Gli azzurri sono scesi in campo ieri, martedi 23 febbraio, per una nuova seduta di lavoro in vista del big match di venerdi sera che ci metterà di fronte al Venezia. L’ex squadra di Alessio Dionisi è oggi terza (alla pari con la Salernitana) ma con il miglior trand di tutte le venti di B.

La squadra è scesa in campo nel pomeriggio ed ha lavorato molto dal punto di vista tattico, andando a puntellare quelle situazioni che ogni tanto creano pericolo e portano a difficoltà. Uno degli obiettivi anche quello di tornare a non prendere gol, cosa che accade da sei gare consecutive. E’ forse ancora presto per parlare di formazione ma, rispetto a Pisa, potrebbero esserci delle variazioni. Scontato il rientro tra i titolari di Bajrami, che sta bene, si potrebbe rivedere dal primo minuto Zurkowski a rilevare Ricci. Anche in difesa potrebbe esserci un avvicendamento tra Terzic e Parisi ed il recuperato Sabelli potrebbe dire la sua. In attacco Matos potrebbe far rifiatare uno dei due titolari. Cio’ che come sempre è scontato è il modulo che sarà il 4-3-1-2.

Ogg nuova sessione di allenamento, poi domani la rifinitura.

46 Commenti

  1. Non farei un turnover eccessivo , é comunque una delle partite più importanti al momento dato che sono vicini ed é una diretta concorrente ai primi due posti/playoff

    Magari si comincia a fare i cambi al 60esimo invece di fare un turnover di 5 titolari

  2. Lasciamolo stare il reparto offensivo che è il migliore che possiamo schierare. Parisi è chiaro che non poteva continuare su prestazioni ben al di sopra della media e che un calo sia fisico che tecnico poteva essere messo in preventivo. Ragazzo che non va panchinato nella maniera più assoluta. Tra l’altro rivedendo l’azione del goal subito a Pisa, mi sembra che sia esente da colpe, che darei piuttosto a La Mantia che gli passa una palla corta e non in maniera decisa. Son 5 le sostituzioni da fare e quindi si può benissimo rischierare la formazione di Pisa (con Bajrami peró) e se così non fosse massimo un paio di cambi e non di più. Da notare che nelle ultime partite Nikolaou è stato il peggiore della difesa e ha ricominciato a sbagliare sia sui goal, che nelle impostazioni da dietro. Forse in questo momento l’unico che inserirei dietro è Casale e non Sabelli al posto di un Fiamozzi finalmente convincente. E a Casale aggiungerei Zurkowski, che o lo fai giocare con continuità o una buona forma non la raggiungerà mai. Comunque giochi chi giochi è lampante che i 3 punti non dovranno mancare, sia per riscattare una sconfitta (la sola sconfitta) sia per tenerli a debita distanza.

    • Ma quindi quale posizione prendi?
      Parisi: “Parisi è chiaro che non poteva continuare su prestazioni ben al di sopra della media e che un calo sia fisico che tecnico poteva essere messo in preventivo. Ragazzo che non va panchinato nella maniera più assoluta.”
      Nikolaou: “Da notare che nelle ultime partite Nikolaou è stato il peggiore della difesa e ha ricominciato a sbagliare sia sui goal, che nelle impostazioni da dietro. Forse in questo momento l’unico che inserirei dietro è Casale”

      Direi che, dopo settimane di grande calcio e personalità, un calo possa essere preventivato (comunque non se ne perde una da un girone intero), ma la fiducia va mantenuta intatta, anche perché questa squadra, che dir si voglia, originariamente doveva essere ben al sotto di dove si è arrampicata fino ad oggi.

      Non sono il mister, non seguo gli allenamenti, ma fossi in lui darei fiducia alla formazione tipo che ci ha portato ad essere campioni d’inverno, con pochi e giusti accorgimenti dovuti ad infortuni/squalifiche/partite ravvicinate.

      • Mi sembrava di esser stato abbastanza chiaro. Confermerei Parisi, perché ha tutte le caratteristiche per superare il piccolo calo che ha avuto e tornare a giocare come sa (e il secondo tempo di Pisa l’ha dimostrato). Mentre al posto di Nicolaou (in questo momento mi sembra meno brillante del solito e su diversi goal subiti nelle ultime partite direi che ha “dormito” sulle iniziative dei suoi avversari che poi hanno fatto goal.) inserirei Casale. Abbiamo una buona panchina e se non sei in forma o meno brillante, si può ovviare con qualcuno che magari lo è più di te. Sempre parere personale naturalmente, perché c’è un mister che sa il fatto suo e che schiererà chi meglio crede.

