G E N O A1
E M P O L I1

36′ Malinovskyi, 66′ Cancellieri

A Marassi finisce sul punteggio di 1-1 con il Genoa in vantaggio grazie a Malinovskyi e gli azzurri a pareggiare con Cancellieri. Nel complesso è stata una partita vivace e giocata più sull’emotività che non sulla tecnica visti i non pochi errori da ambo le parti, ed un solo tiro nello specchio della porta per squadra: quello del gol. Un primo tempo in cui il Genoa ha fatto qualcosa in più di noi, con gli azzurri a soffrire soprattutto in mezzo al campo dove spesso si facevano trovare in ritardo. Ancora una volta sono stati i cambi a ribaltare l’inerzia a favore della squadra di Andreazzoli, con la rete azzurra che arriva sull’asse Kovalenko-Cancellieri, entrambi subentrati da non molto; per il goleador segna dopo due minuti il suo ingresso. Il secondo tempo, nel suo complesso, ha visto preferire di gran lunga la nostra squadra. Bene nel complesso la fase di non possesso, la squadra è stata ordinata e tolto il gol preso (che arriva da un bel tiro da fuori) ed una traversa fortuita, non subisce mai le avanzate rossoblù. Anche nel finale di partita, dove la squadra di casa è sospinta da una stadio infervorato, la difesa tiene bene palesando lucidità. Da migliorare ancora qualcosa la fase di possesso e quella degli ultimi sedici metri. Positiva la prima da titolare per Maldini che dimostra di poterci stare e poter essere un valido aiuto. Punto importante riportato da un campo mai banale e facile, un punto che serviva dopo la sconfitta di domenica scorsa. Chiaro che questo piccolo passo in classifica – poi vedremo cosa faranno le altre – deve trovare la sua capitalizzazione nella fondamentale gara che verrà.

GENOA (3-5-2) : Martinez; Vogliacco, De Winter, Dragusin; Sabelli (83′ Puscas), Frendrup, Badelj, Malinovskyi (72′ Fini). Vasquez (72′ Haps) ; Messias (65′ Kutlu), Retegui.

A Disp: Leali, Sommariva, Martin, Matturro, Hefti, Thorsby, Jagiello, Galdames.

Allenatore: Alberto Gilardino

EMPOLI (4-3-3) : Berisha; Bereszynski, Ismajli, Luperto, Cacace; Fazzini (46′ Kovalenko), Ranocchia (65′ Grassi) Maleh (75′ Marin) ; Cambiaghi, Caputo (92′ Shpendi), Maldini (65′ Cancellieri).

A Disp: Caprile, Perisan, Waluckiewicz, Ebuehi, Bastoni, Gyasi, Destro.

Allenatore: Aurelio Andreazzoli

ARBITRO: Sig. Aureliano di Bologna. Assistenti: Liberti/Cortese. VAR: Meraviglia/Mazzoleni.

Ammoniti: 13′ Ranocchia (E), 56′ Malinovskyi (G), 86′ Vogliacco (G), 92′ Badelj (G).

LIVE MATCH

94′- Finisce in parità, 1-1 tra Genoa ed Empoli. Al sinistro di Malinoskyi nel primo tempo ha risposto il colpo di testa in tuffo di Cancellieri a metà ripresa. Il risultato fotografa l’andamento di una gara equilibrata, molto combattuta. Forse non molto spettacolare, dove la squadra di Andreazzoli ha avuto la forza e soprattutto la pazienza di rimontare lo svantaggio, portando a casa un risultato fortemente voluto.

94′- Dragusin mette in mezzo un pallone per Retegui, abile ad uscire dalla guardia di Luperto. Il suo colpo di testa si perde sul fondo.

93′- Punizione per il Genoa all’altezza della linea mediana del campo, salgono tutti i saltatori rossoblù.

92′- Ultimo cambio per gli azzurri, esce Caputo al suo posto Shpendi.

92′- Cancellieri procura un nuovo cartellino giallo, stavolta quello di Badelj.

