Come vi avevamo preannunciato, il tecnico Alessio Dionisi è intervenuto in diretta nella 25/a e ultima puntata di Orme Azzurre. Ecco uno stralcio delle sue dichiarazioni a partire dal suo stato d’animo a pochi giorni dalla conclusione del campionato:

“Alla fine della stagione si tira il fiato, siamo fortunati di aver terminato bene e presto, quindi si ha tempo per programmare il futuro con anticipo. Annata straordinaria, giusto che festeggino principalmente tifosi e giocatori ma anch’io ho la possibilità di rilassarmi”.

Sulla crescita del gruppo: “Quello che ho detto ad agosto 2020 lo pensavo, la speranza era di giocarci ogni possibilità al massimo, poi non potevo pensare di condurre un percorso come questo. Determinante è stata la disponibilità dei ragazzi che è stato un valore aggiunto unito allo storico dello scorso anno, i nuovi arrivati si sono adeguati a cosa hanno trovato. Tutti insieme ci hanno creduto fin dal primo minuto, tutti si sono migliorati“.

Sul suo futuro: Il presidente ha detto che devo rimanere a Empoli per abituarmi alla sconfitta? Ti rispondo lancio provocatoricamente questa domanda: il tifoso è abituato a perdere? In serie A è tutto un altro percorso, l’affermazione del presidente è stata ironica proprio per il cammino compiuto quest’anno. Spero che l’ambiente abbia migliorato la lezione, sarebbe vincente mantenere la categoria. Dobbiamo sapere di dover perdere 15 o 20 partite, c’è da capire se tutto l’ambiente è pronto a soffrire. Sono in un ambiente dove sto bene, in una squadra che adoro, con giocatori che stimo. Ci metteremo ad un tavolo quando sarà il momento e capiremo se ci sarà o meno unità di intenti ma credo che ci sarà vicinanza fra le parti e di continuare l’avventura qui a Empoli“.

Sul confronto con Spalletti:Il paragone mi lusinga, spero di non venire meno a questo accostamento, anche se al momento non penso di valere un tecnico come Spalletti. Noi non eravamo favoriti, questo è stato un vantaggio. Tuttavia all’inizio del torneo come obiettivo c’era quello di finire fra le prime cinque del campionato, poi le cose sono andate nel migliore dei modi

Sul quando ha pensato davvero di fare l’allenatore: “Quando giocavo mi rendevo conto per il rapporto con i giocatori e il rapporto che avevo con il tecnico. Ero sempre uno dei più rappresentativi. I miei compagni me lo dicevano, al momento dell’inizio della mia avventura mi dicevano che sarei diventato un allenatore professionista. La mia prima ambizione è sempre stata quella di migliorarmi, non mi piace la zona di comfort. È sempre stimolante cambiare categoria, ora ho iniziato a prendermi sul serio. Spero di essermi migliorato, ma non c’è stato un momento preciso in cui mi sono reso conto che sarei diventato allenatore.

41 Commenti

  1. Tranquillo DIONISI, noi siamo ampiamente abituati a perdere ed a soffrire. Basta che guardi la nostra storia e te ne renderai conto. L’importante è che Labbrone risvoltinato non faccia danni come fece l’anno di Andreazzoli, pigliando gente a caso e cambiando l’allenatore dopo che gli aveva smantellato la squadra.

  2. Tradotto resterà ma vole dimorti vaini. Cmq è bravo e se li merita. Però bisogna che impari a prendersi più responsabilità e non far decidere al presidentissimo chi far scendere in campo se non in forma (vedi ricci in diverse occasioni verso la fine della stagione).

  3. …..si bravo senza alcun dubbio
    ma che non faccia troppo il presuntuoso perché allenatori adatti a questa squadra c’è ne sono in B da tenere in considerazione , Zanetti e Sottil su tutti .

