Questa mattina, attraverso le pagine de La Nazione, ha parlato il ds Azzurro, Accardi

A inizio stagione – dice il dirigente – sottolineai l’importanza di mantenere l’equilibrio in certi momenti. Questo è esattamente uno di quelli. Dobbiamo rimanere sereni anche in una fase in cui i numeri non sono cosi positivi».
Il diesse prova a dare una spiegazione del calo.
«Non voglio dare degli alibi, ma è un dato oggettivo che la squadra, nel momento migliore della sua crescita, abbia perso dei pezzi. Anche questo ha influito, ma non può essere solo questo. Stiamo cercando di lavorare per trasmettere a questi ragazzi che certi momenti ci possono stare. Dobbiamo essere bravi nel poterli superare, lo possiamo fare soltanto attraverso il lavoro e la crescita. Dobbiamo essere convinti e positivi».
Accardi parla anche di Bucchi e dei giocatori.
«La squadra è responsabile e sa fare autocritica, l’allenatore è colui che cerca di trasmettere il massimo in tutte le partite. Ci sono però delle situazioni individuali che rimandano alla sfera dell’imponderabile. A Benevento è successo anche questo, ma il tecnico ha la nostra piena e totale fiducia».
Il diesse si rivolge poi all’ambiente. 
«Tutti siamo attaccati al nostro passato, è un qualcosa di fisiologico e involontario. Noi – dice – dobbiamo essere bravi a concentrarci sul presente, che sono 20 ragazzi nuovi con uno staff creato da zero. Siamo molto lucidi in questo, non possiamo pensare che sia tutto facile. Abbiamo aperto un nuovo ciclo, stiamo ripartendo per un percorso, è quello che abbiamo sempre detto fin dall’inizio. L’Empoli ha voglia di fare un campionato importante e i ragazzi non soffrono la pressione. Però si sente, ne sono coscienti. Diciamo che la vivono come uno stimolo».
Un commento sul campionato e sulle scelte.
«Siamo a due punti dalla seconda e penso che il livello si sia alzato. Se tornassi indietro rifarei tutte le scelte, credo fortemente in ognuno dei ragazzi. Abbiamo margini di crescita molto importanti e accettiamo critiche e malcontenti, ma dobbiamo anche essere lucidi. Percepiamo grande sostegno da parte dei tifosi, ma serve analizzare le cose in maniera costruttiva. Era impensabile non passare da momenti difficili e io resto convinto che questo non lo sia, anche se tutti dobbiamo dare di più».

34 Commenti

  1. Ma quali sono i tifosi che ti sostengono? Non vediamo loro che te ne vai, hai fatto tanti errori ma a pagare sono stati sempre glialtri, noi seguiremo l’Empoli ovunque e comunque perché amiamo la maglia ma smettila di dire che i tifosi ti sostengono quando con 77 mln si poteva fare un mercato diverso… Solo il presidente ha fiducia in te

  2. Abbiamo perso dei pezzi?? Ma chi, La Gumina che un paio di volte era rotto? Ah bè, perché invece quando è sano e titolare è uno che spacca le porte…o forse parlava di Antonelli e Gazzola, che si son comprati già rotti? Bandinelli, che gli si è spenta la luce e ha preso il rosso più idiota del mondo? A Benevento abbiamo perso per situazioni individuali??? Ma questo piglia per il c… casomai abbiamo evitato di perdere 6-0 grazie a Brignoli e al fatto che il Benevento si è fermato nel secondo tempo. Tra Spezia e Benevento avremo fatto forse due tiri verso lo specchio della porta. Neanche un accenno al fatto che bisogna tirare fuori i denti, cosa che poteva benissimo dire: in una situazione del genere una società seria ai giornali direbbe questo, e poi entrerebbe negli spogliatoi sfondando la porta a pedate per far passare il concetto a mister e giocatori. Ma qui niente, abbiamo come ds uno bono solo a fa gli aperitivi fighetti e a dire cazzate in libertà. Tipo che il livello del campionato è aumentato. Due anni fa avevamo a che fare con Parma, Palermo, Bari, quest’anno l’unica squadra che ho visto giocare qualcosa di simile al calcio è il Benevento, che infatti è in fuga, per il resto sembra un girone di lega pro…così è veramente dura…con questo ds, questo mister e questa squadra…sabato si esce di casa solo per amore infinito di questi colori, ma ce lo stanno mettendo l’impegno per farci restare a casa al calduccio…ma se non si vede lottare per me deve essere contestazione dura

