Dopo il defaticante di ieri, all’indomani del match di Benevento, la squadra è tornata in campo quest’oggi per la prima vera seduta di allenamento in vista della sfida che sabato alle 18:00 ci vedrà ospitare al Castellani il Pescara. Abbiamo già evidenziato l’importanza del match, una gara che non deve assolutamente essere vissuta da “ultima spiaggia” ma che per certi versi lo potrebbe essere. L’Empoli ha l’obbligo di vincere, ed ha anche l’obbligo di convincere, due fattori che stanno venendo meno.

La squadra ha sostenuto una seduta tattica con mister Bucchi ha provare il modulo principale, ovvero il 4-3-1-2, ma tenendo di scorta anche la soluzione vista in Campania. Il modulo principale però dovrebbe tornare protagonista anche perchè si è rivisto Nino La Gumina che ha lavorato con i compagni. Se le prossime giornate dovessero confermare il buono stato della caviglia dell’attaccante ex Palermo, questo si dovrebbe rivedere in campo dal primo minuto al fianco di Mancuso. Da capire invece se mister Bucchi vorrà provare a cambiare qualcosa in mezzo al campo, ad oggi il reparto che peggio sta interpretando il copione. Il giovane Ricci (migliore in campo dei nostri contro le streghe) potrebbe anche meritare un posto da titolare, ma anche Bajrami ha le sue belle chance. Li in mezzo sono tutti in ballottaggio, con forse il solo Frattesi (una gara no gli si deve pur concedere) ad essere inamovibile. Dietro si è rifermato Gazzola, un giocatore che purtroppo si porta dietro qualche noia di troppo; se non dovesse recuperare scontata la presenza di Veseli. Moreo è ovviamente out.

La squadra tornerà in campo nuovamente domani mattina per una nuova seduta di allenamento. Sarà però nelle sedute a porte chiuse di giovedi e venerdi che molto probabilmente il mister andrà a scioglierei vari nodi. Una settimana importante per lavorare tatticamente ma in questa settimana – e ci ripetiamo – il tecnico dovrà essere bravo anche a tirare fuori quel carattere che una squadra come questa non puo’ non avere.

28 Commenti

  1. BISOGNA CAPIRE IL PROBLEMA MOMENTANIO ORA CARICA TESTA AL PESCARA VEDI CREMONESE VIA RASTELLI SUBENTRA BARONI MA LA MUSICA NN CAMBIA CON CERAVOLO ECC IN ATTACCO

  2. Squadra di vagabondi , svogliati e senza carattere , ma anche modesti tecnicamente e fisicamente Tradotto SOPRAVVALUTATi con un allenatore di conseguenza alla squadra

  3. Dalle stelle alle stalle in soli 40 giorni: Tutti ci eravamo illusi dopo Pisa e Perugia, ma un peggioramento così repentino fa veramente pensare.

  4. Bucchi avrà le sue colpe… ma gli è stata messa a disposizione una rosa inadeguata nei ricambi (ed anche in alcuni titolari), in particolare terzini e secondo me anche punte…

  5. Le attese erano troppe per una squadra che sta dimostrando solo quello che è… manca la cattiveria è vero, ma comunque (la mi nonna diceva) “le querce un fanno limoni”…

  6. Visto che l’hanno scorso s’era preso , se vi ricordate, prima Antonelli e poi Diks che erano rotti fissi, senza contare il mitico Levan, e quest’anno per continuare la tradizione si va a prendere anche Gazzola, mi piacerebbe sapere con quale criterio, ammesso che ce ne sia uno, si fa una campagna acquisti. Se si degnassero di parlare, i megadirigenti ,mi piacerebbe chiedergli questo. In altri settori si viene licenziati per errori molto minori, e noi invece si persevera con gente palesemente incapace.

