Campionato Primavera 1 TIM – Trofeo “G. Facchetti”

6a Giornata (recupero)

mercoledì  4 dicembre – ore 12.30

.

 

ATALANTA

4

EMPOLI

0

 

32′ Ghisleni – 60′ Cortinovis – 72′ Guth  – 90’+2 Ghislandi

ATALANTA: 1 Ndiaye 2 Bergonzi 3 Brogni 4 Panada (79′ Italeng) 5 Guth 6 Heidenreich (77′ Ruggeri) 7 Ghisleni (66′ Ghislandi) 8 Finardi 9 Colley 10 Cortinovis (77′ Milani) 11 Cambiaghi (cap) (66′ Traore)

A disposizione: 12 Gelmi 13 Okoli  7 Signori 18 Gyabuaa 21 Piccoli 22 Dajcar

Allenatore: Massimo BRAMBILLA

. Cannavò

EMPOLI: 1 Hvalic 2 Donati 3 Adamoli 4 Zelenkovs 5 Fradella (68′ Riccioni) 6 Viti 7 Sidibe 8 Belardinelli (cap) 9 Cannavò (61′ Lipari) 10 Asslani (68′ Lombardi) 11 Bertolini (61′ Ekong)

A disposizione: 12 Pratelli 14 Pulina 15 Chinnici 16 Pezzola 20 Arapi 21 Marinai

Allenatore: Antonio BUSCE’

.

Arbitro: Sig. Nicolò MARINI (Trieste)

Assistenti: 1° Ass. Sig. Stefano RONDINO (Piacenza) – 2° Ass. Sig. Giorgio LAZZARONI (Udine)

.

Amoniti: 53′ Heidenreich (A)

Espulsi: Nessuno

.

Troppo forte l’Atalanta, una squadra dalle caratteristiche tecniche e fisiche impressionanti. Possesso palla, movimento, cambi di campo, sfruttamento della fasce, insomma un repertorio da prima della classe che merita sicuramente ogni apprezzamento. Eppure l’Empoli non ha sfigurato. Un buon primo tempo, nel quale gli azzurri hanno avuto anche qualche buona occasione per far male alla retroguardia nerazzurra, purtoppo peccando di imprecisione nella finalizzazione, Gol subito per un errore tecnico di Hvalic che va corto su una respinta consegnando, di fatto, la palla in mano agli attaccanti atalantini. L’inizio della ripresa vede l’Empoli aggredire l’Atalanta, costringendola ad arretrare fino alla sua area di rigore, ma gli azzurri non trovano misure efficaci per far breccia nella retroguardoa avversaria e alla fine, su una disattenzione difensiva, regalano il secondo gol che praticamente chiude la partita con il quarto gol nerazzurro, che come una beffa, arriva quando l’arbitro ha già in bocca per fischiare la fine della gara.

Gli azzurri pagano l’inesperienza ed il monor tasso tecnico di fronte ad una Atalanta più “vecchia” (in campo tutti e 5 i fuoriquota fin dall’inizio per i bergamaschi) ma anche più forte, sotto ogni punto di vista, comunque meno di quanto il punteggio finale lascerebbe supporre.

L’Empoli soffre la mancanza di peso in avanti ed una certa leggerezza a centrocampo, mentre la difesa si concede a volte amnesie che puntualmente paga a caro prezzo, come oggi in occasione dei primi tre gol atalantini. Rimane però, sempre, la grinta e la determinazione dei ragazzi, la loro personalità, rimangono alcune buone cose viste sulle quale lavorare per raccogliere più di quanto a volte seminato. Domenica prossima a Monteboro arriva la Roma.Un’altra sfida sulla carta proibitiva. Ma le partite non si giocano sulla carta ma in campo e qui l’Empoli può fare lo sgambetto a chiunque.

 

.

LIVE MATCH

.

1° Tempo

L’Empoli parte con pressing alto, proponendosi col consueto 4.3.1.2 di fronte al 4.3.3. dei bergamaschi.

