A Monteboro l’Empoli vira al giro di boa del campionato con il vento in poppa. Un vento freddo, tipico di un clima marzolino che fa viaggiare le nuvole davanti al sole, alternando freddo e caldo a proprio piacimento. Un vento che porta via anche le chiacchiere, quei malumori che inevitabilmente si nascondevano tra le sconfitte e la sfortuna recenti. Così, contro una squadra fisica come il Sassuolo, gli azzurri trovano la seconda vittoria consecutiva con un’altra prestazione convincente dopo quella con la Spal. A segno i due centrocampisti capocannonieri della squadra, Asllani di potenza dal dischetto e Baldanzi con un colpo da biliardo all’angolino. È quasi sempre indizio di bel gioco quando tanti componenti della squadra vanno a segno e non a caso l’Empoli, con 11 giocatori diversi tra i marcatori, risulta avere il secondo miglior attacco del campionato. Con la media di ben due gol a partita, 30 in 15 match disputati, anche contro il Sassuolo viene rispettato questo trend: 2-1 il risultato finale.

Pirotecnico 3-3 tra Juventus e Atalanta sotto gli sguardi in tribuna anche di Pirlo, Baronio, Cherubini e l’ex Grosso. I padroni di casa, prossimi avversari dell’Empoli, acciuffano il pareggio nei minuti finali con una bordata da fuori di Moretti. I gol decisivi oltre l’80’ stanno diventando una specialità della casa juventina. Tra le vittime anche l’Empoli stesso, che vide rifilarsi la doppietta del capocannoniere del campionato Da Graca proprio nei minuti finali. A questo dato si aggiungono ulteriori pericoli. Dopo la sosta infatti, il bomber juventino dovrebbe tornare dall’infortunio assieme a De Winter. L’assenza del difensore belga ha influito molto sul rendimento della retroguardia bianconera che ha incassato complessivamente 23 gol, troppi per una squadra che punta a vincere il titolo. Un punto in due partite che non deve perciò ingannare sullo stato di salute dei bianconeri che sono una squadra con una mentalità forte e che non molla mai.

Straordinaria ancora una volta la Sampdoria che batte in casa l’Inter per 2-1. Uno scontro al vertice che vede i blucerchiati conquistare il secondo posto con la terza vittoria consecutiva staccando proprio la squadra di Milano. I nerazzurri, sotto di due gol, tentano la rimonta con il figlio e nipote d’arte Bonfanti che segna su rigore calciando all’angolino, ma inutili risultano gli attacchi nel finale. La Sampdoria adesso ci crede e punta in alto, con lo sguardo dritto verso Roma: per raggiungere i giallorossi in classifica e conquistare tre punti nella prossima partita con la Lazio.

Il Milan vince di misura 1-0 contro il Cagliari. A segno il classe ’03 N’Gbesso, ragazzo italiano di origine ivoriana alla sua prima presenza stagionale per via del grave infortunio dello scorso anno al legamento crociato. Nel finale il giovane attaccante colpisce anche una traversa che avrebbe chiuso definitivamente la partita. Al Cagliari è mancata la concretezza, soprattutto nel primo tempo in cui sciupa diverse occasioni per passare in vantaggio.

Prima vittoria nel 2021 per Lazio che batte 3-0 il Torino nello scontro diretto per la salvezza. Raul Moro, tornato al meglio dopo i recenti infortuni muscolari, mette a segno un’altra doppietta. Otto gol in campionato per il giocatore spagnolo che insieme agli altri quattro segnati in Coppa Italia fanno 12 su 12 partite. Il Torino sprofonda al penultimo posto con un solo punto guadagnato nelle ultime cinque partite.

Con il sesto risultato utile consecutivo il Genoa vince 2-1 contro la Spal. I padroni di casa passano in vantaggio su rigore con l’ex Moro ma vengono raggiunti pochi minuti più tardi da Kallon. Sul finale, splendido gol di Besaggio che dribbla l’avversario con un destro-sinistro prima di calciare all’incrocio dal limite dell’area. Periodo nero per la Spal che vede concretizzarsi la terza sconfitta consecutiva.

Finisce 2-4 lo scontro salvezza tra Bologna e Fiorentina. I toscani partono forte e trovano il vantaggio con Munteanu che trova il settimo gol in campionato. Il rossoblù pareggiano immediatamente con la perla su punizione di Farinelli che sempre da calcio piazzato coglie la traversa sul finale di primo tempo. Nella ripresa i viola allungano con lo splendido gol di Corradini e Fiorini dal dischetto. Il Bologna accorcia con Rabbi ma nell’assalto finale prende gol da Bianco su contropiede che chiude definitivamente il match.

La Roma rimane in vetta alla classifica con un vittoria secca per 2-0 contro l’ultima della classe Ascoli. Tre punti facili, come quelli che li distanziano dalla Sampdoria seconda in classifica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here