  7. Restare uniti tassativo!!! i problemi ci sono è fuori discussione ma l’imperativo è risolverli, non gettare benzina sul fuoco potrebbe essere molto peggio…

  8. Mi dispiace, ma Sabato un cambierà proprio nulla. Anche in caso di risultato positivo saremo sempre la stessa squadra di eunuchi, ad immagine e somiglianza di chi li guida. Questo è già stato dimostrato lo scorso anno e anche l’anno prima. Provate a sentire qualche giornalista Beneventano e vi dirà che quel che dice il Mister dopo sconfitte come quelle di domenica sono i soliti discorsi che faceva a Benevento nelle stesse situazioni. Non per niente è stato fatto fuori ed è stato preso un allenatore di segno opposto a lui. Guarda caso, anche l’anno prima a Sassuolo fu la stessa cosa e fu esonerato addirittura per prendere “cappellino”, anche lui allenatore di segno opposto. Quindi, prepariamoci ad andare sabato a vedere i soliti bei lancioni lunghi, qualche belluria personale di chi si vuol mettere in bella evidenza e nulla più. Ripeto, anche in caso positivo non cambierà proprio nulla, se non un’altra settimana buttata al vento.

  9. Gazzola si è nuovamente infortunato.
    Complimenti direttore.
    Con una difesa già vecchia, con l esperienza del terzino sinistro dello scorso anno quest anno è riuscito a fare peggio prendendo uno di 35 anni dopo aver seguito per 2 mesi uno di 20.
    L alternativa in quel ruolo è un centrale adattato.
    Gestione terzino destro da bacati di mente.

  10. Ma un terzino dx a modo in Serie C non si trovava? Non chiedevo un fenomeno, ma uno che almeno lo è di ruolo e integro fisicamente. Era cosi difficile? Cmq Moreo ha un infortunio misterioso (come tutti gli infortuni ad empoli). Si sa solo che è muscolare, ma tempi di recupero manco per le ….

  11. Be’ si rafforza il concetto che a gennaio occorre riparare ad alcuni sbagli che si stanno evidenziando partita dopo partita.Ci vogliono minimo 2 terzini,uno destro e uno sinistro,ma anche un play basso che corra e morda gli avversari e un attaccante di stazza importante dal goal facile.Insomma BISOGNA SPENDERE se si vuole tornare in A senza passare dai play off.Non dimenticherò mai che siamo retrocessi in C tanti anni fa perdendo lo spareggio con il Brescia e nemmeno dimentico che per un pelo non è successo lo stesso solo grazie al 3-2 contro il Vicenza.In tutte e due i casi avevamo squadre piuttosto forti tanto che l’ultima volta,se Dossena non avesse parato quel rigore eri retrocesso pur avendo avuto in squadra due grandi attaccanti come Ciccio Tavano e Massimo Maccarone,centrocampisti del calibro di Davide Moro Valdifiori,altri giocatori forti come Busce’ e Stovini,più ragazzotti come Saponara,Brugman e Tonelli che giocano o hanno giocato in A con squadre top.Questo per dire che a ritrovarsi dalle stelle alle stalle ci vuole poco anche se hai una squadra di valore.Di sicuro dovessi fare un paragone tra la squadra di oggi è quella di Aglietti credo che Bucchi si ritrovi una rosa piuttosto(se non di molto)inferiore ma a volte se riesci à dare un impronta di gioco mescolata ad una grande determinazione,voglia di vincere e corsa,anche una squadra non di grandissima qualità(però buona) ma ben assortita nei vari reparti,di risultati ne puoi ottenere lo stesso.Oggi per carità,altri giocatori e altre squadre,ma l’imprèssione è non solo quella e che la qualità dei giocatori sia buona,anche se la squadra va rinforzata,perché alla fine si parla di serie B,ma la voglia di vincere e un gioco d’assieme non si vedono perché tutti sembrano volersi mettere in mostra giocando solo individualmente e tutto a discapito di una vittoria che poi difficilmente può arrivare.Oggi dare la colpa a Bucchi è la prima cosa che viene in mente al tifoso,ma se in campo perdi palla tutte le volte senza saltare l’uomo,se sbagli appoggi facilissimo,se non sudi la maglia,se ti fai buttare fuori dopo 2 minuti,se sbagli i rigori….di colpe a Bucchi ne puoi dare poche,se non quella da adesso in poi di alzare la voce,anche perché il primo che ci rimetterà,se sabato vittoria non arriverà, sarà proprio lui.

  12. Io prenderei anche Moncini dalla Spal , anche lui sta facendo la muffa, e in serie B i goal li ha sempre fatti, e ci farebbe parecchio comodo davanti

    • Moncini è una punta più prima punta di mancuso quindi ora farebbe la sua stessa fatica con i palloni che in attacco non arrivano.
      Serve una seconda punta forte tecnica da affiancare a mancuso che i gol li fa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.