    • Si infatti anche spendere un monte di tempo e soldi sia per Mancuso e Stulac&Dezi mi sembra una gran cazzata..con quei soldi sai che giocatori si poteva prendere?

  3. “Era impensabile non passare da momenti difficili e io resto convinto che questo non lo sia…”.
    Vabbè…buonanotte….

  4. LA PENSO COME IL DIRETTORE SABATO TUTTI ALLO STADIO CONSAPEVOLI DI UN CICLO NUOVO . IL RESTO SE VEDI LA CREMONESE TOLTO RASTELLI ARRIVA BARONI MA LA MUSICA NN CAMBIA DIAMO TEMPO ANCHE L’ANNO SCORSO A CROTONE VIA STROPPA ARRIVA ODDO E LA MUSICA NN E CAMBIATA DIAMO FIDUCIA

    • Bravo Luciano io e molti altri la pensiamo come te.
      Il resto se ci sono delle critiche ci possono anche stare (come è giusto che ci siano) ma non credo siano la maggioranza anche perché chi critica e denigra (almeno su questo blog) sono sempre gli stessi!

  5. Sicuramente la squadra DEVE giocare meglio
    e su questo è Cristianone Bucchi a doverci lavorare per primo,
    e i ragazzi a ruaota, tuttavia un cambio di allenatore mi sembra veramente troppo..

    ..starei al presente senza grandi patemi d’animo.

  6. A me basterebbe sapere solo una cosa: Che lo spogliatoio è unito. Che non esistono lacerazioni nel gruppo. E’ stato un po’ vago, è vero, ma ha ribadito che la Società vuole la promozione. In questo un po’ mi ha rinfrancato, visto che in questi giorni ero assolutamente a terra. Niente toto-allenatore, dunque. Si và avanti con Mister Bucchi.

  7. Esatto solo frasi che doveva dire, ma nulla di significativo, ai tempi di Ca.rli era tutta un’altra musica. Il nuovo corso è tenersi tutto dentro e non ammettere gli errori. Prendiamone atto

  8. Per quanto mi riguarda con lo Spezia è stata l’ultima partita dell’Empoli per me questo anno. Troppa tristezza nel vedere questi non giocatori.

  9. Caro Pietro Accardi ti dico una cosa e tienila bene a mente. Noi sosteniamo la maglia, non te e chi in questi anni ha cambiato il volto della nostra squadra. Dovevi andare via com quel milanese borioso, e spero (così come lo sperano quasi tutti) che tu te ne vada. Quando te ne andrai qui ti te non si ricorderà nessuno

  10. A Empoli non c’è voluto venire nemmeno il direttore sportivo del pontedera, troppo bravo visti i risultati di una squadra da sempre senza pubblico, ma sempre del pontedera…ditemi voi in che mani siamo!!!!

  11. Secondo Accardi il mister non si cambia, vediamo se sabato si dovesse perdere con il Pescara, cosa succederà dopo perchè con la sosta sarebbe proprio il momento del cambio di guida tecnica,non vorrei che fossero le ultime parole famose quelle di Accardi.

  12. Gnamo gente, animo! Si fa 6 punti nelle prossime 2 in casa e si rientra in lotta per il secondo posto, che vale la promozione diretta. Gnamooooo!!!!!

  13. Forza Accardi e soprattutto forza Empoli, in questi momenti bisogna restare uniti ma anche farsi un bell’esame di coscienza …. capire gli sbagli e correggere, tutti insieme e tutti dalla stessa parte.