91′- Vogliacco a cercare la sponda di Puscas, la toglie Luperto.

90′- Assegnati quattro minuti di recupero.

90′- Frendrup servito da Badelj la mette in mezzo, respinge Grassi.

89′- Ultimi assalti dei rossoblù, quinto angolo per i padroni di casa sotto la gradinata nord.

88′- Azione insistita del Genoa, arriva il quarto angolo per gli uomini di Gilardino. Haps per Badelj, allontana Luperto.

86′- Vogliacco spende un giallo per non far partire Cancellieri.

84′- Haps la mette in mezzo dalla linea di fondo con palla che attraversa l’area, spinta di Puscas ai danni di Cacace. Punizione per gli azzurri.

83′- Ultima mossa per Gilardino, Puscas per Sabelli.

82′- Brivido! Fini sugli sviluppi di una rimessa laterale lunga, con il destro di prima intenzione manda la sfera alla destra di Berisha.

81′- Luperto in anticipo su Fini concede rimessa ai padroni di casa. Sugli sviluppi della rimessa laterale, cross di Sabelli all’altezza della linea di fondo, sponda di Retegui allontana Kovalenko.

81′- Cambiaghi commette fallo su Dragusin, punizione per il Genoa.

79′- Marin costretto a commettere fallo su Fini nella metà campo azzurra.

78′- Cambiaghi ruba palla all’altezza dell’out destro, il suo cross per Caputo anticipato in area rossoblù.

76′- Sugli sviluppi della punizione per gli azzurri, la palla filtra tra una selva di gambe. La fa sua Martinez in anticipo su Ismajli.

75′- Quarta sostituzione per l’Empoli, Marin per Maleh.

72′- Doppio cambio per Gilardino, Haps e Fini per per Vazquez e Malinovskyi

71′- Martinez costretto ad uscire a valanga su Caputo, poi Cambiaghi da distanza siderale non inquadra la porta.

70′- Genoa momentaneamente in dieci, Vazquez nei pressi della propria panchina per farsi medicare una ferita al labbro.

69′- Cambiaghi dalla linea di fondo, il suo cross allontanato da De Winter.

68′- Adesso l’inerzia della partita è dalla parte degli azzurri, che guadagnano il terzo angolo.

66′- GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL Kovalenko servito da Grassi la scodella in area trovando la deviazione vincente di Cancellieri

65′- Nel Genoa Kutlu per Messias.

65′- Doppio cambio per Aurelio Andreazzoli: Grassi e Cancellieri per Ranocchia e Maldini.

64′- Vogliacco in proiezione offensiva, la mette in mezzo allontana la difesa azzurra.

63′- Ancora il numero 28 a provarci, allontana De Winter. Sull’altra sponda Dragusin pesca in posizione di fuorigioco Messias.

62′- Cambiaghi cerca spazio, arma il sinistro neutralizzato da Vogliacco.

61′- Retegui si procura una rimessa laterale in zona offensiva.

60′- Primo corner del secondo tempo per il Genoa.

59′- Intanto hanno fatto ritorno sul rettangolo di gioco De Winter e Luperto.

59′- Sugli sviluppi del secondo corner per l’Empoli, il destro di Ranocchia largamente a lato.

57′- Sulla punizione susseguente di Ranocchia, brutto scontro tra Luperto e De Winter. I due sono a bordo campo, mentre gli azzurri si procurano il primo tiro dalla bandierina del match.

56′- Arriva il primo ammonito anche nelle file del Genoa, proprio Malinovskyi per fallo su Cambiaghi.

55′- Scontro nelle alte sfere tra Kovalenko e Malinovskyi, ne fa le spese l’ucraino del Genoa.

54′- Bella combinazione tra Caputo e Maldini, fermato fallosamente da Badelj. Si riprende da Martinez, pizzicati in fuorigioco gli attaccanti azzurri..

53′- Discesa di Maleh, il cross dell’ex Lecce è impreciso finendo la sua corsa direttamente in fallo laterale dal fronte opposto.