        • Ok il passaggio e sbagliato , di La Mantia ma e la posizione che è sbagliata, li c’era Ricci e Parisi non doveva stare a pestare i piedi, se tieni la posizione , il pallone La Mantia lo passa a Ricci , anche sbagliato Birindelli non va….
          Ok difendere sempre a piacere vostro !ma se uno sbaglia ,sbaglia

          • Enrico… E secondo te la posizione di Birindelli era corretta?
            Pensaci bene, perché se mi dici di sì, allora ti contraddici…

  3. Boh, io istintivamente darei sempre la precedenza ai giocatori di nostra proprietà, e quindi dentro Parisi e Ricci, fuori Terzic e Zurkowski che comunque sono due ottimi sostituti. Zurkowski continuo a dire che va bene per gli ultimi 20 minuti, ha un tono fisico decisamente insufficiente, a vederlo sembra anche leggermente sovrappeso…e non mi interessa il discorso che dovrebbe giocare di più per rientrare in forma…non si può mica rischiare di giocare con un uomo in meno solo perché la gente deve rientrare in forma. Collaudiamo meglio quest’asse Parisi-Ricci, visto che ancora qualche errore lo fanno…perché il futuro sono loro, gli altri tornano a Firenze. Per il resto, il Fiamozzi che stiamo vedendo non lo sostituirei. In attacco uno “grosso” ci vuole, quindi se va fuori LaMantia, dentro Moreo. L’attacco Bajrami-Mancuso-Matos è troppo leggero, rischia di rimbalzare sulle difese. LaMantia anche se non convince mai del tutto, le difese avversarie le fa stare preoccupate, le piglia a testate e spintoni, apre varchi. E’ uno di quelli che te ne accorgi quando non gioca, del lavoro importante che fa.

  4. Le colpe di Parisi sull’azione del goal ci sono e come se ci sono; il suo takle su Siega è più da attaccante che da difensore, ha pensato di più ad attaccare che a difendere, non rendendosi conto che perso il contrasto avrebbe lasciato una prateria davanti a Birindelli. Sì forse Nikolaou poteva stringere su Birindelli, si è fidato troppo sulla corsa di recupero di La Mantia; certamente non si può assolutamente dire che è stato il peggiore, e preferire Casale; forse ci siamo dimenticati della cappellata di Casale a Ferrara, che ha provocato quel casino in area e dopo il non rigore di Romagnoli. A centrocampo Ricci, finchè gli regge il fiato, non ha concorrenti all’altezza; Zurkowski, a parte il bellissimo gol, ha anche con il Pisa perso alcune palle a centrocampo che potevano essere molto pericolose; e poi è un centrocampista avanzato, che nel modulo di Dionisi non vedo come possa trovare il ruolo giusto.

  5. Non credo che Dionisi faccia turnover, penso invece che scelga la formazione in base all’avversario e alle sue debolezze ….. sappiamo che è una partita in cui tutti sanno di dover far bene….. sono tranquillo.

  6. solo per sorprendere….Con i cambi a 60 esimo
    FURLAN
    FIAMOZZI
    COLOSSO DI RODI
    CASALE
    PARISI
    RICCI HAAS
    STULAC
    LA MANTIA BEJRAMI
    MATOS

    OVVIAMENTE PRIMO CAMBIO MANCUSO PER MATOS E POI I SOLITI INNESTI DU

  7. Io credo invece che non ci doveva essere Ricci così spostato sulla fascia sinistra (mi pare che è li che sia Terzic che Parisi iniziano a spingere in avanti e ricevono palla) . Sempre parere personale naturalmente e senza voler difendere questo o quello come dici tu ENRICO. E comunque tu passi male la palla (figuriamoci se doveva arrivare a Ricci come sarebbe stato ancora più corto quel passaggio) poi è colpa mia se perdo il contrasto e se dopo una fuga di 40 metri prendiamo goal? Certo è strano che poi a rincorrere Birindelli sia stato proprio La Mantia. ( Non è che si sentiva colpevole per quell’appoggio non proprio ortodosso?) Piuttosto Nikolaou invece di indicare agli altri dove posizionarsi, durante quell’azione di contropiede, poteva uscire prima per chiudere e così un incerto Brignoli che è rimasto colpevolmente sulla linea di porta. Ma questo senza voler incolpare nessuno e senza voler difendere nessuno e con nessuna presunzione di aver ragione. Parisi era venuto su con un bello scatto in avanti e la cosa ci stava, poi sarebbe stato comunque Ricci a stare dietro e a coprire il compagno.

