seguire di petto e tiro al volo all’incrocio dei pali di Siatounis (Sampdoria)

Gli Assist della Giornata

  • Serpentina di Prelec (Sampdoria) che salta due avversari per poi appoggiare a Di Stefano
  • Kallon (Genoa) attira a sé tre avversari in area e imbuca di esterno sinistro per Estrella

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here