E’ un Donati sereno quello che troviamo nel dopogara tra Empoli e Genoa terminato 2-2. Sa che la sua squadra ha giocato bene e non può che essere soddisfatto.

 

Grande partite giocata da due ottime squadre. Una partita nella quale il punteggio finale ha tolto però qualcosa all’Empoli…

Ettore DonatiConcordo nell’analisi che hai fatto. Secondo me avremmo strameritato di vincere, contro una squadra forte che ci ha fatto soffrire a tratti nel primo tempo, ha fatto un gol bellissimo…da serie A…dopo un’azione bellissima…Però noi abbiamo fatto bene. Alla fine del primo tempo ho detto ai ragazzi che stavano giocando bene. Sul rigore sbagliato non dobbiamo neppure fare caso..io stesso in carriera ne avrò sbagliati una diecina ..(e qui il mister se la ride sotto i baffi , n.d.r.)…Noi dobbiamo fare giocatori e quindi non ha importanza se sbagliamo  i rigori. Nel secondo tempo abbiamo fatto ancora meglio, perché oltre a far bene siamo stati anche aggressivi…abbiamo alzato il ritmo tanto che a fine gare cinque o sei giocatori sono usciti con i crampi o con i muscoli indolenziti…Questo vuol dire che la squadra ha evidenziato che anche quando c’è da battagliare e da correre non si tira indietro

 

A proposito di quello che dicevi sui giocatori del Genoa a fine gara…Ho notato che erano complessivamente messi meglio di noi sul piano fisico. Abbiamo regalato qualcosa quindi dal punto di vista fisico al Genoa?

Io ho visto questo…che avevano attaccanti molto alti e in base a questo hanno fatto un certo tipo di gioco…come fanno d’altra parte le squadre del nord Europa che hanno attaccanti con caratteristiche simili… a terra sono più lenti e perciò mandano palloni in area…e lì non conta più saper giocare o meno…lì se sei più alto la vinci la partita….E’ una risorsa che ha il Genoa e che non abbiamo..per questo facciamo un altro tipo di gioco

 

Nella seconda metà del primo tempo noi siamo un po’ calati ed il Genoa è cresciuto…anche se poi l’occasione per passare in vantaggio era capitata a noi…(il rigore dico)…Nel secondo tempo il Genoa non è praticamente mai esistiti…non registro alcun tiro verso la porta..a parte il gol!

E’ vero. Nel primo tempo dopo il gol avevamo avuto l’occasione per il raddoppio con il palo di Castellani. Lì ti demoralizzi un po’ e gli altri prendono fiducia. Il Genoa non poteva che fare meglio di quanto espresso nella prima parte del tempo. Avevamo avuto la fortuna di prendere il rigore, lo abbiamo sbagliato e nel secondo tempo siamo entrati in campo per aggredire il gioco….rischiando anche qualcosa dato che lasciavamo i  nostri centrocampisti molto alti e quindi davano a loro la possibilità di ripartire in contropiede… Abbiamo avuto solo un paio di distrazioni ma nel complesso i ragazzi sono stati bravi

 

Non credi che alla nostra squadra manchi una maggiore determinazione in zona gol….un po’ di “cattiveria” quando si tratta di concretizzare in gol il gran lavoro che si fa?

Noi sabato scorso abbiamo perso a Piacenza dopo essere arrivati…non esagero..almeno dieci volte davanti al portiere. Oggi ci arrivavamo lo stesso anche se c’era sempre un difensore genoano vicino…ma ti ripeto..sabato scorso almeno 10 volte da soli davanti al portiere… Questo significa che ci dobbiamo allenare di più in situazioni davanti al portiere, a calciare di più..perché alla fine se arrivi davanti al portiere e tiri fuori diventa una mancanza. Ci dobbiamo allenare su questo e migliorarci

 

 

Un’ultima cosa. Questa estate in precampionato mi avevi detto che avremmo visto una squadra forse con più “carattere” di quella dello scorso anno ma non in grado di esprimere forse lo stesso bel gioco. E invece questa squadra ha sì “carattere” ma gioca anche bene.

Questo è il quinto anno in cui ho la Primavera. Lo scorso anno avevo un centrocampo con Lo Sicco, Guitto e Signorelli che per un allenatore di quella categoria è un lusso…senza dimenticare i Pucciarelli, i Saponara, i Dumitru che a volte non voleva fare il centravanti puro…era insomma una squadra che giocava molto bene perché erano tutti molto tecnici. Quest’anno non dico che non sia così…all’inizio pensavo che ci fosse molta differenza tra il livello dell’anno scorso (livello che difficilmente trovi a livello giovanile) e quello di quest’anno…e invece stanno facendo molto bene anche i ragazzi di quest’anno…il che vuol dire che l’Empoli FC può sperare bene per il suo futuro anche quest’anno!

 

Intervista di Fabrizio Fioravanti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here