Inutile girarci tanto intorno, per l’EmpoliFC è tempo di toto-allenatore. Mai avremmo pensato che nell’estate della promozione saremmo dovuti arrivare a scrivere di questo ma i fatti ci portano qui, adesso. Un toto-allenatore che, va detto, parte in questo momento e potrebbe portare a scenari davvero particolari, i quali potenzialmente possono riguardare anche l’attuale presente che ormai, piaccia o meno, non è più scontato. Non stiamo a rifare tutto l’excursus della vicenda (già oggi abbiamo scritto) e magari in serata potrebbe arrivare qualcosa di indicativo se Dionisi e l’Empoli si incontreranno.

Monteboro però ha bisogno di guardarsi intorno, anzi, si sta già guardando intorno ed i primi profili – non è detto assolutamente che il mister sia tra questi – iniziano ad emergere. Come detto, in questo ballottaggio, c’è assolutamente anche Alessio Dionisi che resta candidato a guidare ancora la panchina azzurra. Le percentuali adesso sono basse, siamo passati rapidamente da un 99% ad un 30% se non qualcosa in meno, ed è chiaro che non è lui al momento il cavallo con la quota più bassa. Se però gli argomenti dovessero essere diversi da quelli che sono trapelati, ed il club abbia come priorità questo tecnico andando oltre ad altri aspetti, crediamo che niente possa essere ostruttivo ad un mandato bis; che poi di fatto sarebbe anche già ratificato. Il discorso è molto chiaro, la palla è in mano a Dionisi ed è lui, unicamente lui, che sa se vuole o no essere ancora l’allenatore dell’Empoli. Crediamo di non sbagliare dicendo che di fronte ad esitazione zero, da parte dell’ex Venezia nel rimanere ad Empoli, la società metterebbe tutta la polvere sotto al tappeto ed andrebbe avanti con lui.

Visto però che la sensazione attuale non è quella sopra descritta, ci sono già alcuni nomi che potrebbero rappresentare la base per iniziare a capire da chi ripartire. E’ chiaro che il progetto tattico in essere non deve essere smontato e quindi servirà un allenatore che abbia voglia di 4-3-1-2 e si renda compatibile alle necessità della squadra. Ci vogliamo ripetere nel dire che al momento tutto puo’ essere il contrario di tutto, però dovendo stilare una ipotetica prima fila i nomi che riecheggiano maggiormente sono due: Aurelio Andreazzoli e Roberto Donadoni.

Il primo lo conosciamo, lui conosce Empoli ed il sistema di gioco che ha già snocciolato dalle nostre parti. Andreazzoli per farsi stanare da Massa e tornare a mettere gli scarpini ha bisogno di un progetto che lo emozioni e che lo faccia sentire “a casa”, inutile dire che Empoli lo sarebbe. La società lo stima ed ha già avuto modo di esternare l’errore nell’averlo esonerato, e se non avesse scelto il Genoa nel 2019, in azzurro sarebbe potuto rimanere tranquillamente. Roberto Donadoni è un po’ nel mezzo del cammino della carriera da allenatore. Manca da tre anni dal campionato italiano e dopo l’esperienza in Cina tornerebbe volentieri ad allenare in patria. Forse Empoli, sulla carta, non sarebbe mai stata una scelta primaria, ma oggi potrebbe essere l’unica panchina di serie A ed in azzurro potrebbe avere la giusta serenità per lavorare bene e crearsi un nuovo trampolino….Giampaolo docet. E’ anche lui uomo da 4-3-1-2 e per Empoli rappresenterebbe una grande novità.