52′- Lungo traversone di Vogliacco da destra a cercare la sponda di Retegui, Berisha la fa sua.

50′- Cambiaghi mantiene palla con determinazione, il suo cross non trova nessun compagno a chiudere sul secondo palo.

49′- Fallo commesso da Maleh ai danni di Sabelli, punizione in favore del Genoa.

47′- Subito insidiosi i padroni di casa, sinistro di Vazquez respinto da Luperto poi Ismajli si oppone a Retegui.

46′- Gli azzurri giocano il primo pallone della ripresa. Andreazzoli ha effettuato il primo cambio della gara: Kovalenko per Fazzini

2° Tempo

1° Tempo

46′- Si va all’intervallo a “Marassi” con il Genoa in vantaggio sull’Empoli per 1-0, decide al momento il sinistro da fuori area di Malonoskyi. Gara prevalentemente equilibrata, dove le due squadre hanno mostrato tanta volontà ma poca precisione nei sedici metri avversari. Nella ripresa la squadra di Andreazzoli dovrà essere più lucida e precisa nell’area rossoblù per raddrizzare la gara.

45′- Assegnato un minuto di recupero.

43′- Ismajli anticipa Retegui, poi perde una palla “sanguinosa” nella metà campo azzurra, Sabelli manda in verticale Frendrup che perde il passo in area.

42′- Guadagna una rimessa laterale la squadra azzurra nella metà campo del Genoa.

40′- Bella manovra dell’Empoli, spunto di Fazzini da destra in mezzo per Caputo abile a tenere palla, appoggia per l’accorrente Ranocchia che non inquadra la porta.

39′- Adesso gli azzurri dovranno riorganizzarsi, e soprattutto giocare con maggiore precisione e lucidità nei sedici metri avversari.

37′- Si porta in vantaggio il Genoa, sinistro velenoso di Malinovskyi imparabile per Berisha vanamente proteso in tuffo

35′- Lettura precisa di Cacace, poi Maleh procura una rimessa laterale per gli azzurri.

34′- Punizione per l’Empoli affidata a Fazzini, allontana l’ex De Winter poi Cambiaghi spara alto sopra la traversa.

32′- Traversa di Messias! azione avvolgente dei rossoblù, che chiamano in causa Vazquez il cross del messicano non viene allontanato dai centrali azzurri, ci prova con il sinistro in contro balzo il brasiliano colpendo l’incrocio dei pali

30′- Caputo protegge palla, scarico per Cambiaghi che all’altezza del vertice destro dell’area rossoblù “arma” il destro neutralizzato da Martinez.

28′- A terra Bereszynski, dopo un contrasto con Messias. Dose di fischi per il polacco, aumentati dal fatto di essere un ex Sampdoria.

27′- Duello rusticano tra Retegui e Luperto, Cacace in raddoppio recupera la sfera.

25′- Il difensore albanese costretto ad intervenire in scivolata su Messias, sull’altra sponda Cambiaghi viene neutralizzato da Dragusin.

24′- Non si intendono Vazquez e Friendrup la controlla agevolmente Ismajli.

23′- Ranocchia per Caputo anticipato in fallo laterale da Vogliacco.

22′- Si apre e riceve Maldini, servizio in area per Cambiaghi che si allunga la sfera favorendo i difensori avversari.

20′- Messias con il contagiri pesca nel cuore dell’area Retegui, la deviazione in tuffo dell’Italo-Argentino alto alta sopra la traversa.

19′- Bella giocata di Maldini nella metà campo rossoblù, si libera di Sabelli. Il suo sinistro si perde ampiamente a lato alla destra di Martinez.

18′- Vazquez la mette in mezzo, il suo cross allontanato comodamente da Luperto.

16′- Brutto errore di Ismajli, Retegui dal limite dell’area non inquadra la porta.

14′- Schema piuttosto approssimativo del Genoa che guadagna un corner in maniera fortunosa.

13′- Prima ammonizione della gara, ne fa le spese Ranocchia obbligato a fermare con le “cattive” Badelj.

