Riprenderà domani la preparazione degli azzurri. Un giorno di meritato riposo in questa domenica e poi massima concentrazione verso il prossimo match che ci metterà di fronte al Monza in esterna. Sarà inevitabilmente il big match della seconda di ritorno, ancora una volta da primi contro la seconda, con la sensazione che i brianzoli non siano però la Salernitana. Sarà un test davvero interessante e – letto soprattutto in chiave positiva – conoscitivo per la corsa alla promozione finale. Il Monza sta bene e dopo una partenza non semplice arriva da sei risultati utili consecutivi ed oggi se la giocherà contro la Spal a Ferrara. Alla ripresa non troveremo situazioni particolari a livello infermeria, anzi, mister Dionisi potrà ricontare a tempo pieno su Parisi (ieri di fatto a riposo) e su Haas che ha scontato il suo turno di squalifica. I due dovrebbero trovare spazio in un undici che poi non dovrebbe avere mutazioni rispetto ad ieri. Non ci sarà Fiamozzi e rivedremo ancora Sabelli.

E gli azzurri arriveranno a Monza forti di una bella vittoria, di quelle che davvero valgono tutti i tre punti portati a casa. Quello di ieri non è stato il miglior Empoli di stagione e volendola analizzare nella maniera più lucida e fredda possibile, dobbiamo dire quel 3-1 appare perfino bugiardo rispetto a quanto fatto vedere dal Frosinone. I ciociari sono stati tra i migliori visti contro l’Empoli. Ma sono però proprio queste le vittorie che vanno a cogliere le forti squadre, quelle destinate a qualcosa di davvero importante in stagione. E l’Empoli ieri si è proprio dimostrato cosi, forte e cinico e bravissimo (da grande squadra) a reagire come meglio non si potesse al vantaggio avversario che aveva sancito fin li una inferiorità sul terreno di gioco. Forse l’errore del Frosinone è stato di presunzione, e con un gioco magistrale in contropiede l’Empoli lo ha punito. Un Empoli che, ed anche questo è segno di crescita e maturità, ha imparato la lezione. Quei venti disastrosi minuti finali di Lecce sono arrivati nelle teste dei giocatori che ieri si sono – tutti – trasformati in elementi di un cinismo unico. Il secondo gol, potrebbe essere la fotografia del match. Sia chiaro, cio’ che abbiamo scritto non vuol suonare come una critica per un gioco che non puo’ essere stato il migliore e che durante il match ha lasciato molto agli avversari, anzi. Vuol essere l’ennesimo complimento verso un gruppo che, gara dopo gara, sembra essere destinato ad un unico risultato finale.

Guardando ai singoli, beh, ancora una volta dobbiamo incoronare Nedim Bajrami che a questo giro segna anche un grandissimo gol che si costruisce tutto da solo. Lo svizzero sta piano piano diventando un giocatore di livello superiore, imprescindibile in campo, con un estro che cresce sempre più e che alla fine anche ieri (oltre a gol) manda in porta un compagno. Per il resto bene tutti senza grandi distinzioni, anche se vanno fatti i complimenti a Zurkowski e Sabelli che non partivano titolari da un pò ed hanno più che degnamente sostituito chi ieri non c’era. Una pacca sulla spalla a Terzic, partito malissimo cosi come aveva finito a Lecce, poi la sua partita cambia in un momento esatto, quando (e dalla tribuna lo abbiamo udito benissimo) il mister manda a scaldare Parisi dicendo che “oggi Terzic non c’è”. Li il terzino ex viola si sveglia e porta a casa la sua pagnotta tanto che Parisi alla fine non verrà mandato in campo. Gol da grande attaccante di Mancuso ma buona partita anche di La Mantia per quantità e sacrificio. Dionisi non ne sbaglia due di fila. Ecco forse ieri la preparazione al match potrebbe potar con se alcune riflessioni ma troppo spesso ci dimentichiamo che in campo c’è anche un avversario ed ieri, come già detto, il Frosinone ha fatto vedere cose davvero buone. Semmai al mister va riconosciuto che ieri tutte le scelte in corso d’opera sono state fruttifere e che la sua squadra sa vincere anche in sofferenza…di certo, non poco.