    • Se proprio dobbiamo dirla tutta sul gol subito e dare la colpa a qualcuno questa vanno distribuite tra più giocatori : la mantia che fa un passaggio corto, Parisi che sale senza motivo di fatto andando a pestare i piedi a Ricci, Nicolau che guarda correre Birindelli e rimane nell’area a coprire i due attaccanti del Pisa (già coperti da altri due difensori) ed infine Brignoli che non fa nemmeno un passo in avanti per chiudere lo specchio della porta rimanendo passivo sulla linea e prendendo il gol tra le gambe

  8. Daniele si fa per dire, te lo dico perché era un problema che avevo io , partire sempre a capo basso, me lo avranno detto un milione
    di volte, se no stavo zitto ora da vecchio lo dico io a gli altri

  9. 3mpoi sono d’accordo con te in tutto, meno che su La Mantia, non apre proprio nulla, sbaglia tutti i passaggi., non stoppa una palla, col Pisa il gol l’ha causato lui, sbagliando il passaggio,comunque a me non piace meglio davanti Mancuso e Moreo, che è un centravanti puro, con Bajramj dietro le punte, poi nel secondo tempo secondo come si mette la partita, vediamo chi può entrare,Parisi e Ricci son nostri devono giocare se stanno bene, non ci sono dubbi, in porta io farei giocare Furlan.

    • Su Furlan sarei curioso anch’io, in fondo nelle due partite che giocò fu impeccabile…su LaMantia non sono certo un suo fan eh, spesso mentre guardo la partita nutro le tue stesse perplessità. Però quando ne abbiamo fatto a meno, il nostro attacco mi è parso completamente spuntato (vedi partita col Pescara), incapace di creare qualunque grattacapo alla difesa avversaria. Secondo me la cosa migliore è partire con lui, far stancare la difesa avversaria a suon di sportellate e poi al 60′ mettere o Moreo o Matos a seconda delle caratteristiche che ha preso la partita. Non dimentichiamoci che in coppia con Mancuso sono a 21 gol che non è proprio una bazzecola.

    • Furlan é un gatto , salta molto e spesso anche su palle sulle quali non c’è bisogno , molto reattivo.
      Brignoli é li lì ma a livello di fondamentali del portiere e di presa del pallone Brignoli é un altro livello, capita a tutti una giornata no , dove ti scivola e invece di bloccarla va in angolo , dove l’attaccante prende gli unici dieci cm fra ginocchio e primo palo e dove non hai poi altre occasioni per mettersi in mostra.
      Il ruolo del portiere e avaro di gioie e ogni minima sfiga pesa, potessero avere tutti il numero di occasioni che hanno in attacco…

  10. Non c’è bisogno che io riguardi il filmato Enrico, so benissimo che Parisi venendo avanti lascia libero Birindelli da marcature e solo sulla destra, ma l’azione si svolgeva in avanti e con palla in nostro possesso e quindi poteva andare a nostro favore un Birindelli lontano dalla sua difesa e un Parisi in avanti e in progressione. Certo se poi sbagli il passaggio (mi sembrava facile appoggiare meglio quel pallone visto che comunque gli azzurri erano in due) o come nel caso di Stulac la settimana prima lo sbagli centralmente e chiaro che poi puoi subire una ripartenza pericolosa. Se Parisi si fosse avventurato in avanti palla al piede e in dribbling e avesse perso palla allora la penserei in maniera diversa.

