Si riparte! Il Campionato di Primavera 1 ricomincia domani il suo cammino dopo la sospensione sopravvenuta dopo la 6a giornata giocata lo scorso 24 ottobre 2020. Giocata…si fa per dire….tanto che diverse gare furono rinviate, come era già successo ancora nelle giornate precedenti.

Si riparte dalla 7a giornata quindi. Va detto comunque che delle 6 giornate programmate dall’inizio del Campionato solo una squadra, la Roma, le ha disputate tutte. Per il resto è solo un enorme numero di recuperi: chi una gara, chi due, chi, come l’Empoli, addirittura tre.

La Lega di Calcio di A, da cui dipende il Campionato, ha riprogrammato il calendario con la data ultima al 16 giugno 2021. A seguire la disputa della fase finale. Si va verso l’estate. Si tratta di 24 giornate da disputare alle quali vanno aggiunte le gare di recupero. Anche gli azzurri  avranno 24 gare di Campionato da giocare da domani al 16 giugno ma nel loro  caso  vanno aggiunte le tre gare di recupero più la gara degli “Ottavi” di Coppa: 28 partite!!! Aggiungiamo, per far capire il tour de force cui sarà sottoposta la squadra di mister Buscé, che la sua squadra, da qui al 22 febbraio prossimo, dovrà disputare 9 partite: una ogni tre giorni.

Le squadre del Campionato, come peraltro quelle degli due altri Campionati Primavera, saranno sottoposte ad un impegno notevole, sia fisico che mentale, anche perché nel frattempo ci sono le Nazionali e alcuni squadre sono impegnate anche nella Youth League: si tratta di Atalanta, Inter, Juventus e Lazio. Il formato della competizione, causa pandemia, è stato cambiato per l’edizione 2021: cancellati i gironi, si ripartirà solo a marzo con gare ad eliminazione diretta già a partire dai trentaduesimi di finale.

A forte rischio, quantomeno nel periodo proposto 15 – 29 marzo 2021, anche se od oggi non c’è niente di ufficiale, la Viareggio Cup. A favore della Coppa potrebbe essere il fatto (forse non casuale…) che, per l’edizione 72, gli organizzatori hanno fatto il “salto” di un anno: si parte con il 2003 e questo potrebbe (il condizionale è d’obbligo) agevolare la partecipazione delle squadre.

Avevamo lasciato la squadra azzurra il 4 ottobre 2020, dopo la bellissima vittoria a Bergamo contro i campioni d’Italia dell’Atalanta:  un 2-4- che regalava ai ragazzi di mister Buscé i primi tre punti della stagione, dopo le due immeritatissime e sfortunatissime sconfitte con Sassuolo e Juventus. Da allora non si è più giocato. Inutile ora guardare la classifica. Ciò potrà essere fatto quanto saranno stati giocati tutti i recuperi e con la speranza che il Campionato possa riprendere il suo cammino regolare senza altri stop. Va detto comunque che la squadra ci era piaciuta: la mano di Buscé c’è e si vede, come si era vista la scorsa stagione, interrotta dal Covid, che fermava gli azzurri ad un soffio dalla zona play off che avrebbero sicuramente raggiunto.

Alcuni ragazzi sono stati aggregati alla prima squadra (si parla dei vari Viti, Baldanzi, Asllani…) e qualcuno ha trovato pure qualche minutaggio. Visti tuttavia gli orientamenti societari in questo primo spicchio di mercato invernale che sembrano puntare decisamente alla vittoria del Campionato, la speranza è che, se i ragazzi non rientrassero nei programmi, sarebbe auspicabile un loro ritorno nella formazione Primavera per dare una mano alla lotta salvezza…e chissà!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here