12′- Rimessa laterale dal proprio settore di sinistra per il “Grifone”.

10′- Ranocchia con qualità verso Maleh, il suo cross in mezzo per Maldini ma il suo cross non è preciso.

9′- Gioca palla la squadra azzurra, molto aggressivi i liguri non consentendo all’Empoli di trovare la profondità.

7′- Punizione per il Genoa nei pressi della linea mediana del campo. Transizione di Messias, allarga per Sabelli il suo lungo cross sul secondo palo a cercare Retegui anticipato da Luperto

5′- Gara subito vibrante e godibile in questo avvio. Fischiato un fallo in attacco per Maldini, alla sua prima da titolare.

3′- Cambiaghi! servito in verticale, si presenta davanti a Martinez ma non inquadra la porta. Si riparte da una punizione per i padroni di casa, punito un tocco con il braccio del numero 28 azzurro.

2′- Caputo controllato da Dragusin, poi non si intendono gli azzurri al limite dell’area rossoblù.

1′- Retegui lavora palla nella trequarti dell’Empoli, premia l’inserimento a sinistra di Vazquez. il cross del messicano attraversa l’area trovando sul secondo palo Sabelli, con palla fuori dallo specchio di porta.

1′- Il Genoa con la consueta ed iconica casacca rossoblù gioca il primo pallone, risponde in completo bianco la squadra di Azzurri.

0′- Ambiente piuttosto “caldo” al Ferraris, arrivano fumogeni dalla gradinata nord rossoblù.

0′ – La novità di giornata si chiama Daniel Maldini che partirà dal primo minuto rilevando Cancellieri. Per il resto stessa formazione di domenica scorsa.

Articolo precedentePRIMAVERA | Fino all’ultimo respiro: Cagliari – Empoli finisce 1-1 con un gol nei secondi finali
Articolo successivoFotogallery Serie A 2023/24 | Genoa – Empoli

94 Commenti

      • Sul gol lo spazio era anche poco sul sinistro.
        C’è da fare i complimenti a malinosky che con poco spazio ha trovato quella traiettoria.
        Stiamo soffrendo molto più messias.

  1. Bastava non sbagliare il gol a tu per tu col portiere, come bastava che gyasi segnasse quei gol da zero metri con Verona e Frosinone per avere partite diverse.. Quando non sfrutti le poche occasioni giganti che ti capitano perdi sempre in A

  2. La differenza la sta facendo la qualità a tutto campo di messias e il gran gol di malinosky che nonostante il poco spazio ha trovato una grande traiettoria.
    Ranocchia ha il passo da campionato arabo.

  3. E’ vero. E’ stupefacente. E Kovalenko no? Loro hanno fatto 7 tiri in porta. E noi? Non è un problema di allenatore ma di giocatori. Se non centrano la porta son dolori.

  4. Partita da zero a zero risolta da uno che ha la castagna. Per il resto vedi perché le squadre sono in fondo alla classifica. Speriamo di raddrizzarla ma non sarà semplice

  5. Ho visto 4 tiri in porta..uno più alle stelle dell’altro …loro con 1 tiro nello specchio e 1 tiro ciabattato hanno fatto 1 gol e 1 palo….
    La differenza è tutta qui

  6. C è tanti di noi vogliono i giocatori fisici grossi , ce ne facciamo di un caz…. Ci vogliono giocatori con motivazioni e che sanno dare del Tu alla palla , l unico giocatore che abbiamo che riesce a crearci azioni e inventare gioco purtroppo è fuori e è Baldanzi l unico con estro , io non capisco come possano non riuscire a guarirlo per rientrare , ne abbiamo un bisogno disperato

  7. Andate a vedere la giocata di Caputo sul gol di Cancellieri e c’è chi ha il coraggio di dire che non deve giocare…. Nemmeno halaand vi garberebbe avere

    • È vero, ma purtroppo c’è chi i giocatori li giudica prima che inizi la partita. Non era una partita facile per Caputo, che non ha avuto molte palle giocabili. Quando siamo stati pericolosi oggi c’è quasi sempre stato il suo zampino. Averne giocatori così…..