  11. Niente , un c’e versi fai bene a pensarla così
    Ma Parisi parte dalla sua metà campo non puoi negare, ricci si trova alla sua sinistra molto più avanti, La Mantia non fa un passaggio dietro ma laterale verso Ricci , che però in velocità a voluto andarci lui, e partito a capo basso , senza pensare alle conseguenze, se Ricci vedi che fa il movimento a coprirti andava bene , ma Ricci e in quella posizione e voleva il pallone, Parisi al massimo poteva fare una sovrapposizione che e quello che deve fare

  12. Inutile discutere: La Mantia fa sì un passaggio corto, ma è Parisi che perde impietosamente il contrasto con Siega, perchè lo affronta non da terzino, ma come se fosse un attaccante, incurante delle conseguenze; Ricci rimane fuori dai giochi, anche se cerca di rientrare verso la difesa; Parisi invece rimane fermo a centrocampo. Può succedere, ma le ripartenze sono pericolose, soprattutto sulla fascia quando non hai più chi la controlla, e i difensori centrali non sanno più che fare, lasciare l’uomo o andare a contrastare ? In questo caso Brignoli ha fatto bene a rimanere tra i pali, ma come al solito ha trascurato il primo palo.
    Col Pescara, passaggio sbagliato di Stulac, ma in quel caso dormita generale della difesa, ed in particolar modo di Brignoli, sorpreso (spesso ed ancora sul primo palo) da un tiro non irresistibile.

  13. Vorrei a questo punto ,sapere come la pensa il Mister!, “sapete se è stato fatto questa domanda a Dionisi?” , secondo lui cosa e stato sbagliato nel gol preso,? se e possibile fare questa domanda nel prepartita …. che sicuramente avrà rivisto svariate volte , sarebbe interessante saperlo….

  14. Cioè, inutile discutere cosa vorrebbe dire? Che quello che dici te è la verità assoluta? Mi sembra giusto che ognuno dica la sua e che invece se ne discuta sennó è inutile star qui a commentare. Te la pensi così e ok, ma alla fine credo che il commento di ALEKOS, sia quello più da condividere.

    • Il gol del Pisa è frutto (anche) di un problemino che ogni tanto viene fuori ovvero l’aspettare troppo ad intervenire sul portatore di palla vedi anche il gol di Busellato oppure a Ferrara sull’occasione di Segre si era lasciato libero l’uomo per il cross.Ogni tanto un intervento a centrocampo a portar via ogni cosa ci vorrebbe,non aspettare e rinculare troppo.A Pisa era fuori posizione Parisi perché Siega è bravo a vincere il tackle su Ricci ma su quella fascia si crea una voragine che il figliolo del Biro ha saputo sfruttare alla perfezione perché è molto veloce e solo La Mantia ( che non ha quel tipo di passo ) prova a rincorrerlo.

    • Se ti riferisci a me, era semplicemente un modo dire e per rimarcare che il problema (non chiamiamolo errore, così sei più contento) per me è nato con quel contrasto superficiale fatto da un Parisi ancora un po’ acerbo. Sostenere che la colpa è un po’ di tutti, mi sembra abbastanza puerile, e non rende merito agli altri. Quando si crea una falla su una fascia, non è facile levarne le gambe. E se Nikolaou in un secondo avesse deciso di andare a contrastare Birindelli, e quest’ultimo avesse passato ad un centrocampista liberatosi in area, ora che si direbbe? O se Brignoli avesse lasciato i pali, e Birindelli lo avesse scavalcato con un pallonetto? Quando un avversario sfonda facilmente su una fascia come Birindelli, sono guai, e bisogna solo sperare che ci sia uno sbaglio dell’avversario.
      Poi uno è libero dire quello che gli pare, e nel calcio la verità assoluta non esiste, non ce l’ho io e tanto meno te. Tranquillizzati.

      • Io sono tranquillissimo, sei te che scrivi “Inutile discutere” e mi pare che la cosa voglia dire che quel che dici te è INDISCUTIBILE. Io invece penso e dopo ho chiuso l’argomento, che un goal non debba essere per forza attribuito a chi perde una palla a centrocampo, a meno che dietro a lui non ci sia rimasto che solo il portiere. Lasciò stare La Mantia che comunque ha provato a contrastare Birindelli (e ce l’avrebbe fatta se non fosse partito da molto più indietro del Pisano), ma chi era dietro in qualche maniera doveva cercare di interromperne l’azione. Non è che se si sbaglia un disimpegno a centrocampo poi nessuno non può rimediare all’errore. Tu dici: “E se Nikolaou in un secondo avesse deciso di andare a contrastare Birindelli, e quest’ultimo avesse passato ad un centrocampista liberatosi in area, ora che si direbbe? O se Brignoli avesse lasciato i pali, e Birindelli lo avesse scavalcato con un pallonetto?” Si direbbe che avevano provato ad evitare un potenziale pericolo da un giocatore che era arrivato vicinissimo alla porta. Quando Bajrami si è involato sulla sinistra con quella progressione, di Pisani ne sono rientrati parecchi (basta guardare il filmato). Sennò si ritorna al discorso del pareggio del Brescia (mi pare che fossero loro) ai tempi di nonno Andreazzoli. Sbagliò un disimpegno Traoré perché si addormentò su un passaggio e in diversi gli dettero la colpa per il goal subito, quando invece subito dopo la conquista del pallone da parte del Brescia, ci fu un immediato rinviaccio sbilenco di Pasqual e una successiva caz.za.ta di Veseli e lì venne l’1 a 1. Che sia partito tutto da una palla persa non lo puó negare nessuno, ma non si fa arrivare un giocatore a 3 metri dalla porta. E se ci arriva, te portiere gli devi andare incontro.

