Azzurri in campo anche quest’oggi per una nuova sessione di lavoro in vista della ripresa del campionato. Per vedere l’Empoli in campo però ci vorrà ancora un po’ di pazienza visto che si dovrà aspettare addirittura lunedì prossimo. Gli azzurri saranno di scena contro il sorprendente – ed in forma – Verona in un giorno ed in un orario che sanno davvero di spregio per chi segue il calcio.

La squadra ha svolto quest’oggi un allenamento prettamente tattico con tutta la rosa a disposizione di mister Andreazzoli. Anche Marchizza, ieri assente alla partitella, ha preso parte alla sessione di lavoro ed è regolarmente pronto per la gara del Bentegodi, anche se la sensazione è che ci possa essere un’occasione per Parisi dal primo minuto. Il dubbio più grande però resta sempre annidato al modulo offensivo: uno o due trequartisti. Il mister in questi giorni sta provando per lo più il 4-3-1-2, con quindi la possibilità concreta (ma il fatto che poi ci smentisca è molto probabile) che ci si orienti verso questo sistema. Sempre a naso, ci sentiamo di dire che davanti potrebbero andare i tre visti ieri nel primo tempo con il Prato, ovvero Bajrami – che si gioca davvero tanto adesso – dietro a Pinamonti e Cutrone. L’amichevole di ieri potrebbe aver dato poi una buona indicazione per il centrocampo, in questo caso però i tre sarebbero quelli del secondo tempo: Zurkowski, Ricci, Bandinelli. Dietro, detto di Parisi, l’unico sicuro del posto pare essere Stojanovic. I centrali sono tutti in ballottaggio con però la coppia Romagnoli-Luperto ad avere forse qualcosa in più.

Domani nuova seduta di lavoro presso il campo Sussidiario.

Articolo precedenteNews da Verona
Articolo successivoLa storia di Verona-Empoli
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

24 Commenti

  1. Se si partisse con due attaccanti (Pinamonti-Cutrone, e io partirei sempre con due attaccanti), vedo meglio Bajrami rispetto a Di Francesco. Il problema grosso si presenta in difesa: non c’è da controllare il solo Simeone (unica vera punta), ma anche un Caprari che giocherà e partirà dalla trequarti, e non so proprio chi ci farà giocare il mister, visto che ci ha sempre fatto del male; per me ci sarà da chiedere un grosso sacrificio ad uno e forse due centrocampisti (visto che c’è anche Barak da controllare); per cui molto probabilmente il nostro gioco si svilupperà maggiormente sulle fasce; non giocherà chiaramente Marchizza, e sarà la volta di Parisi a cui si chiederà di spingere molto, come a Stojanovic dall’altra parte.

  2. Verona fisico e molto aggressivo (quasi al limite del fallo), occorre esser rapidi (sperando che basti). Non credo per vari motivi, che questa sia una partita per noi …. è vero che abbiamo gli stessi punti, ma per loro è stato un avvio ad handicap … ad oggi firmerei per 2 pari con Hellas e Viola.

    • Il problema non è da quanto tifi, ma da come tifi (riferito a quello pseudo tifoso a cui hai risposto) perché un vero tifoso mai e poi mai può augurare alla sua squadra di perdere, nemmeno se gioca contro il Barcellona. Partita difficile con il Verona? Probabilmente è quello che pensano anche i Veronesi nei nostri confronti, visto il rullino di marcia che abbiamo fuori casa!

  3. Il nostro “ruolino” di marcia fuori casa è eccezionale, ma anche quello del Verona in casa: viene da 4 vittorie consecutive, tra cui Juve e Roma. Quindi sarà una bellissima partita; l’importante sarà sempre rimanere aggrappati alla partita, senza mollare, perchè nei cambi noi siamo superiori, e possiamo cambiare la partita in qualsiasi momento, soprattutto approfittando di quei momenti di calo fisico che il Verona ha sempre avuto in molte partite.