  8. Finale ad alta tensione emotiva ora però dobbiamo fare punti anche al castellani, forza Empoli dobbiamo fare tre punti col lecce per dare seguito a questo pareggio e cercare di inseguire la salvezza

  9. 20 minuti di buon Empoli sono stati sufficienti x strappare un prezioso pareggio. La riflessione va fatta sul primo tempo…. E sui minuti finali troppo in balia. GENOA poca cosa… Lotterà con noi fino alla fine

  10. Punto che serve solo se battiamo il Lecce. Inoltre genoa fermo a 15 punti. Dobbiamo iniziare a vincere al Castellani. Sarà dura salvarci ma almeno per adesso siamo vivi. Punto nel complesso meritato e voluto con determinazione

  11. Pareggio complessivamente meritato, anche se molto sofferto. Difficoltà in mezzo al campo. Cambi, questa volta, mi sembra puntuali; l’ingresso di Marin era il segnale che dovevamo portare in fondo il risultato. Se durante la partita, si provasse ad invertire le posizioni dei due esterni d’attacco, io credo che si potrebbe più facilmente trovare il gol; anche oggi Cambiaghi, in due occasioni, se arrivava col piede giusto poteva fare goal.

  12. Leo Rojas….quanto dovevamo perdere?
    Partita divertente, equilibrata, sempre in bilico. Il Genoa aveva sempre vinto in casa. Speriamo che anche noi, al Castellani, possiamo cominciare a vincere. Forza! In barba a tutti i bubboloni. Forza ragazzi che ce la facciamo.

  13. mhaaa!!!…..per commentare le prestazioni dell’Empoli di quest’anno credo siano finite le parole , oggi abbiamo visto sicuramente due delle peggiori squadre del campionato ..siii perchè se noi abbiamo tanto di cui non essere contenti…mi sembra che anche il Genoa non debba stare molto allegro….abbiamo giocato solo 20′ e sono bastati per metterli in difficoltà e non aggiungo altro …sufficienze poche ..qualche idea buona ci sarebbe pure ma la ns. qualità è molto scadente ..Ranocchia non decolla , Maldini non pervenuto Fazzini ..oggi pure, Maleh… oggetto misterioso…da salvare?…per assurdo forse solo la difesa con il solito Ukraino , Cancellieri e Caputo che alla fine si sbatte sempre anche x gli altri..ma solo per l’impegno

    • Vai a vedere il Prato, dà retta.
      Ma Cagliari Verona Salernitana Udinese Genoa Lecce…..giocano tanto meglio di noi? Fai il Montalbano e domani ti vai a godere Prato – Aglianese, vai.

      • in 95 minuti le due squadre hanno fatto un tiro in portra x uno per altro 2 goal ..il resto la sagra degli errori…e 20 minuti di discreto calcio solo di marca azzurra…che se foose durato 10 minuti di più ci avrebbe dato i tre punti…il commento era x farti capire della pochezza che c’è tra le ultime 7/8 squadre della classifica e se trovassimo la quadra forse lalla fine la salvezza non sarebbe un miraggio…ma putroppo ci sono troppi “suonatori” che in questa orchestra non ci stanno affato bene …il mercato potrebbe essere decisivo…ma non dirmi che è stata una bella partita e che hai visto calcio da serie A…x quanto mi riguarda al netto dei due errori dei primi due goal meglio col sassuolo…in generale

  14. Buon punto, va bene così. A metà secondo tempo ho avuto addirittura la sensazione di poterla vincere ma io punto e’ giusto e meritato

  15. Gara equilibrata, importante aver mosso la classifica. Cacace cresce partita dopo partita, entrati bene in partita tutti i panchinari.