L’ipotetica seconda fila, ad oggi sia chiaro, vede due tecnici diversi tra loro. Il primo è Fabio Liverani, allenatore che viene da un fallimento ma che gode della stima di molti nell’ambiente ed è ricordato a Coverciano come uno dei più preparati di sempre. Non a caso in questo momento l’ex Parma sarebbe diventato la prima scelta della Lazio se non dovesse arrivare la chiusura con Sarri, andando in questo a superare anche lo stesso Dionisi. Allenatore giovane, emergente, con grande voglia di riscatto nel massimo campionato. Sullo sfondo anche un allenatore che dalle nostre parti è sempre piaciuto e che in qualche modo ha sempre rappresentato un alternativa a scelte (Bucchi prima, Dionisi dopo) poi andate diversamente. Parliamo di Roberto Venturato, un integralista del 4-3-1-2, un allenatore che per certi versi era stato anche paragonato a Sarri, anche se poi il restare sempre a Cittadella – dove ha fatto bene, sia chiaro – lo ha un po’ limitato. Potrebbe non avere esperienza nel massimo campionato, vero, ma potrebbe avere quelle doti caratteriali che si sposano al meglio con il nostro ambiente e comunque sembra adesso maturo per il “salto”.

Il toto-allenatore è partito, potrebbe chiudersi in fretta o potrebbe andare per le lunghe, ma ci siamo dentro. L’allenatore dell’Empoli 21-22 potrebbe essere tra questi o ancora dovrà essere chiacchierato…le prossime puntate ci diranno di più.

73 Commenti

  1. Aurelio o Liverani, in ordine di preferenza. A me Donadoni non è mai piaciuto, ma confesso di averlo seguito veramente poco.

  2. …per i palati fini Andreazzoli, per quelli più terra terra come me, Venturato, anche se, non è che le sue squadre giochino male, magari sono “meno funamboliche”.

    • Io prenderei Montella!è legato al presidente Corsi ed alla piazza visto che ad Empoli è iniziata la sua grande carriera da calciatore…è un grande allenatore (con più di 300 panchine in serie a)che ha fatto sempre bene dove e’ stato che per colpa di come è stato raccontato seppure abbia sempre fatto bene agli occhi dei media ha bisogno di rilanciarsi e secondo me anche per lui Empoli potrebbe essere la piazza ideale…
      Non capisco come mai il suo nome non sia ancora uscito ma evidentemente non è simpatico alla stampa!

    • Anch’io la vedo come te sul quartetto.
      Forse, addirittura, invertendo Venturato con Donadoni.

      In serie A non basta il bel gioco, serve anche tanta scaltrezza e capacità di sporcare le partite (Chievo docet) e il Cittadella lo sa fare come pochissimi altri

  3. A parte Liverani (di cui non mi è piaciuto come ha lasciato Lecce, stessa cosa di Dionisi) …. gli altri tre mi sembrano tutte persone serie.
    Ecco, dopo un burattino, abbiamo bisogno di persone serie.

    • Sono stato in silenzio ad attendere gli sviluppi di questa vicenda, ma adesso voglio dire la mia, sperando di non scatenare polemiche sterili.
      Partiamo da un presupposto: non è mai successo nella storia azzurra, che io ricordi, di una “non conferma” dell’allenatore artefice della promozione. Questo lo sa la società e lo sa Dionisi, una conferma in blocco del gruppo squadra è la cosa migliore da fare in caso di promozione (andreazzoli docet). Questo in una situazione normale.
      Dionisi purtroppo sta sprofondando con un comportamento inspiegabile ed incommentabile. Molte persone hanno giustamente ribadito che di fronte a club più blasonati di noi un allenatore alla prima esperienza in serie a può vacillare, ma qua si sta parlando di una strategia comunicativa assurda e peraltro ripetuta dopo Venezia..
      Adesso il problema è duplice, perché anche volendo proseguire il rapporto con la società nessuno ti può più vedere, specie tra i tifosi, ed il presidente un po’ lo ha fatto capire di essere quantomeno stizzito da questo comportamento stucchevole; dall’altra parte se cambi allenatore devi impostare di nuovo il progetto con la serie A alle porte e la necessità di salvarsi.
      A chi rivolgersi? I nomi sono tutti discreti per me, però di cuore andrei su Andreazzoli, una persona seria e profondo conoscitore di calcio e ambiente, fosse per me lo terrei sempre in società uno come lui, sperando di aver imparato dagli errori del passato ma anche consapevole del fatto che non abbiamo la squadra di due anni fa. Se poi retrocediamo, amen..
      Venturato è bravo ma non abbiamo i giocatori per reggerne le idee tattiche.
      Liverani non lo giudico, nelle conferenze stampa non parla in italiano. Non voglio essere discriminante o razzista, è semplicemente una mia opinione. L’ho ascoltato più di una volta e non riesco a capire come faccia a farsi capire, mi ricorda del Neri. Non mi trasmette veramente niente però sul piano tattico è tutto da valutare.
      Donadoni non lo vedo adatto al nostro ambiente, prende altri stipendi.
      Detto ciò, da tifoso sono esterefatto dal comportamento di Dionisi persona che credevo seria ma che ogni ora che passa sprofonda sempre più..