2′: lancio in verticale di Viti sulla fascia, Bergonzi in angolo

3′: sulla bandierina Zelenkovs, palla all’indietro e tentativo di lancio in area con palla sul fondo

4′: replica l’Atalanta con Cortinovis che appoggia sulla sinistra per l’arrivo di Ghisleri, tiro e palla sull’esterno della rete

6′: punizione per l’Atalanta dalla trequarti sulla sinistra, testa di Colley , fuori

7′: Atalanta in area empolese, alla fine la difesa azzurra libera

8′: Donati tenta l’imbucata per Bertolini, intercettata

10′: Belardinelli sulla sinistra lungolinea per Bertolini, difesa atalantina in fallo laterale

12′: Panada sulla destra a Bergonzi anticipa tutti Colley che sfiora il palo alla sinistra di Hvalic

L’Empoli non riesce a tenere palla, anticipato sistematicamente dai nerazzurri

13′: Cambiaghi al centro, Viti mette in angolo on senza qualche rischio

14′: Bertolini guadagna un angolo con Bertolini, ancora Zelenkos sulla bandierina, questa volta mette in area, respinge la difesa atalantina, palla fuori area e tiro al volo di Asslani che costringe Ndiaye al tuffo 

15′: lìEmpoli sviluppa una manovra a sinistra, dal fondo Zelenkovs appoggia al centro ma trova il piede di un difensore

17′: Viti recupera palla e lancia Cannavò, fuorigioco

18′: contropiede azzurro, 4 contro due, ma Bertolini appoggia sul giocatore più defilato anzichè imbucare per Cannavò smarcato in area e l’azione sfuma

21′: Bergonzi da destra in area dove sale Colley per colpire di testa ma non è ben coordinato ed il tiro va fuori

22′: perde palla l’Empoli in fase di costruzione della manovra e Colley si presenta solo davanti aa Hvalic ma per fortuna dell’Empoli il suo diagonale si spenge a lato

24′: vuona ripartenza per l’Empoli ma il passaggio finale di Donati che cerca Bertolini si ferma tra i piedi della difesa atalantina

27′: Brogni guadagna un angolo, lo batte lui stesso, palla allontanata dall’area

29′: occasione Empoli, Belardinelli da sinistra appoggia al centro dell’area dove arriva Asslani che tira di prima intenzione ma trova una maglia nerazzurra

30′: Bertolini pressa Heidenreich e lo costringe al fallo laterale, vicino alla bandierina dell’angolo, azione seguente con tiro finale del numero 11 azzurro con palla alta

32′: GOL DELL’ATALANTA

Cross di Bergonzi con uscita e  respinta corta di Hvalic, la palla termina sui piedi di Cambiaghi, appoggio a Ghisleni che mete facile nella porta sguarnita

37′: Donato va via sulla destra e si prende un fallo laterale che batte lui stesso, palla in are atalantina, respinge la difesa

38′: Adamoli da sinistra, il suo cross è lento ed è facile la presa alta di Ndiaye

39′: cross tagliato di Cannavò per Bertolini con grande intervento di testa Guth di che libera

40′: Adamoli va ad intercettare un cross da destra di Ghisleni e nella respinta per poco non  trova l’autogol palla in angolo

41′: Belardinelli tenta lo slalom al limite dell’area nerazzurra, anticipato all’ultimo tocco 

44′: su un fortunoso rimpallo Colley si trova la palla sui piedi, colpisce di esterno a manda a lato

Finisce senza recupero il primo tempo. Un buon Empoli di fronte alla corazzata nerazzurra che va in vantaggio solo grazie ad una disattenzione difensiva

.

2° Tempo

Nessun cambio nella due formazioni

1′: Cannavò cade al limite dell’area atalantina ma l’arbitro fischia punizione contro

3′: punizione conquistata da Asslani cinque metri fuori dall’angolo sinistro dell’area bergamasca, schema tentato ma non riuscito, angolo

4′: batte Zelenkovs ma niente di fatto

6′: batti e ribatti a centrocampo, l’Atalanta alza il baricentro e va a pressare l’Empoli durante la costruzione della manovra

8′: contropiede azzurro e Bertolini viene messo giù da Heidenreich a centro cempo, ammonito e punizione, battuta malissimo da Zelenkoks che la regala a Ndiaye

9′: tiro alla distanza di Ghisleri, alza in angolo Hvalic

11′: lancio lungo di Viti per Bertolini, esce Ndaiaye che anticipa per un soffio

12′: angolo Empoli battuto corto da Zelenkovs, respinge la fifesa atalantina, tira dalla grande distanza Asslani, alto