  4. L’ambiente è pronto a perdere?
    Ragazzo io mi son fatto la C1 e farei anche la terza categoria con questa maglia.
    Volare basso e pedalare.
    Altrimenti morto un papa se ne fa un altro.
    Se son dichiarazioni per garbare alla piazza mi sa che ha fallito, se invece si prepara la strada per andare…

  5. Tutto d’un tratto incominciate a ragionare …
    Come ha detto Riccardo61 il decimo dal 2015 morto un papa se ne fa un’altro, avanti il prossimo conta solo la maglia , io non mi affeziono a nessuno tanto meno agli allenatori, avanti azzurro

  6. La serie A non aspetta nessuno…se inizi male o se entri in un periodo lungo di risultati negativi è chiaro che una società prova ad invertire la rotta cambiando allenatore…se resta al di là delle rassicurazioni di facciata è bene che entri nell’ordine di idee che se i risultati non arrivano oppure se il gioco o il modulo non convince la dirigenza, difficilmente resterà lungo sulla panchina… i precedenti parlano chiaro (mago di Ischia escluso…purtroppo).

    Se vuole tranquillita e protezione vada a Sassuolo…a Udine…o a Genova sponda blucerchiata.

    • Col mago di Ischia, una squadra mediocre e un mercato invernale da mani nel viso ci eravamo salvati. Poi qualcuno operò diversamente.

      Comunque mister non ti preoccupare noi qui si è visto e sentito di tutto…
      Piuttosto vedi di imparare tu dalle lezioni che prenderemo sul campo.
      A noi basta che non manchi l’impegno, poi non abbiamo quasi mai preso a schiaffi nessuno

  7. Seconda la mia personalissima opinione, le sue affermazioni si possono tradurre all’incirca così: voglio essere sicuro che la Società mi darà fiducia anche qualora le cose dovessero andare male, senza mandarmi via come fecero con Andreazzoli

    • Questo non lo può pretendere nessuno … ne se ti chiami Dionisi … ne se ti chiami Guardiola … Ogni squadra si prefigge un obiettivo … e anche se non è detto che si riesca a raggiungerlo … si può dare fiducia ad un allenatore per 10/12 partite … se poi i risultati non vengono è chiaro che poi … tu allenatore salti … e avanti un altro per cercare di dare una sterzata, che comunque … come nel caso di Iachini … è una sterzata che può anche durare poco. Piuttosto credo che il mettersi a sedere con la dirigenza … per lui voglia dire che tipo di squadra si voglia allestire, perchè è indubbio che in A se ti vuoi salvare … alla Giampaolo, devi prendere 3 o 4 giocatori che qualitativamente facciano fare un passo in avanti al gioco della squadra. Letto tra le righe … Dionisi non si accontenterebbe della sola salvezza … anche se importantissima, ma punterebbe ad un campionato più vicino al centroclassifica … ed è chiaro che sa benissimo che alcuni giocatori faranno la loro bella figura anche in A … qualcun’altro e solo buon giocatore di B.

      • Non solo….c’è da dire anzi che questa garanzia può averla più a Empoli che in altre piazze,più blasonate.
        Andreazzoli ha qualcosa da rimproverare se fu esonerato. Bel gioco,per carità, ma io mi ricordo le buche che facevamo in mezzo al campo.Poi ovviamente le colpe della società sono chiare visto chi hanno chiamato dopo ,ma alla fine ci fu anche un’ammissone di colpa da parte della stessa dato che fu richiamato.
        Ritengo Dionisi,allenatore dotato di acume maggiore rispetto a uno che a 65 anni metteva i cinesini a Trigoria .

