Presentazione Marino

Ha parlato quest’oggi, alla vigilia della sfida esterna con il Cittadella, il tecnico azzurro Pasquale Marino.

Dobbiamo entrare in campo aggredendo la partita, l’approccio deve prevedere massima attenzione e voglia. Gli avversari ci sono, noi dobbiamo essere più bravi”. Questo uno dei passaggi della conferenza stampa che come sempre vi proponiamo integralmente. Il servizio è a cura di Simone Galli con le immagini di Empoli Football Channel

20 Commenti

  1. Dopo mesi di smog….una boccata d’aria fresca. Bella conferenza stampa, con temi tattici e considerazioni tecniche. Cittadella brutta bestia ma… l’Empoli di mister Marino venderà cara la pelle, domani.

    • Domani è’la vera partita della svolta… Se la vinciamo diamo un bel segnale.. Ormai altro che pareggio:questa squadra deve lottare per vincerle tutte da qui alla fine.

      • Visto le ultime consecutive sconfitte credo che l’importante sia di portare a casa almeno un punto, poi chiaramente se son 3 è anche meglio. Pure un pareggio sarebbe positivo, anche se vista la posizione di classifica non ti toglierebbe dalle sabbie mobili. Una serie di vittorie casalinghe e pareggi fuori senza sconfitte vogliono dire 4 punti ogni 2 partite e salvezza sicura. Un filotto di vittorie sicuramente invece a ben altro, ma oggi siamo laggiù in classifica e per ora inutile pensare che si possano vincere tutte, anche se pensarlo non costa niente.

        • Parlo solo di impostazione mentale, poi è ovvio che ogni partita fa storia a sé. Ma credo che, dato il calibro di questa squadra, sia adesso lecito pensare di andare ovunque a giocarsi la vittoria, senza premunirsi della logica del “prima meglio non buscarne”,perché, ripeto, questa squadra, adesso rinata con un vero mister, non è nata con questa filosofia..

  2. Partita molto difficile..con gli ostruzionisti del cittadella..loro molto inferiori tecnicamente…san gennaro tutino pensaci tu…

  3. Partita ignorante dove conviene giocare per il pareggio perchè se fai la partita e se porgi il fianco al contropiede ti inc.ulano di sicuro…

      • Allora non parliamo di nulla se le partite sono tutte uguali, nè prima nè dopo il calcio d’inizio…sei veramente stra.no te…lo sanno tutti che il Cittadella gioca meglio fuori che in casa perchè in casa deve fare la partita: se andiamo a fare noi la partita è come se li facessimo giocare alle condizioni che prediligono, fu.rbone…

        • Se hai la personalità, la partita la devi sempre fare te.
          Credo che qualcuno in passato c’è l’ha insegnato (ed i risultati li abbiamo visti).
          Dovremmo essere noi ad avere la palla tra i piedi.
          Non gli altri….

  4. MISTER squadra su 11 che giocano 9 sono nuovi penso che con questa squadra si possa arrivare in alto dopo BUCCHI che aveva una squadra da le paro ci volevi tu mister nn MUZZI

  5. Da notare il rammarico con cui ha detto che il polacco è più predisposto a fare la mezz’ ala che il mediano basso.
    Peccato..perché con un bel mediano questa squadra avrebbe veramente fatto un cambio enorme… Ma si vuol far giocare Ricci a tutti i costi, per cui un mediano non è stato preso volutamente..

    • Nicola, hai già Stulac e Ricci per quella posizione, quindi mi sembra logico che due centrali bastano e avanzano se hanno la fiducia del tecnico. Evidentemente partiti Laribi (giocava in un ruolo non suo come Dezi, visto che sono due interni) e Dezi e con un un Bajrami messo a fare l’esterno, un vero vice Frattesi mancava ed è lì che Marino giustamente colloca il polacco.

      • Non ho detto che ci manca a livello quantitativo, ma qualitativo.. Un Profilo alla Brighi Non avrebbe Guastato, a parer mio.. Stulac non ha ancora dimostrato niente, spero esploda per carità, è Ricci x me resta ancora troppo leggerino x una squadra che ha certe ambizioni come l’ Empoli. Detto questo, spero di ricredermi.. Ovviamente..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here