    • Gnamo dai… Cambia ancora Nick così fai tutte le frazioni ed i quartieri…
      Ti mancano Corea, Casenove, Oltrorme, Corniola, Monterappoli, 🤣🤣🤣🤣

  16. Andare sotto in uno stadio come Marassi….dico la verità, ero scettico. E invece abbiamo fatto un bel secondo tempo e alla fine…. potevamo anche vincere. Alè alè, forza magico Empoli

  17. Ottimo punto…ho ancora in gola quello con il Sassuolo…ora dobbiamo fare punti in casa…con il Lecce è la partita che svolta in un senso o nell’altro…se vinciamo abbiamo almeno la garanzia di arrivare a giocarcela a maggio all’ultimo punto…e per come s’era messa non è poco…loro giocheranno sul contropiede…

  18. Partita che mi aspettavo… primo tempo Grifone più propositivo che ha giocato con veemenza e determinazione E comunque è stato controllato discretamente bene non avrebbero segnato. Secondo tempo loro hanno rischiato e noi per 20-25 minuti abbiamo fatto bene… L’unica cosa che non mi è piaciuta è stato l’atteggiamento dopo il pareggio… lì l’inerzia della partita doveva passare nelle nostre mani… invece ci siamo limitati a gestire la gara…a gestirla bene… ma senza provare con convinzione a renderci almeno pericolosi.

    Superfluo dire che la partita con il Lecce di lunedì diventa decisiva… se non la vinciamo, raggiungere i 16-17 punti al giro di boa per rimanere in linea di galleggiamento e giustificare interventi nel mercato di gennaio, sarebbe utopia.

  19. Con meno paura e più coraggio e convinzione gli ultimi 10 minuti potevamo anche fare il colpaccio….avrei messo cambiaghi di punta e inserito gyasi…potevamo fargli male con ripartenza e contropiede..
    Genoa squadra che gioca molto su episodi, mischia e sugli errori altrui, ma di schemi e gioco di squadra zero…
    Adesso sotto con ol Lecce…da non caricarla troppo ma convinti e con rabbia da poterla vincere!

  20. Come col Sassuolo finiamo in apnea gli ultimi cinque minuti regolamentari, e dopo questi il recupero diventa interminabile: e’ una questione fisica, o e’ solo nella testa…?

    • Gli ultimi minuti attacca chi non ha il risultato dalla sua parte. Sia con Sassuolo che genoa dopo averle recuperate erano gli altri a dover vincere. Che volevi fare, attaccare dopo il 90 mo? Nin c entra il discorso fisico

      • Si massy ma se gli altri attaccano noi un contropiede per tirare in porta dovremmo riuscire a farlo invece lanciamo la palla senza ragione in preda al panico è questa l’apnea a cui si fa riferimento, è un abbassarsi difendendosi all’ arma bianca più che una difesa ragionata

      • A Napoli abbiamo attaccato al 90° in sei, benche’ lo 0-0 fosse di sicuro gradimento dell’Empoli e non certo del Napoli, e provarci pagò.

  21. Tra i tanti commenti, sintetizzo.. Serve a centrocampo un calciatore esperto, che abbia lucidità nella gestione della palla nei momenti critici, bravo tecnicamente, che sappia usare la testa.
    Un vero metronomo di centrocampo.
    La partita di Frosinone è gli ultimi 10′ col Genoa lo hanno palesato in modo clamoroso.
    Siamo andati in bambola completamente e non riuscivamo a gestire una palla.
    Altro errore non aver affondato il colpo dopo il pareggio e quando loro erano in 10.
    Abbiamo traccheggiato in attesa che ritornassero in 11…

  22. Non ce ne sono registi in giro che possano venire a Empoli. L’unico sarebbe Demme, che a Napoli non gioca. Ma guadagna troppo per noi, per quelli che sono i nostri parametri…..

  23. Infatti dove li trovi registi liberi da prendere? Poi boni o no ne hai 2 in rosa più eventualmente Marin che ci giocava l anno scorso. E siccome sono anche in prestito è dura anche piazzarli. Non rimani con 3 registi e mezzo in rosa

      • A palate. Le squadre a gennaio li danno a te perché sei bellino. Non è questione di conoscenza. Non li vendono. In più ripeto ne hai 3 che non puoi piazzare perché sono in prestito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here