L’Inter è padrona di Milano e piu’ che mai vicina allo scudetto. Dopo il 4-0 dell’andata, i nerazzurri vincono 2-0 anche il derby di ritorno e cacciano il Diavolo a -9. Il campionato forse non e’ ancora chiuso perche’ i rossoneri hanno ancora una partita da recuperare, ma il verdetto di San Siro e’ spietato per la squadra di Leonardo: l’Inter di Mourinho e’ piu’ forte. Il 2-0 finale porta la firma di Milito e Pandev, ma anche di Julio Cesar (rigore respinto a Ronaldinho al 92′), di capitan Zanetti (straordinario) e di Jose’ Mourinho che ha gestito alla grande l’inferiorita’ numerica maturata al minuto 26 del primo tempo.Il gol di Milito che ha portato in vantaggio i nerazzurri
  

 Fuori Sneijder, cacciato da Rocchi (insufficiente la sua direzione di gara) dopo un prolungato applauso. L’Inter ha sofferto nella ripresa, ma ha legittimato il risultato anche con i due pali colpiti da Sneijder nel primo tempo e da Pandev (che rinforzo il macedone!) nella ripresa. Non in gran serata il Milan, sorpreso e annichilito dall’avvio straripante dei cugini e mai capace di reagire, anche per la giornata non proprio positiva di gente come Pirlo, Ronaldinho (soprattutto) e Beckham. Si comincia con Mourinho che rilancia Santon in difesa e a centrocampo sceglie Muntari. In attacco Pandev con Milito, Balotelli in panchina. Nel Milan niente da fare per Nesta, al suo posto Favalli, per il resto tutto confermato a partire dal tridente Beckham-Borriello-Ronaldinho.
  

 Straordinario impatto con il derby per l’Inter, al 2′ gran destro di Sneijder dai 20 metri, il palo salva Dida. All’8′ il portiere brasiliano si supera sul sinistro a botta sicura dell’olandese. Milan in difficolta’. Il Diavolo lascia troppi spazi a centrocampo, Pandev e Sneijder si muovono bene tra le due linee e la difesa rossonera, priva di Nesta, va in tilt. Al 10′ Pandev lancia sulla sinistra Milito, Abate e’ in vantaggio, ma prova un improbabile colpo di testa all’indietro che si trasforma in un assist per l’argentino: perfetto il diagonale di sinistro del Principe, nerazzurri in vantaggio. Lo ‘schiaffo’ non sveglia il Milan che continua a soffrire e a non trovare le misure sui due attaccanti di Mourinho e sul movimento di Sneijder. Grande partita per l’ex Real che, pero’, al 26′ rovina tutto facendosi espellere dopo un prolungato applauso all’arbitro Rocchi che, da quel momento in poi, sbaglia tutto o quasi. Al 31′ il Milan chiede il rigore per il fallo di mani di Maicon su Ronaldinho, Rocchi lascia correre.
   

 Nonostante la superiorità numerica il Milan fatica a creare palle-gol, si va all’intervallo sull’1-0. Nella ripresa Leonardo inserisce Seedorf per Gattuso. Il Milan pressa, va vicino al gol proprio con l’olanedese (bravo Julio Cesar), ci prova anche con Borriello e Ronaldinho, ma l’Inter regge e va vicina anche al raddoppio con Pandev (palo al 17′). Al 20′ il 2-0 arriva, segna proprio Pandev su punizione. Nel finale il Milan ci prova, Julio Cesar e’ strepitoso su Huntelaar poi, al 47′, para un rigore calciato da Ronaldinho. Finisce 2-0, l’Inter e’ padrona di Milano ed e’ ad un passo dallo scudetto.

 

G. G. / M. B. (Fonte: AGI News On)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here