        • Mi sembra che tu stia facendo un romanzo, senza che ti sia richiesto.
          Comunque nel calcio, la maggior parte dei gol nascono da errori, grandi o piccoli (e una minima parte per giocate straordinarie); a Pisa, è innegabile che il problema è nato con la perdita del contrasto di Parisi che ha spalancato la nostra fascia di sx rimasta senza difesa; poi per come è andata avanti l’azione, ognuno la pensa come gli pare, ma non puoi disconoscere il problema iniziale, altrimenti come si fa a discutere.
          Poi Bajrami non ha la velocità di Birindelli (a parti invertite sarebbe bastata la rincorsa di La Mantia per fermarlo).
          La palla persa da Traore, non comportò l’apertura di un’autostrada per gli avversari, perchè bene o male c’erano i difensori centrali e l’azione non si sviluppò sulla fascia. Quindi non mi sembrano casi paragonabili; resta comunque il fatto innegabile, ed è quello che volevo sottolineare, e cioè che, anche nei tuoi casi, il problema nasce da un contrasto o disimpegno sbagliato, molto più grave se dietro non c’è copertura.

          • O che ti ho scritto sul commento appena sopra : “Che sia partito tutto da una palla persa non lo puó negare nessuno”, quindi non mi pare di aver disconosciuto il problema iniziale e riguardo al goal subito con il Brescia lo so che non è la fotocopia del goal subito a Pisa ma volevo solo evidenziare che dopo l’errore iniziale di Traoré non è che si sia preso goal dopo due secondi, ma pur se l’azione poteva diventare pericolosa ci sono stati errori ben più gravi del suo. E quindi ribadisco che per me si poteva e si doveva cercare di ovviare ad una palla persa a centrocampo. Ci ha provato La Mantia e non c’è l’ha fatta, ma Nikolaou non ci ha provato nemmeno e Brignoli idem con patatine. Poi il goal magari lo prendevi lo stesso, ma questo è un altro discorso. Ma non credo proprio che se a Birindelli capitano altre 10 occasioni simili le mette tutte dentro così facilmente. Tutto qua.

          • Sai quanta è durata l’azione di Birindelli ? 6 secondi, e non era facile per i centrali organizzarsi e prendere una decisione; hanno deciso in quel modo, e, col senno di poi, può essere stata anche una decisione opinabile, ma ripeto non era facile; poi visto che Birindelli era tallonato da La Mantia, per me hanno fatto la scelta giusta, non si può in quei frangenti pensare che La Mantia non ce l’avrebbe fatta; invece sarebbe stata una scelta sicuramente sbagliata se Birindelli non avesse avuto nessuno alle calcagna; e paradossalmente forse sarebbe stato meglio.
            Sempre secondo me, Brignoli ha fatto bene a non uscire, sempre per lo stesso motivo, ma al solito non ha presidiato il primo palo. Ma dove vuoi che Birindelli avesse indirizzato la sua puntata ? se non sul primo palo; non è mica un terzino dai piedi buoni !!!
            Comunque son cose che succedono, altrimenti i goal sarebbero rarissimi.
            Acqua passata, pensiamo al Venezia.

  15. Brignoli
    Fiamozzi nikolaou Romagnoli Parisi
    Stulac Haas Zurkowski
    Bajrami
    Mancuso La Mantia

    Guardiamo stavolta d’un anda’ subito sotto.
    Per favore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here