  4. Sembrerà strano … ma pur avendo una difesa che sicuramente di goal ne ha subiti parecchi … fuori casa … non solo abbiamo fatto un percorso ottimo con le 4 vittorie e 1 sola sconfitta … ma siamo la squadra che … dopo il Napoli … ha subito meno goal lontano dal Castellani … Vero che fuori ne abbiamo giocate solo 5 … come è vero che quasi tutte (tranne noi e pochissime altre) le altre squadre ne hanno giocate 6 o 7 … però i numeri dicono questo … percui probabilmente fuori casa, pur segnando con buona continuità … giochiamo più accorti, compatti e sulle ripartenze … Il Verona … in casa segna tantissimo e c’è da aspettarsi una gara dove la metteranno sul ritmo e giocando in maniera garibaldina … e proprio per questo … forse sarebbe il caso di giocare con Cutrone e Mancuso lì davanti e ridare spazio a Bajrami appena dietro loro due …….

    • Lo sappiamo benissimo che fuori casa, il trio Bajrami-Mancuso-Cutrone è il migliore che si possa schierare, ma vai a dirlo al mister ! Pinamonti è stato voluto fortemente, ed è venuto anche per merito di Andreazzoli, con la promessa (non scritta) di farlo giocare sempre, anche quando potrebbe benissimo riposare; spero che il mister si renda conto che alla lunga, non tutte le promesse possono essere mantenute; si deve pensare soprattutto al bene dell’Empoli, e al rispetto di tutti i giocatori della rosa.

      • Per me è con questo tipo di squadre che va schierato il tridente Cutrone, Mancuso, Bajrami e non certo in tutte le partite che giochiamo fuori ……….

        • Troppo diplomatico. Il problema non è far giocare questo tridente in certe partite e in altre no; per me il discorso è molto più semplice: se gioca (o deve giocare) Pinamonti, non puoi far giocare accanto Cutrone o Mancuso, cioè due giocatori completamente diversi dall’interista, sia come tipo di gioco che come ritmo e velocità, è una assurdità, non ci sarebbe mai intesa, infatti Andreazzoli fa giocare Di Francesco e chiaramente non Bajrami non trova spazio; se invece vuoi giocare con due punte vere, e ripeto per me dovrebbe essere l’obbiettivo dell’Empoli, non c’è alcuna alternativa al duo Mancuso-Cutrone e allora troverebbe spazio Bajrami sulla trequarti, senza chiedere troppi dispendiosi affondi in avanti dei centrocampisti.

          • Semplicemente … senza essere troppo diplomatico Cutrone, Mancuso e Bajrami da inserire contro squadre alla nostra portata o che comunque in casa abbiano le loro belle difficoltà a fare punti … Ma anche un trittico formato da Pinamonti, Bajrami e Di Francesco … secondo me non farebbe male … Con squadre ben più forti … mi pare che Andreazzoli faccia bene a mettere in campo Pinamonti, Henderson e Di Francesco (anche se non disdegnerei al suo posto l’inserimento di Bajrami … ma comunque giocando con il solo Pinamonti davanti) … Se ci fossi io in panca giocherei con un 4 3 3 e davanti metterei, con Di Francesco a destra (ma anche Bajrami ha gia dimostrato due anni fa che come ala può fare grandi cose), Cutrone o Pinamonti al centro e Mancuso a sinistra … Insomma … secondo me non si può essere schiavi di un solo modulo o di 3 soli giocatori giocando fuori casa … Ma meno male che in panca c’è un allenatore …perchè posso dire la mia opinione … ma da semplice tifoso e se sedessi io in panca … sicuramente la classifica direbbe 0 punti …………..

  5. Per me si perde e si piglia parecchi gol. È un’opinione, non un augurio. La vedo così la partita, anche se tifo Empoli. Spero di sbagliarmi ovviamente.

  6. Stojanovic Romagnoli Viti di sicuro ma forse Parisi in campo secondo me per non subire le fasce , la partita si gioca li con il Verona , Marchizza lo doppiano

    • D’accordo su tutti i difensori che citi … però personalmente non farei giocare Romagnoli ma uno fra Ismajli o Tonelli … bravo di testa Simeone … ma non è certo un gigante …preferirei che insieme a Viti … ci giocasse un centrale più svelto nei movimenti … ma comunque bravo di testa come i due che ho menzionato … almeno in questa partita ………..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here