Come di consueto vediamo quali sono pro e contro della prossima sfida che attende gli azzurri, con i Più e i Meno di Empoli-Pescara.

I MENO

1) IL MOMENTO DELL’EMPOLI
Inutile girarci intorno, l’Empoli sta vivendo un momento di vera e propria crisi di identità e di risultati. La squadra, soprattutto nelle ultime due apparizioni, è stata complessivamente insufficiente e non ha dato mai l’impressione di poter vincere.

2) L’ATTACCO DEL PESCARA
Di contro affrontiamo un Pescara rinvigorito dal 3-0 casalingo contro il Pisa. Gli abruzzesi sono una formazione sregolata, che può incappare in brutte figure ma vincere contro chiunque. E l’attacco è attualmente il migliore della B.

3) IL CENTROCAMPO AZZURRO IN CALO
Nonostante le prestazioni del giovane Ricci, il centrocampo è stato forse il reparto più deludente della trasferta di Benevento. Molti errori, anche banali, che dovranno essere evitati contro il Pescara, ma che testimoniano il netto calo della mediana azzurra.

I PIÙ

1) IL FATTORE CASTELLANI
Se fuoricasa l’Empoli sta palesando qualche difficoltà, è pur vero che in casa è imbattuto. La spinta dello stadio Castellani può essere d’aiuto in un momento così particolare della stagione.

2) LA DIFESA DEL PESCARA
Se l’attacco rappresenta il fiore all’occhiello del Pescara, la difesa non è così solida. Sono 16 le reti incassate dagli abruzzesi fino a questo momento.

3) IL GIOVANE RICCI STA DIVENTANDO UNA CERTEZZA
Può essere lui la novità di formazione per il Pescara? Ancora non si sa, ma per come è sceso in campo contro il Benevento Samuele Ricci, classe 2001, sta bruciando tutte le tappe e può essere d’aiuto alla formazione azzurra.

5 Commenti

  1. Certo sarebbe una bella bocciatura per Stulac e non vorrei che alla fine tutte le colpe di un centrocampo che non c’è vadano a lui.Anche perché qualche buona partita l’aveva giocata(seppur al suo ritmo) e dopo la partita di Perugia sembrava in crescita a parte la ovvia partita di Pordenone.Invece nelle ultime due partite é tornato a giocare malino e con meno perentorieta’ in mezzo al campo.Stessa cosa per quel che riguarda Bandinelli perché sarebbe un’ulteriore bocciatura.Io nonostante tutto avrei dato ad entrambi la possibilità di riscattarsi.Anche perché non vorrei caricare di troppe responsabilità Ricci che non va dimenticato ha solo 18 anni e partire dal primo minuto in un ruolo cosi delicato potrebbe essere un azzardo.Un’altra chanche la darei a Bajrami ma come trequartista.Comunque chiunque scenda in campo dovrà metterci l’anima e giocare con il coltello tra i denti….una sconfitta,ma anche un pareggio certificherebbero,nonostante che di giornate ce ne rimangono parecchie,che forse é meglio dimenticarsi di arrivare tra le prime due.

  2. Va provato, Ricci: un c’è seghe. Anche a rischio di bruciare il ragazzo. Io da giorni un fo altro che associarlo a Paredes…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.