  4. Riprendete nonno Aurelio e ci si salva!
    E al fenomeno gli si fa la festa,anda e Rianda….sempre se ci dura con Ferrero…

  5. Di quattro non me ne convince neanche uno: Andreazzoli è più fuori dal giro di prima…tre anni fa fu preso il classico coniglio dal cilindro e andò bene, ma in A non ha particolarmente brillato, né con l’Empoli né col Genoa.
    Donadoni è anch’egli fuori dal giro: non ha mai lasciato particolari ricordi gradevoli dove ha allenato (tranne forse Parma) e se è finito in Cina un motivo c’è (tra l’altro è allo Shenzen, squadra di bassa classifica, ma in Cina).
    Venturato a me piace tantissimo, il suo Cittadella è veramente una bella creatura e una bella realtà, e sotto sotto sogno che almeno un campionato di A riescano a disputarlo, ma ormai è lì da anni, quasi come se avesse il posto fisso, vorrà e saprà mettersi in gioco in una piazza diversa e più esigente?
    Liverani sarà anche preparato e interessante, ma finora in Serie A ha sempre steccato: Genoa, Lecce, Parma sono state tre esperienze tra l’insufficiente e il disastroso, e il gioco delle sue squadre mi lascia alquanto perplesso (se prendi 90 gol in 38 partite non ti salvi a prescindere, sia giocando bene che giocando male).

    • “In A con noi non ha brillato” : peccato che invece tutti gli addetti ai lavori ne hanno apprezzato il lavoro ed il fatto che eravamo tra le squadre che esprimevano il miglior calcio…

  6. Mammamiaaaaaa!!!! l’unico che si salva e Aurelio,però la minestra riscaldata MA….
    Io Preferirei Antonio

  7. “L’ha pisciata di fori”,ma se possibile terrei Dionisi,altrimenti andrei diritto su Donadoni anche se so che a Empoli è tornato Mazzarri e che avrebbe voglia d’allenare..

  8. Ma come si fa a non capire che Andreazzoli allenava una formula 1 (intesa come qualità di giocatori) che in questo momento sicuramente l’Empoli non può permettersi???…quando è andato a Genoa…con ottimi giocatori…è durato quanto un gatto sull’Aurelia…e come si fa a non ricordare che per la sua supponenza siamo retrocessi?…bastava poco per salvarsi…cito solo la partita con l’Udinese…naturalmente questo è un mio personale punto di vista…ognuno può pensarla come meglio crede…io non lo vorrei mai più come allenatore dell’Empoli…per gli altri nomi non avrei dubbi: Donadoni e Venturato…in ordine di preferenza!

      • Ti sei dimenticato allora di Cagliari e Ferrara….
        Diciamole tutte le cose…
        E a Genoa, pur con l’esonero, ha lasciato un buon ricordo, solo che Preziosi non si fa problemi ad esonerare gli allenatori e a non dargli il tempo di lavorare…

  9. Sei uno competente come pochi qui, ma la vita è bella perché varia, e ognuno la pensa come vuole,resta il fatto che per me hai ragione , e la penso allo stesso modo

    • …ripeto su quale base dite DeRossi…..per sentito dire ?
      Altri allenatori no perché non hanno esperienza …ma DeRossi si?
      Mah ….