  14. …..memoria lunga, e ricordo bene le infamate ricevute dal Carli, per una situazione da lui non voluta, ovviamente il suo comportamento ha rafforzato questa convinzione, peccato che tale atteggiamento l’abbia tenuto per il troppo affetto che provava (e sono convinto tutt’ora prova) per questa maglia, piuttosto che sputtanare (sarebbe stato troppo facile, all’epoca) e levarsene le mani, ha preferito passare lui da colpevole. Quando tutto il teatrino ha avuto fine, se n’è andato. Il suo commiato da Empoli non poteva avvenire con più classe. Ciao Marcello, in campo quando giocavi davi tutto, da dirigente c’hai sempre messo la faccia, il massimo per un tifoso.

  15. Via bucchi..via accardi….cambio marcia..ma non li vedi i giocatori agli allenamenti depressi senza anima..senza voglia basta guardare le loro facce…ragazzi io rimpiango anche fabrizio lucchesi…che esseri ridotti cosi…

  16. D’accordo su tanti punti con tanti di voi…certo…sul fatto che la squadra a oggi e’ fiacca “svogliata” e senza idee..sono d’accordo. E facendo cagaxe siamo a 2 punti dal secondo posto…anche meno ehh.
    Sembra si sia penultimi…e manca 27 partite

  17. Amico siamo secondo xche a parte il nenevento gli altri fanno cacare fra un po tu vedi il chievo come vola ….il corso la deve smettere di dar retta alla figlia c9n questo siculo che vuol fare il milanese si fa la fine dell annata di simoni e vignola con il trenino x cesena. E scusate gli errori ho i diti grossi.

  18. Non mi ricordo precisamente com’era la squadra di Andreazzoli in B.
    Però penso che questa squadra è stata esageratamente costruita da zero.
    Nel senso che ci sono pochissimi giocatori, sia che facciano panchina o giochino, che sono a Empoli da più di due anni.
    Insomma è un rischio, ti può andar bene, ma anche male.

    In più c’è il fatto che diversi giocatori non volevano venire in B e si sentono in un anno di transizione, come se la A gli fosse dovuta.

    E ancora tanti gruppi diversi nello spogliatoio e un allenatore che non si sta imponendo.

    E pochi giocatori da B tipo Gorzegno o sorprese tipo Croce, all’epoca.

    La vedo dura. Salviamoci prima, va’.

  19. TROPPI GIOCATORI SEMPRE ROTTI CHE NON RENDONO:MAIETTA,ANTONELLI,GAZZOLA,LA GUMINA TROPPI GIOCATORI FUORI RUOLO:VESELI,LARIBI,DEZI UN DS E UN MISTER DI TROPPO………

  20. Ho sempre cercato di avere parole pacate nei confronti di Accardi ma questo parla di aria fritta.
    Dice tutto e il contrario di tutto. Sì autodifende, zero autocritica, neppure soft o che sia per spronare la squadra addossandosi la minima responsabilità.
    Credo che un direttore sportivo nuovo, vada come vada la stagione, sia ampiamente auspicabile.
    L’unica cosa giusta è la tempistica. Per dare fiducia al mister era questo il momento. Anche se si sa che nel calcio di oggi quello che è giusto oggi domani non vale più.

  21. Via su, siamo seri.
    Ha detto quello che “doveva”…
    Oppure qualcuno si aspettava che dicesse
    “stiamo andando male ed abbiamo già contattato i seguenti allenatori ….
    Aspettiamo solo di perdere col Pescara o comunque di non vincere, giocando male, così da avere la scusa per esonerare bucchi”

    E’ cosciente dei propri errori e che comunque il mister pagherà per tutti.
    Ovviamente io spero di vincere tutte le partite da qui alla fine e che a Bucchi venga fatta una statua in piazza della vittoria.

    P.S. Se qualcuno si aspetta l’esonero tipico dell’Empoli, fatto per il compleanno dell’allenatore, sappia Bucchi è nato il 30 maggio 1977

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.