        • In serie A ti salvi soprattutto se hai un gioco … ma non dovrà esser lo stesso che abbiamo visto quest’anno … ci vorranno degli accorgimenti e quindi visto che abbiamo degli elementi che in ripartenza possono fare ottime cose, credo che alla fine il reparto che vada rinforzato, soprattutto giocando contro squadre di un certo valore, sia quello del centrocampo e quello difensivo … più che altro nel reparti centrali. Un Sabelli e un Parisi, sempre se l’ex Brescia rimarrà in azzurro, sono di di sicuro due elementi su cui fare affidamento … uno per la sua esperienza e bravura … l’altro per la sua crescita costante e il suo talento. Come credo che sia Bandinelli a sinistra e Haas a destra posson fare altrettanto bene a centrocampo. Probabilmente manca anche una punta di stazza da affiancare a Mancuso per completare l’undici titolare. Insomma per me mancano 1 centrale di difesa, 1 centrale di centrocampo e 1 centravanti … fermo restando che la rosa può sicuramente contare anche sui vari Stulac, Romagnoli, La Mantia etc etc. e sulla conferma,se possibile, di Matos. Riguardo al portiere … credo che Brignoli possa venir sostituito solo se arriva un portiere di valore … e non è facile ogni volta trovare un portiere straniero bravo e Polacco …

  8. Tranquillo Alessio Hai già dimostrato maturità e grandi doti nel gestire una situazione che sicuramente nessuno si aspettava e poi con questi numeri……..Campionato vinto e giocatori valorizzati mantenendo i piedi per terra Sereno e tranquillo anche senza l’esperienza che tanti rinfacciavano Goditi la vacanza e preparati per un altro campionato in una nuova dimensione Sei in grado di gestire i ragazzi , le sconfitte non mancheranno ma il vostro scudetto sarà salvarsi con onore Resta azzurro , puoi crescere ancora Complimenti per la stagione e tantissimi cari auguri per il prossimo matrimonio Un grande abbraccio. Il tuo vecchio zio

  9. Mettersi intorno a un tavolo significa: mi date un ingaggio molto più alto per una anno, e poi mi date giocatori che chiedo io (più o meno questo).
    Spall etti fece bene con l’Empoli ma non mi sembra un allenatore per cui stravedere, fra i tanti toscani che ci sono in giro. Una domanda: perché tanti toscani bravi? E’ un fatto culturale, e qui mi fermo, ma la risposta ce l’ho abbastanza chiara.
    Risposta

  10. Più che l’ingaggio, dato che mi sembra molto intelligente e consapevole delle potenzialità economiche della nostra società , vorrà ridefinire il contratto,ovviamente alzandolo in maniera congrua e magari allungando con la condizione di una rescissione amichevole a fine anno.Poi vorrà garanzie tecnico-sportive,ma da questo punto di vista sa che è spalleggiato da dirigenti ormai abituati al saliscendi verso e da la massima serie.

  11. Piccola riflessione…negli ultimi 4 anni Dionisi ha allenato in D…in C…e due anni in B…ora ha raggiunto la A con l’Empoli…ma dove vorrebbe andare se non rimane con noi?…lui deve capire che rimanere in A con noi per lui è un grosso onore…ma dove vorrebbe andare…ad allenare l’Inter al posto di Conte?…🤔

  12. Se capito , rimarrà però intanto parlerà con il presidente per un bel ritocco dell’ingaggio e se lo merita , l’unico pericolo è che se c’è una società con un bel programma e gli fa una proposta economica più alta c’è da stare in pensiero vedi l’anno scorso quando era a Venezia .

  13. In questa intervista c’è un po’ tutto quello che qui avete scritto: disponibilità della società a rinforzare la squadra, tranquillità e sicurezza anche se le cose non dovessero partire bene, e un contratto che rispecchi i meriti fin qui acquisiti. Mentre il ributtare sui tifosi la frase del presidente, non mi sembra sia stata un’idea brillante; dimostra di non conoscere benissimo la storia dell’Empoli, e lo spirito dei tifosi empolesi; le partite senza pubblico e senza contatti con i tifosi, non lo hanno sicuramente aiutato. Ma lui si abituerà a perdere ? O meglio avrà le capacità di venir fuori nei momenti difficili, che sicuramente ci saranno ? Qui si vedrà il grande allenatore, ed è questo che il presidente voleva dire.