13′:  mischia in area empolese nella quale Colley va giù e chiede il rigore, ripartenza azzurra non ben gestita e palla persa

14′: Bertolini da sinistra, diagonale forte ma non angolato e para a terra Ndiaye

15′: GOL DELL’ATALANTA

Cambiaghi si infila sulla sinistra, arriva sulla linea di fondo ed appoggia a Cortinovis, facile appoggio a rete

16′: cambia l’attacco azzurro, escono Cannavò e Bertolini, entrano Ekong e Lipari

19′: Adamoli sulla sinistra, arriva al cross e prende un angolo

20′: angolo di Zelenkovs, respinge la difesa, Asslani dal limite e palla che impatta sulla difesa nerazzurra

21′: nell’Atalanta escono Cambiaghi e Ghisleri, entrano Traore e Ghislandi

23′: nell’Empoli escono Fradella e Asslani, entrano Lombardi e Riccioni

25′: Finardi va a concludere e trova una deviazione in angolo

26′: batte Bergonzi, Guth di mette la gamba, ancora angolo

27′: GOL DELL’ATALANTA

Angolo con palla che arriva in area dove in beata solitudine Guth va a colpire di testa infilando sotto la traversa

29′: traversa di Colley

30′: palo esterno di Trore33′: Cortinovis rasoterra, si accartocca a terra per la presa Hvalic

32′: due sostituzioni per l’Atalanta, escono Heidenreich e Cortinovic, entrano Milani e Ruggeri

34′: ultimo cambio Atalanta, esce Panada ed entra Italeng

37′: punizione per l’Empoli dalla corsia di sinistra, batte Zelenkovs, ancora troppo basso

40′: Zekenkovs da sinistra va a battere una punizione, ancora sbagliata e palla sul fondo

45′: Adamoli dal fondo, palla a Sidibe dal limite, tiro e deviazione in angolo

Concessi 2′ di recupero

45’+1: Empoli che guadagna un calcio di punizione appena fuori dal limite dell’area bergamasca, appoggio di Adamoli a Belardonelli, tracciainte rasoterra che scivola non lontano dal palo di destra do Ndiaye

45’+2: GOL DELL’ATALANTA

Ghislandi riceve palla al limite dell’area empolese, controlla ed infila a rete proprio alla scadere del tempo

Finisce 4-0 per l’Atalanta

8 Commenti

    • Ma ci stai zitto una buona volta Claudio?? L’hai mai vista una partita della Primavera questa stagione? I ragazzi di Buscè, tanto per non andare troppo indietro nel tempo, solo pochi giorni fa hanno espugnato Pescara e vengono comunque da un filotto di risultati positivi….ma poi di cosa chiacchieri? Hai una vaga idea della forza dell’Atalanta Primavera?

  1. Quest anno è il disfascimento più totale….tabule rase di incompetenti che aleggiano nell empoli calcio…fioravanti l empoli c è….. E se non c era quanti goal si prendeva?..ecco è l incompetenza e la presunzione che fanno male all empoli …vedete muzzi una scommessa per me persa prima di iniziare…

  2. Non vorrei che ci si dimentichi che a livello giovanile l’Atalanta é il top.Quindi se ci giochi contro non puoi permetterti di fare errori sennò perdi per forza. Siamo una squadra di B che ha una serie di squadre giovanili che si ritrovano a giocare in campionati primavera e allievi dove ci sono quasi tutte compagini che hanno le prime squadre che giocano in A. Quindi ad oggi mister Busce’ ha fatto fin troppo bene e i ragazzi insieme a lui. Forse é il titolo dell’articolo che non risulta proprio ad hoc perché dire che una squadra che perde 4-0 “c’è”, non mi pare il termine più appropiato pur non avendo giocato tanto male!

  3. Beh, quando perdemmo 4-1 a Napoli, in realtà la partita la facemmo noi.
    Solo che noi non concretizzammo, loro sì.
    Questo per dire, che spesso il risultato a volte non rispecchia la dinamica della partita.
    Ma io non ve lo so spiegare bene, forse Arrigo Sacchi ve lo sa spiegare meglio.
    A meno che non vogliate mettere in dubbio anche lui…..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.