Nella giornata di martedi la squadra azzurra ha ripreso a lavorare. All’orizzonte (precisamente lunedi sera) la sfida molto difficile di Bergamo contro l’Atalanta in corsa per un posto in Champions. Per gli azzurri però sarà davvero importante provare a far punti visto il ritorno al terzultimo posto.

Si lavora sul 3-5-2 che Aurelio Andreazzoli sta facendo sempre più suo con lo sviluppo della manovra palla a terra ed un possesso palla importante. Dal punto di vista dell’infermeria si va confermando l’indisponibilità di quel Pajac che proprio con l’arrivo di Andreazzoli sta trovando continuità e conferme: la sensazione è che ci sia lesione, oggi ne dovremo sapere di più. Stesso discorso per Silvestre che non sarà certo a disposizione per la sfida contro gli orobici. Per fortuna il mister ritrova Dell’Orco e Rasmussen, e saranno i due ad andare assieme a Veseli nel pacchetto arretrato vista anche la squalifica di Maietta.  Resta ai box Acquah, ancora alle prese con un edema al polpaccio, ma anche Oberlin non ha ripreso a pieno. Non ci sono invece particolari problemi per Dragowski e Krunic, i due si sono allenati col gruppo senza problemi. I dubbi di formazioni sono quindi legati alle indisponibilità, tra le quali dobbiamo annoverare anche quelle dei lungodegenti La Gumina e Diks, quindi formazione simile a quella di Udine con la difesa che abbiamo già sopra ipotizzato. Settimana di lavoro importante per la crescita di Levan.

Anche nella giornata di mercoledi la squadra sarà a lavoro.

Rispondi al Sondaggio di PianetaEmpoli

Vota la seconda punta del decennio su Pianetaempoli.it

22 Commenti

  1. I RIGORI CONCESSI AL BOLOGNA SONO VERAMENTRE DA INCHIESTA..E PENSARE CHE QUEL VISCIDO DEL LORO PRESIDENTE SI LAMENTO’ DOPO EMPOLI NAPOLI…FALSO COME L’OTTONE…PROPRIO IN PERFETTO STILE ITALIANO!!! 4 RIGORI CONCESSI SU 5 GARE…ECCO IL REAL CROTONE DI QUEST’ANNO… C H E S C H I F O!!!!

  2. Ragazzi con questa difesa, se troviamo l’Atalanta in forma ci vuole un camioncino per portare a casa tutti le reti.Io spero solo che non si vada a giocare a viso aperto,altrimenti vuol dire che il nonno a perso la testa,altro che Iachini.Poi ci manca anche Acquah per il centrocampo che è l’unico interdittore che ha questa squadra, insieme a Brighi per non parlare dell’attacco che è obbligatorio far giocare i soliti due,speriamo bene per un pareggio firmerei subito.

    • Ad Andreazzoli piace giocare al calcio non a pallonate come Iachini che giocava sulla difensiva e si prendeva un monte di gol lo stesso.quindi?i giocatori sono scarsi e ora anche pochi perché per cercare di far recuperare la condizione fisica in diversi si sono rotti…

    • scusa Piero ma casomai proprio perché in difesa siamo imbarazzanti, la partita la devi provare a impostare per far stare la palla il meno possibile dalle parti della nostra difesa…4 mesi di Iachini non ti son serviti a nulla? A stare schiacciati dietro a Bergamo perdi sicuramente almeno 3-0…a fare una partita diversa rischi l’imbarcata ma è anche l’unico modo di provare a fare un’impresa…a noi servono i punti, e perdere 2-0 o 7-3 sempre zero punti ti porta…io mi ricordo le partite con Lazio e Roma, dove si difendeva lo “svantaggio dignitoso”, ed è la cosa peggiore e più umiliante del mondo…meglio prendere l’imbarcata provandoci, come a Napoli

  3. Viste le assenze in questa partita proverei il 4312, perché altrimenti rischiamo di avere una difesa troppo scoperta.

    Drago
    Di Lorenzo – Veseli – Dell’Orco – Antonelli
    Traorè – Bennacer – Krunic
    Uçan
    Caputo – Farias

    E nel secondo tempo Brighi e Levan per dare un po’ di Ossigeno

  4. Non MOLLIAMO!!! Siamo empolesi e da sempre siamo abituati a lottare nel bene e nel male…sinceramente sono orgoglioso di far parte del popolo empolese..possiamo anche perdere ma giochiamo con orgoglio fino all’ultimo minuto..al netto si scelte più o meno condivise..siamo all’ennesima partita decisiva della nostra storia..abbiamo perso e vinto tante volte..fa parte di noi..una cosa NON MOLLIAMO!!! PROVIAMOCI!!

  5. BRAVO…TI STRAQUOTO..ALLA FACCIA DEL BOLOGNA RUBA RIGORI SCANDALOSI/VERGOGNOSI/ E DEL SUO PRESIDENTE CHE DICEVA MALE DEGLI ALTRI…CHE CORAGGIO..IN PERFETTO STILE ITALIANO…BLEAH

    SOLO EMPOLI

  6. formazione per lunedì:

    Dragowski

    ACCARDI – PECINI – Dell’Orco
    Di Lorenzo – Krunic – Bennacer – Acquah – Antonelli
    Caputo – Farias

  7. una tragedia,
    un c’è un acquisto tranne Farias che stia in piedi sulle proprie gambe

    poi dall’articolo si legge,
    lavorare su un possesso palla importante, ok benissimo, ma impariamo anche, a gestire,
    e a far contropiede quando è necessario,
    un si puo’ ripetere sempre gli stessi errori

  8. silvestre fuori 1 mese!pajac quasi 1 mese,avanti coi nonni antonelli pasqual ! io dico ci sorpassa anche il frosinone!

  9. se sia b che sia prima di pasqua,io non reggo l’agonia di due anni fa.spero che in b non rimanga quasi nessun giocatore tranne dell’orco e nessun dirigente tranne come ovvio il corsi.dentro in prima squadra gente da empoli come tosto cappellini e un mister sanguigno come baldini silvio,anche il nonno ha grossissimi limiti meglio cambiare in toto.

    • Certo hai ragione, il nonno con la sua esperienza ha molti limiti.
      Sta cercando solamente di fare una cosa semplice, semplice, che è quella per la quale paghiamo un biglietto allo stadio o vediamo una partita alla TV, ovvero provare a far vedere giocare a calcio una squadra.
      Se te non sei d’accordo, vai a proporre la tua filosofia alla società o ai giocatori per sentire se sono d’accordo.
      Basta vedere una partita come quella di stasera, Aiax-Juve.
      Sicuramente a te piaceva l’espressione del calcio juventina.
      Beh, a me invece piace la filosofia Ajax fatta di intensità, fraseggio, palla a terra, possesso palla, pressing, aggressività, tecnica, inventiva, fantasia.
      Ed è quello che secondo me dovrà continuare a fare l’Empoli Calcio quest’anno e negli anni a venire.
      Vuoi diventare un Villareal?..
      Vuoi diventare una nuova Atalanta, un nuovo Sassuolo?…
      Ottimo, ma la società deve cominciare a puntare sulla tecnica sin dalle giovanili e a mister maestri di calcio.
      Non lo I@chi.ni di turno che manda tutto all’aria e rischia di mandare a rotoli la stagione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.