  14. La massima categoria è normale che faccia sognare Per tanti dei ragazzi sarà un traguardo per qualcuno un trampolino di lancio Il campionato vinto resterà comunque incancellabile per tutti loro. Alcune proposte saranno irrinunciabili ma il clima di Empoli è diverso Rimanete azzurri ed accettate le sconfitte che verranno senza drammi

  15. Vado un po’ controcorrente rispetto ai commenti letti fin’ora: io penso che la società debba far di tutto per tenere Dionisi il più a lungo possibile. Di allenatori bravi ce ne saranno sempre, ma se ogni volta ti devi ricreare un progetto per stare nel saliscendi tra la A e la B allora preferisco un allenatore e un DS che abbiano già dimostrato di valorizzare i giovani, piuttosto che bruciarsi in giocatori che cercano continuamente di riciclarsi. Arsenal docet (con le dovute distanze dal paragone per due tipi di società completamente diverse, dal punto di vista dell’appeal e da quello economico), sarò un utopista che non si realizza, ma ho sempre avuto questa ideologia..

    • Bravo Luca.
      E’ quello che vado dicendo da tempo.
      L’ascensore prima o poi smette di funzionare…
      Ma un bel progetto a medio termine?..
      Ci manca qcs x farlo?..
      Le competenze tecniche le abbiamo tutte…

  16. “Un gruppo che adoro….”
    Secondo me Dionisi chiederà come priorità la conferma in blocco dei giocatori di quest’anno. Di fare in sacrificio economico non per adeguare il suo contratto, ma per acquisire a titolo definitivo, quelli che erano in prestito. Tipo zurkowski, terzic e matos…

  17. Siccome ha il contratto per un altro anno, chiederà alla società, avendo vinto il campionato un adeguamento economico, lo chiederei anche io, quindi si metteranno d’accordo, e Dionisi sarà l’allenatore dell’Empoli per il prossimo anno,poi vedremo ne sono sicuro o perlomeno lo spero ardentemente.

  18. Claudio, labbrone risvolti sto, sai quante squadre vorrebbero avere, tifosi come te non servono qua grazie a lui è da più di 30 anni che facciamo serie a e b…..

  19. Uno fa un contratto di due anni e poi dopo un anno vuole parlare con la società, magari avere un aumento, perché il primo anno è andato bene. Ma se fosse andato male, si sarebbe dimesso o avrebbe accettato una riduzione dell’ingaggio? Oppure avrebbe preteso il pagamento fino all’ultimo centesimo?

  20. Giusto d aversa i contropiedisti li abbiamo eccome
    Con questo ci possiamo salvare con qualche innesto valido…..se ci mettiamo a far gioco ci asfaltano la serie a sara’ molto dura quest anno specialmente con il monza se passa.

    • L’Empoli di è sempre salvato col gioco (o comunque mai con le barricate) e ricordati che è proprio grazie a questo se negli ultimi anni siamo stati indicati ad esempio.
      Io non ho mai visto venire così tanti colleghi dei nostri allenatori a farci visita….

  21. Giusti ce ne sono tanti. Ad esempio Di Francesco che si deve riscattare. Attaccatissimo alla nostra piazza, ci farebbe lottare ogni secondo fino al massimo possibile. Grande uomo, corretto, rappresenterebbe Empoli nel modo migliore.

  22. Siccome credono di potersi meritare un mister migliore di Cappellino,io credo che il corteggiamento maggiore verrà da Firenze…Anche se ormai, come meriti sportivi,valgono poco più di noi,purtroppo il blasone può esercitare il suo fascino..Forse sì anche Sassuolo, ma non crediate che sia una piazza così tranquilla, dato che di mister,anche loro,ne hanno macinati..

  23. Ma che l’avete ascoltata la telefonata su orme radio? Perché a leggere dai commenti pare di no.
    Questo signore ha tutto da dimostrare ma intanto in quattro anni di carriera ha dimostrato di essere passato dalla serie D alla serie A conquistando i meriti sul campo, a differenza di tanti suoi colleghi che si son ritrovati in serie B e serie A perché hanno vinto il mondiale da giocatori.
    Questo qui ha due collioni tanti e spero trovi le motivazioni giuste per rimanere con noi a lungo.
    Fermo restando che giocatori, allenatori e dirigenti passano e l Empoli fc rimane

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here