Dovrebbe essere oggi, lunedi 17 giugno 2019, il giorno in cui di fatto nasce il nuovo Empoli, quello 2019-20, quello che giocherà in serie B. Oggi infatti, salvo sorprese che non ci attendiamo, è previsto l’incontro tra la dirigenza azzurra e Cristian Bucchi, un incontro dal quale dovrebbe arrivare la fumata bianca investendo così l’ex attaccante del Napoli della carica di allenatore dell’Empoli.

Ovviamente non è dato sapere al momento se l’incontro ci sarà in mattinata o in serata e se questo si consumerà allo stadio o a Monteboro. Di fronte a Bucchi, oltre al Presidente Corsi, ci sarà il ds Accardi ad ulteriore conferma che sarà ancora lui a ricoprire il ruolo di uomo mercato per la società azzurra. Ci sono tutti i crismi affinché le parti si possano dire sì, non è però detto che l’annuncio venga diramato oggi stesso.

Le antenne sono però dritte, e saremo pronti a riportare quelli che saranno i “movimenti” più significativi rispetto a questo incontro. L’era Bucchi sta però per iniziare…

Rispondi al Sondaggio di PianetaEmpoli

12 Commenti

  1. Spalletti…irriconoscente…tre retrocessioni una più dolorosa dell altra…e bene che faccia l interviste a certaldo…e che metta poco il piede a empoli….

  2. O quanto gli ci vuole a mettere una firma a questo? neanche fosse Guardiola. E’ un mese fra un po’ che se ne ragiona, da ultimo non viene più..

  3. Qui hanno fallito in pochi. Magari non hanno raggiunto gli obiettivi ma davvero faccio fatica a ricordare chi ha fatto male. Non bene Campolongo, non benissimo Aglietti anche se poi siedeva in panchina nella “partita delle partite”, Guido Carboni.. insomma noi non siamo Napoli o Milano ma comunque siamo davvero l’università del calcio dove si sono laureati i migliori.
    Auguro a Bucchi un 110 e lode

  4. Scusate, ma ora c’è qualcuno che critica anche Spalletti se fa il suo dovere? Qui vedo un’incoerenza pazzesca, qualcuno critica chi ci fa i biscotti e poi critica lo stesso chi fa il proprio dovere?
    All’inter all’ultima doveva scansarsi per far salvare noi e non raggiungere il suo obiettivo?
    Quando il Catania pareggiò contro la Roma di Spalletti c’era un clima intimidatorio mai visto già dall’arrivo della squadra, la notte in albergo, nei tunnel, negli spogliatoi, fuori dal campo e quindi la non vittoria che ci condannò fu una cosa conseguente.

    Parlate di Montella, ma secondo voi aveva la squadra in mano per incidere da quando è arrivato a Firenze? La squadra era ingestibile ed ha fatto malissimo nel finale di stagione…Non era nemmeno in panchina all’ultima, società che stava cambiando, direttori che se ne stavano andando, contestazione ecc.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.