Questa squadra, e lo diciamo da adesso, non ha da dimostrare più niente comunque vada. Quella di Monza infatti non la vogliamo etichettare come una gara che possa essere un test, di certo però c’è che adesso il profumo della gloria è sempre più forte e con tutta la falsa modestia del mondo non si può più far finta di niente. Quindi quella di Monza è in tutto e per tutto una gara che mette in palio tre punti che potrebbero dare uno slancio più che fondamentale. Sappiamo che lo spirito di questo gruppo è ben definito e siamo certi che i peccati di presunzione che potrebbero trasformarsi in boomerang non verranno commessi. Con la solita serenità di chi non ha niente da perdere, a Monza per giocarci una fetta di promozione.

13 Commenti

  1. Un plauso a Cocchi:Queste sono le chicche che voi giornalisti ci dovete riferire,dato che purtroppo allo stadio noi nn ci siamo e certi avvenimenti non possiamo carpirli dalla TV.Avevo visto anche io che Parisi aveva cominciato a scaldarsi verso la fine del primo tempo.A dir la verità Terzic ci ha messo almeno metà del secondo tempo x riprendersi. Però sicuramente vedere il suo diretto concorrente scaldarsi e poi,forse,qualche parolina del mister tra primo e secondo tempo,lo hanno scosso un po’.Mentre del fatto che Zurkowski nn ha gioito al gol,cosa di cui mi sono accorto solo perché l’ha rimarcato il cronista più di una volta,si sa qualcosa?

  2. Il Frosinone ha giocato una buona partita, ma niente di più, non ha individualità tali da sperare in qualcosa di importante in questo campionato, e credo che sia ad un livello anche inferiore alla Salernitana. Dionisi e l’Empoli, sono riusciti a limitare le difficoltà che ci poteva essere per alcune assenze, con la solidità della difesa e le individualità in attacco, ottenendo una vittoria importantissima.
    Zurkowski bisogna capirlo, è stato il primo acquisto ed era sicuro di avere un posto fisso in squadra; poi il problema muscolare e il ritardo nella preparazione, non gli hanno permesso di emergere; ora come ora, purtroppo per lui, deve accontersi di qualche spezzoni, e comunque non sarà facile anche con l’arrivo di Crociata. Terzic è un buon terzino, ieri voleva dimostrare di non essere inferiore s Parisi, ha voluto strafare e alcune volte è andato a vuoto sull’avversario, può succedere ma ripeto è un buon giocatore e ci tornerà comodo nel prosieguo.

  3. Terzic per giocare in Italia deve imparare a difendere.Lo vedo meglio in campionati più offensivi e meno tattici.In Spagna andrebbe bene.Comunque se gioca come i 70 minuti di ieri,deve fare la macumba a Parisi per giocare…

  4. Questa partita è stata un capolavoro di tattica di Dionosi…avendo visto che il Frosinone ha iniziato ad attaccare a testa bassa fin dall’inizio ha volutamente lasciato il pallino del gioco in mano al Frosinone potendo “giostrare” in contropiede…infatti ha avuto completamente ragione perché se ci lasciano giocare in contropiede non ce n’è per nessuno…siamo in assoluto i più forti in questo…infatti Frosinone 69% di possesso palla ma i gol li abbiamo fatti noi…e potevano essere anche di più…nel calcio non sempre “paga” il possesso palla continuo…

  5. Visto il Monza stasera.La loro vera forza è che possono tranquillamente togliere elementi dato che li sostituiscono con altri di pari valore..Forse a centrocampo pagano qualcosa,perché oggi quando hanno tolto Frattesi hanno perso molto dinamismo dato che Boateng sarà anche di una classe superiore ma cammina x 90 minuti e se nn c’è uno che corre per lui produce molte buche nel mezzo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here