Si è complicato tutto. Una giornata che poteva dare la matematica certezza dei play off agli azzurri, si è trasformata in una debacle sotto tutti i punti di vista. Non solo l’Empoli perde contro un Torino terzultimo in classifica, ma Spal e Sassuolo vincono a sorpresa rispettivamente contro Juventus e Roma, portandosi a -1 e -2 dagli azzurri. Il destino vuole che siano proprio Spal e Sassuolo a confrontarsi nella prossima sfida, mentre l’Empoli andrà in Sardegna per giocare contro il Cagliari sotto il cocente sole di mezzogiorno. Orario discutibile se si considera che siamo a giugno inoltrato. L’ultima giornata prevede, invece, lo scontro diretto Empoli-Spal e Sassuolo-Fiorentina.

La Sampdoria riconquista la vetta, a pari merito con l’Inter, grazie ad uno splendido gol di Di Stefano nel finale contro il Cagliari. I sardi si dimostrano una squadra in crescita, compatta e per niente appagata dalla posizione di metà classifica, salva e senza possibilità di lottare per i playoff. Prima di questa sconfitta, immeritata e di misura, veniva infatti da due vittorie consecutive. Per l’Empoli si preannuncia una battaglia, con il capocannoniere Contini pericolo numero uno, a quota 16 gol, che cercherà di aumentare il suo bottino personale. Se Spal e Sassuolo dovessero pareggiare e l’Empoli vincere, contro la Spal basterebbe un pareggio per aggiudicarsi i playoff. In caso di sconfitta, e quindi di pari merito con gli spallini, verrebbero considerati prima gli scontri diretti – 2-3 finì all’andata per gli azzurri – poi l’eventuale differenza reti. Tutto questo senza considerare i risultati di Roma e Atalanta rispettivamente distanti a +2 e +3 dall’Empoli. Cinque squadre in cinque punti, dove già la penultima giornata può decidere le sorti di chi giocherà le fasi finali.

Dopo il Cagliari, come detto, ci sarà la Spal. Vinta la Juventus sia all’andata che al ritorno, la squadra di Giuseppe Scurto ha iniziato la stagione con l’obbiettivo di salvarsi per poi rivelarsi, insieme alla Sampdoria, la sorpresa del campionato. Raggiunto anche il terzo posto sul finire del girone di andata, la Spal vanta la seconda miglior difesa, insieme al Milan, con soli 30 gol subiti. Altro discorso invece per l’attacco, con 36 gol all’attivo e con Moro miglior realizzatore a quota 6 reti. Prima di incontrare gli azzurri, anche la Spal avrà un match difficilissimo, il derby con il Sassuolo in cui entrambe le squadre metteranno necessariamente in campo tutte le energie fisiche e mentali. Fresco vincitore del match contro i giallorossi, il Sassuolo non deve fare troppi calcoli, dovrà vincere contro gli spallini e sperare nella vittoria del Cagliari. Le due rimonte consecutive, ai danni di Genoa e Roma, avranno dato la carica giusta per affrontare al meglio le ultime partite.

Atalanta e Roma è molto improbabile che perdano il treno dei playoff. Entrambe hanno una partita difficile ed una abbordabile, difficilmente si lasceranno sfuggire l’obbiettivo finale. L’Empoli è artefice del proprio destino, ha dato molto e ci ha fatto divertire. Manca un piccolo sforzo finale per coronare un sogno che sembrava irraggiungibile, ma che grazie alla bravura dei ragazzi capitanati da mister Buscè, si è reso possibile. Forza azzurri!

1 commento

  1. Tanto per cambiare una volta tanto; perchè non dire anche per una sola volta : FORZA BLUCRCHIATI ! Grazie Claudio Emilio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here