  10. L’hanno esonerato il giorno del suo compleanno, e poi richiamato dopo i danni fatti da quell’incompetente col cappello, che se non aveva devastato la squadra fisicamente ci si salvava a mani basse.
    Poi giudicate quello che ha fatto al genoa? Perchè merita considerazione il genoa di preziosi? via fate i seri e non i ragazzi.

    pigliate venturato vai, così si vede tirare le pedate dal 1 al 90esimo

  11. “Quello del DS era indubbiamente il primo nodo da sciogliere guardando al futuro. Adesso si andrà dritti verso la conferma di Dionisi (con Accardi DS appare ancora più scontata) e poi, piano piano, si andranno a fare le scelte sugli uomini che dovranno difendere i nostri colori.”
    PE scriveva questo non tanto tempo fa, traete voi le vostre conclusioni

  12. Ripartiamo da uno che è molto simile a Dionisi, cioè uno che è bravo a tenere in considerazione il gruppo, uno che di conseguenza alterna i giocatori, uno che conosce l’ambiente molto, ma molto di più di Dionisi, uno che fa il 4312, uno che è giovane ma con diversi anni da allenatore “non un Pirlo per intendersi, ma uno tipo Filippo Inzaghi quando prese la Lazio”. Ripartiamo come l’alfabeto a b, per esempio Antonio Busce’!

  13. Sottil e Venturato , portano capacità ed entusiasmo ed Empoli in serie A lo vedrebbero come tappa fondamentale del loro percorso , non come ripiego
    Sono capaci e studiano L avversario , quest anno ci hanno sempre messo a zero nelle partite evidenziando i Ns limiti

  14. Il nonno senza ombra di dubbio.
    Altrimenti Venturato.
    Con il contratto di Dionisi ci va fatto un mucchietto di coriandoli.

  15. La gazzetta dice que la Samp ha già scelto Dionisi come prima scelta,poi viene Iachini. Io proverei a ri prendere Giampaolo.

  16. Dicono che la Samp è allo sbando e che Ferrero sta decidendo tutto da solo….Un procuratore in gamba dovrebbe mettere in guardia il proprio assistito..Cmq,fatti sua…Speriamo entro stasera di essere liberi di agire..

  17. Secondo me invece un nome valido per Empoli sarebbe Walter Mazzarri. ha voglia di rilanciarsi, ha un passato importante e ama Empoli davvero. sarebbe una scelta anche di cuore! Toscano docg, genuino!

    • Conosce bene Empoli ma il rapporto non è esattamente idilliaco.
      Quand’era calciatore Salvemini gli preferiva sempre Cecconi e Cipriani oltre a Della Monica tant’è che perfino suo padre si narra andasse spesso a discutere col bravo Gaetano.
      La moglie è empolese… ma purtroppo dovrebbero essersi separati.

      Carattere volitivo e forte. Magari giusto per i più giovani. Come modulo (per non parlare dei parametri economici) mi sembra molto poco adatto

    • Certamente il Procuratore, lui non ha il coraggio di metterci la faccia. Comunque non si dia la colpa al Procuratore, la scelta è sempre e soltanto sua …. speriamo che Fabrizio gli dia 2 calci in cuxo!!!!
      oltre a far pagare il viperetta!!!! e ti s’aspetta a Empoli in campionato, buffone!!!

  18. Però sarebbe bello … Buscè allenatore ed Empoli a fine campionato davanti alla Samp di Dionisi … e far vedere che noi gli allenatori boni li abbiamo anche ad Empoli senza andare … sull’Amiata!

  19. Io sarei per Aurelio Andreazzoli, il più vicino alle idee di Dioniai,così proseguiremo il cammino intrapreso in B.
    De Rossi…ma scherziamo? Esperienza zero,ripeteremo l errore fatto con Muzzi.
    Mentre Montella no assolutamente

  20. Dionisi
    Vuol dire almeno una decina di punti in più in un campionato
    Valutazione per difetto, i commenti sono da innamorati traditi più che da persone oggettive.

      • State sbagliando! Il problema non è andare via, ci mancherebbe siamo l’empoli mica il real. E’ il comportamento che tiene questo soggetto. E’ finito il campionato il 10 Maggio, gli è stato proposto l’adeguamento e lui non risponde, prende tempo. Se vuole andare che vada, ma così facendo sta tenendo una società e sotto scacco. E’ il 4 Giugno e ancora non sappiamo chi allenerà l’empoli!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here